Home Rubriche Rubrica Cinema Golden Globes 2019: tra i vincitori “Bohemian Rhapsody” – Glenn Close vince...

Golden Globes 2019: tra i vincitori “Bohemian Rhapsody” – Glenn Close vince su Lady Gaga

Ai Golden Globes di quest'anno 3 Globi d'Oro sono andati a Green Book, 2 a Bohemian Rhapsody, 2 a Roma e solo uno a A Star is Born

335
0
SHARE
golden globes
Voto Utenti
[Total: 2 Average: 4.5]
Ai Golden Globes di quest’anno 3 Globi d’Oro sono andati a Green Book, 2 a Bohemian Rhapsody, 2 a Roma e solo uno a A Star is Born.

Si è da poco conclusa la cerimonia di consegna dei Globi d’Oro, presentata da Sandra Oh Adam Sanders, premio istituito dall’Hollywood Foreign Press Association – che riunisce i giornalisti stranieri a Hollywood -, evento che apre di fatto la stagione dei premi cinematografici. Quest’anno ci sono state alcune sorprese riguardo i vincitori come vedremo di seguito.

golden globes

PREMI CINEMATOGRAFICI
Golden Globes 2019

Green book di Peter Farrelly, film che racconta l’amicizia tra un musicista di colore e il suo autista bianco nell’America segregata degli Anni 60, si è aggiudicato a sorpresa il premio come la miglior comedy o musicalmiglior sceneggiatura e migliore attore non protagonista con Mahershala Ali.

La pellicola dai grandi incassi in tutto il mondo, Bohemian Rhapsody, biopic sulla vita del leader dei Queen, si è aggiudicato il premio come “miglior film drammatico”. All’attore Rami Malek, che ha magistralmente interpretato Freddie Mercury, è andato il premio come migliore attore protagonista battendo Bradley Cooper, candidato come miglior protagonista e anche come miglior regista per A star is born.

Photo by: Paul Drinkwater/NBC

Al film Roma è andato il premio come miglior film straniero mentre al suo regista, Alfonso Cuaron, è andato meritatamente il premio come miglior regista.

Uscito sconfitto dai Golden Globes 2019 è sicuramente il film A star is born con Lady Gaga, che era stato candidato a ben 5 premi (migliore attrice drammatica, migliore canzone, miglior film drammatico, miglior regia, migliore protagonista drammatico). L’unico premio che ha invece incassato il film è stato quello della migliore canzone, Shallow (scritta da Lady Gaga insieme a Mark Ronson e cantata da Gaga e da Bradley Cooper nel film), che purtroppo ha dovuto cedere il premio alla migliore attrice drammatica alla grandissima Glenn Close, per Wife – Vivere nell’ombra.

golden globes

Altro film sconfitto della serata è stato Vice di Adam McCay, candidato a ben 6 nomination (sceneggiatura, attore in una commedia, regista, attrice non protagonista, commedia, attore non protagonista). La pellicola si è accontentata del migliore attore protagonista Christian Bale nei panni di Dick Cheney, ex vice presidente americano sotto George W. Bush.

Olivia Colman, protagonista con Rachel Weisz ed Emma Stone del film di Yorgos Lanthinos La favorita, ha vinto come migliore attrice protagonista in una commedia o musical.

Regina King ha vinto invece come migliore attrice non protagonista per il film di Barry Jenkins Se la strada potesse parlare.

golden globes

PREMI PER LA TELEVISIONE
Golden Globes 2019

Per quanto riguarda la televisione, Michael Douglas ha vinto, tra le altre, il premio per la migliore serie brillante per la serie the Kominsky Method. The Americans, la serie sullo spionaggio sovietico in USA durante da Guerra Fredda, si è aggiudicato il premio alla migliore serie drammatica.

Rachel Brosnahan ha vinto di nuovo come protagonista di “La meravigliosa signora Maisel” nella categoria serie tv, commedia o musical.

Sandra Oh, presentatrice della serata, ha vinto come migliore protagonista per la serie tv dramma “Killing Eve”.

“L’assassinio di Gianni Versace” ha vinto invece due premi, miglior protagonista Darren Criss e migliore miniserie televisiva.

Patricia Arquette ha vinto il Globe per la sua interpretazione in “Escape at Dannemora”.

Patricia Clarkson ha vinto come migliore attrice non protagonista nella miniserie “Sharp Objects”.

Ben Wishaw a sorpresa ha vinto il premio come attore non protagonista in “Uno scandalo molto inglese”, serie in cui ha interpretato Norman Scott, amante del politico Jereny Thorpe (Hugh Grant, candidato anche lui).

Il premo alla carriera Cecil B. deMille Award è andato a Jeff Bridges.

golden globes

L’ appuntamento ora è quello del 22 gennaio, quando saranno annunciate le candidature ai prossimi OSCAR. I giurati dell’Academy da oggi hanno già incominciato a votare.

 

Commento su Faremusic.it