Home Musica Marco Mengoni: Recensione dei singoli “Voglio” e “Buona vita – Date del...

Marco Mengoni: Recensione dei singoli “Voglio” e “Buona vita – Date del #MengoniLive2019

Marco Mengoni: VOGLIO e BUONA VITA, i singoli apripista del nuovo album, saranno disponibili dalla mezzanotte di stasera. Tutte le date del #MengoniLive2019

1339
0
SHARE
mengoni
Voto Utenti
[Total: 20 Average: 3.7]

Cresce l’attesa per i due inediti di Marco Mengoni, “Voglio” e “Buona vita” (leggi articolo precedente), che saranno disponibili all’ascolto, in radio e streaming, dalla mezzanotte del 19 ottobre (questa notte)

I due brani (ascoltati in anteprima in una delle cinque città italiane in cui Marco ha incontrato alcuni fortunati fan grazie alla collaborazione con Musement) segnano una svolta nel VIAGGIO musicale del Mengoni, che abbraccia il sound latino senza tralasciare il suono tipicamente pop che lo caratterizza.

Come uniti da un filo invisibile, come due facce della stessa medaglia, i due brani escono in contemporanea e rappresentano e anticipano il nuovo mondo musicale del cantautore di Ronciglione, che confluisce nel nuovo album di inediti, con uscita prevista per il 30 novembre.

Mengoni è un artista capace di osare, che non si siede comodamente sugli allori di ciò che ha già costruito (in quasi dieci anni di carriera), ma si spinge oltre, alla ricerca di nuovi suoni, nuove conoscenze, alla ricerca “perduta” della quotidianità di un ragazzo di quasi 30 anni,  da costruire giocoforza lontano dai riflettori.

Così nei suoi innumerevoli viaggi conosce, ascolta, impara, e costruisce la sua nuova strada.

mengoni

È così che lo ritroviamo, nel pezzo scritto a quattro mani con Fabio Ilacqua (e prodotto da El Guincho, produttore dell’ultimo album di Rosalia) dove augura una “buona vita” a chi ci è ancora accanto e chi non c’è più.

Il pezzo, con notevoli influenze latine, ha il compito di mescolare una musica allegra (che Mengoni definisce “quasi partenopea) a un testo profondo, importante.

In  “Voglio” si gioca con il tempo verbale, esasperando una serie di luoghi comuni:

Voglio una moto veloce, tutte le strade vuote/Voglio le caramelle da chi non mi conosce“.

Il pezzo (scritto ancora dallo stesso Marco con Andrea Bonomo e Gianluigi Fazio) è un’esplosione pop.

Farà ballare parecchio.

L’assaggio del nuovo lavoro definisce quindi i contorni di un album importante, al cui interno sono previste diverse collaborazioni.

Importante l’album e importante il percorso di Mengoni: d’altronde un artista capace di rinnovarsi e osare ha già di per sè scelto la strada giusta.

Per mettere le sue “parole in circolo” ancora una volta.

Ad accompagnare il suo Esercito in queste ultime ore d’attesa, anche la pubblicazione delle attese date per il prossimo tour, il #MengoniLive2019

mengoni

Date – Mengoni Live 2019

27 aprile – Torino, Pala Alpitour
1 maggio – Milano, Mediolanum Forum
8 maggio – Roma, PalaLottomatica
13 maggio – Bari, Palaflorio
16 maggio – Caserta, Pala Decò
18 maggio – Eboli, PalaSele
21 maggio – Firenze, Nelson Mandela Forum
24 maggio – Verona, Arena di Verona
29 maggio – Rimini, RDS Stadium
30 maggio – Bologna, Unipol Arena

I biglietti per #MengoniLive2019 saranno disponibili sulla app ufficiale Marco Mengoni per 48 ore a partire dalle ore 10.00 di lunedì 22 ottobre. Dalle ore 10.00 di martedì 23 ottobre partirà la prevendita My Live Nation riservata agli utenti registrati suwww.livenation.it, mentre dalle ore 11.00 di mercoledì 24 ottobre l’acquisto sarà possibile in tutti i punti vendita autorizzati.

SHARE
Previous articleI Subsonica ritornano con l’album “8” – Date del tour
Next articleAlessandra Amoroso, il decennale di una carriera tra presente e futuro -RECENSIONE
Mariafrancesca Mary Troisi
Da sempre appassionata alla letteratura italiana, ho iniziato a scrivere da ragazzina. Passione, insieme a quella per la musica, ereditata da mio padre, scomparso quando ero ancora piccola. In breve tempo la penna e il foglio (o lo schermo di un pc) sono diventati il “mio amico fedele”, capace di comprendere perfettamente ogni mio stato d’animo. Dall’età di 6 anni, per circa 8 anni, ho preso lezioni di pianoforte classico, e per due anni consecutivi, ho fatto parte di un coro, partecipando a svariati concorsi, portando il folclore della mia terra (la Campania) in giro per l’Italia. Esperienza, insieme a quella del pianoforte, volutamente accantonata, ma non conclusa, perché il “mondo della musica” ha continuato ad affascinarmi, anche se in altre “vesti”. Ho iniziato, infatti, a scrivere testi di canzoni, sviscerandomi e “confidandomi” in ogni mio testo, scoprendo così, lati di me, sconosciuti anche a me stessa. Per circa un anno ho collaborato con una rivista, scrivendo racconti. Ho partecipato a diversi concorsi di poesia; le poesie sono sempre state scelte per la pubblicazione. Ho avuto il piacere e onore di essere inserita lo scorso anno nell’Enciclopedia dei Poeti Contemporanei, intitolata a Mario Luzi, patrocinata dal Senato della Repubblica, con 3 poesie. Dall’inizio dell’anno ho una sorta di blog su fb, una pagina sui cui appunto considerazioni, riflessioni, e su cui pubblico periodicamente racconti e poesie. Ho provato di recente anche l’esperienza della radio, facendo uno stage /laboratorio full immersion, con alcuni degli speaker più “quotati” attualmente. Esperienza, quella della radio, che riprenderò a breve, senza abbandonare quello che è il mio sogno più grande, ossia continuare a scrivere. Perché paradossalmente sono i sogni l’unica certezza che abbiamo.

Commento su Faremusic.it