Home Musica George Michael: per il 2019 arriva un album dance postumo, una colonna...

George Michael: per il 2019 arriva un album dance postumo, una colonna sonora per un film e un concerto tributo

502
0
SHARE
George Michael
Credit photo REUTERS/Stefan Wermuth
Voto Utenti
[Total: 4 Average: 3.8]

E arrivano altri progetti postumi di George Michael, compreso un concerto tributo, dopo l’uscita, l’anno scorso, del docu-Film George Michael: Freedom (leggi nostro articolo e recensione del Film) e della ripubblicazione di “Listen Without Prejudice” (leggi nostra recensione).

Per quanto riguarda la musica inedita, si parla di due progetti: il primo riguarda un album dance e il secondo di musica e brani per la colonna sonora di un film in uscita l’anno prossimo.

Ma andiamo per gradi.

Per quanto riguarda il primo progetto, la Sony Music ha confermato che verrà pubblicato un disco dance a cui George Michael stava lavorando dal 2011 e che non aveva completamente terminato prima della sua morte, avvenuta a Natale del 2016 (leggi nostro articolo).
La condizione principale per la pubblicazione del progetto era il permesso della famiglia dell’artista, permesso accordato solo nell’ultimo anno.

Il sodale amico di George, David Austin, che lo ha seguito artisticamente il cantautore per diversi anni, ha dichiarato che George ha lasciato “tracce di brani dance che ha registrato e tra questi alcuni prodotti finiti e dei bellissimi master lasciati lì.”

David aggiunto inoltre che George aveva espressamente detto di aver “messo insieme un team di produzione e del materiale dance abbastanza grande per lavorarci su, tanto da poter realizzare un disco assolutamente stupendo“, anche se i dettagli su tutto ciò non sono ancora stati resi noti. L’obiettivo di George. con questo progetto, era anche quello di dar spazio ad artisti “gay o gay-friendly”.
Alcuni di questi artisti canterà sulle tracce, al posto di George stesso, secondo anche delle sue espresse intenzioni prima della scomparsa.

Questo album postumo sarà la giusta onorificenza alla memoria di un grande artista e sicuramente saranno rispettate pienamente le intenzioni originarie di George Michael. Quello che si sa di certo è che tutti i suoi colleghi stanno lavorando su questo album ad un grande livello di riverenza e amore verso George.

Il secondo progetto invece brani e riguarda musica inedita di George Michael che farà da colonna sonora ad un film, una commedia romantica che uscirà nel 2019 e che si intitolerà come una grande hit degli Wham del 1984, “Last Christmas”. Il film è stato sceneggiato niente di meno che da Emma Thompson e Bryony Kimmings. A dirigere il film è stato chiamato Paul Feig (“Le amiche della sposa”, “Ghostbusters”).

“Last Christmas” racconterà la storia di Kate (interpretata da Emilia Clarke, famosa per il ruolo di Daenerys Targaryen ne “Il trono di spade”), ragazza londinese un po’ maldestra, impiegata come elfo in un negozio nel periodo di Natale, e di Tom (Henry Golding, attore in “Crazy Rich Asians”), uomo straordinariamente perfetto quasi da sembrare irreale.

Il film dovrebbe uscire in Inghilterra il 15 novembre del 2019. La musica del cantautore anglo cipriota non è nuova come colonna sonora di film, dato che in passato era già apparsa in film come “Beverly Hills Cop II”, “Le regole dell’attrazione”, “Un tuffo nel passato”, “Deadpool” e “Zoolander”.

E per finie, l’ultima notizia riguardante George Michael è quella riguardante un concerto – tributo. Il 25 giugno 2019, data nella quale l’artista avrebbe compiuto 56 anni, ci sarà unevento in suo onore all’O2 Academy Brixton di Londra. Il titolo dell’evento sarà “Cowboys & Angels: Celebrating the Life and Music of George Michael” e vi parteciperanno tanti artisti e amici, soprattutto i componenti della band di George.

In merito, una delle coriste della band del cantautore, Shirley Lewis,ha dichiarato:

Era iniziato come un evento privato per la band di George Michael, per noi, per condividere una serata insieme in onore di un uomo e un amico che a tutti noi manca terribilmente. Noi, la band e i cantanti siamo come una famiglia e ci stiamo unendo per ricordare qualcuno che abbiamo amato e che ci ha amati”.

L’evento si arricchirà di dettagli nel corso dei prossimi mesi. Un nome certo per il momento è quello di Chris Cameron, il direttore artistico di alcuni tour di George, che in merito ha dichiarato che il ricavato del concerto sarà devoluto in beneficenza a Childline, associazione a cui George Michael teneva molto.

 

Commento su Faremusic.it