Home Musica “L’infinito” come resistenza culturale: Il nuovo album di Roberto Vecchioni – Conferenza...

“L’infinito” come resistenza culturale: Il nuovo album di Roberto Vecchioni – Conferenza Stampa

Esce venerdì 9 novembre L’infinito, il nuovo album di inediti di Roberto Vecchioni che torna sulle scene da indipendente. La conferenza stampa.

254
0
SHARE
Roberto Vecchioni
Crediti Foto Oliviero Toscani
Voto Utenti
[Total: 2 Average: 4.5]

Esce venerdì 9 novembre L’infinito, il nuovo album di inediti di Roberto Vecchioni che torna sulle scene da indipendente con un progetto dalla trama complessa. E per introdurlo, il professore-musicista ha scelto un piccolo teatro, nel quale la presentazione ha avuto il sapore di una lezione che tanti studenti sognano per una vita intera.

E non è facile raccontare compiutamente, senza fargli torto, un disco che è intriso di poesia e filosofia, di storie di ieri e storie di oggi. Ma forse il cuore di ogni traccia sta tutto in una parola, così breve e così complessa: vita.

È lì che sono racchiusi gli esempi di Giulio Regeni e Alex Zanardi, i versi di Giacomo Leopardi e i racconti di Italo Calvino. In un tessuto di rimandi e stimoli interconnessi che riconducono al tempo e allo spazio dell’oggi.

DME / Artist First

Per questo album – racconta Vecchioni – ho lavorato moltissimo sulle melodie, soprattutto quelle popolari. Ci sono il sirtaki, i canti medioevali e quelli celtici, così come le canzoni della Resistenza. Questo disco è una conclusione (il che non significa che sarà l’ultimo, anzi: ne voglio fare altri dieci!). Per la prima volta non ci sono domande ma una risposta.

Diciamo forte che amiamo la vita, nostra e degli altri perché è straordinaria, nella sua malignità e nella sua dolcezza.

E ancora: “Questo non è un disco non mio, ma di tutte le cose a cui assomiglio, e sono le persone. È un disco di commozione bella e positiva, un disco di resistenza culturale, che non prevede circolazione su internet. Questo album lo si compara per intero, non spezzettato, quindi andrà solo a chi lo vorrà comprare.

L’Infinito trae da Leopardi tanta parte del proprio pensiero, soprattutto nell’interpretazione meno nichilista. “Mi è sempre piaciuto credere che Leopardi non odiasse la vita – scrive il cantautore – ma piuttosto che fosse vero l’inverso e che la sua disperazione, la sua rabbia, il suo sarcasmo fossero reazioni di un amante tradito.

Oltre al poeta romantico, l’altra immensa presenza – questa volta reale – è quella di Francesco Guccini, che duetta con Vecchioni in Ti Insegnerò a volare, ispirato ad Alex Zanardi. “Volevo essere io a dirvelo: ho tirato fuori l’orso dalla tana dopo sette anni che non cantavo”, dice scherzando l’artista, che riflette anche sul ruolo del cantautorato con un esame di coscienza che mette al bando ogni aulico sforzo.

La canzone d’autore viaggia su un crinale e spesso si ha paura di dire cose scontate, ovvie. A volte, per questo motivo, ha pagato il dazio dell’incomunicabilità, perché senza chiave e non entri nel testo. In questi sei anni in cui sono stato fermo come inediti, ho pensato dove ho sbagliato o mancato. Sanremo era interessante in questo senso ma andava portato avanti l’impegno.

La canzone d’autore parla di amore, di libertà, passione, giustizia, ma lo fa a strappi, è frammentata. Bisogna, invece, arrivare al punto centrale: la vita. Intesa non come fatto astratto ma fatta di cose vissute: stare male, stare bene, impazzire, desiderare, cose che si toccano. La vita è la straordinaria bellezza del resistere nel dolore e nella gioia.

Vivere è resistere e amare, diffondendo la propria affettività intorno. E che fine fa Samarcanda? “L’infinito è la sconfessione assoluta di Samarcanda. È dire: ‘Vai destino, sei una merda e io ti batto quando voglio’”.

roberto vecchioni

In occasione dell’uscita del nuovo album “L’Infinito”, Vecchioni vi aspetta a Milano e Roma per due firmacopie:

– 9/11 La Feltrinelli di Piazza Piemonte, Milano ore 18.30
– 11/11 La Feltrinelli di Via Appia Nuova, Roma ore 17

Info e dettagli: https://t.co/5fRmG7pO4S pic.twitter.com/IbjhDmSCTA

TRACKLIST  “L’infinito” di Roberto Vecchioni

  1. Una notte, un viaggiatore
  2. Formidabili quegli anni
  3. Ti insegnerò a volare (Alex)
  4. Giulio
  5. L’infinito
  6. Vai, ragazzo
  7. Ogni canzone d’amore
  8. Com’è lunga la notte
  9. Ma tu
  10. Cappuccio rosso
  11. Canzone del perdono (non presente nel Vinile)
  12. Parola

Commento su Faremusic.it