Home Il Jazz 360° Aretha Franklin: è morta la “Queen of Soul”

Aretha Franklin: è morta la “Queen of Soul”

565
0
SHARE
aretha franklin
Voto Utenti
[Total: 2 Average: 5]

E’ da giorni che le voci si rincorrevano sulle cattive condizioni di salute della grandissima Aretha Franklin. Ieri, persone molto vicine alla famiglia, avevano fatto trapelare che l’artista era in fin di vita a causa di un cancro in fase terminale al pancreas (leggi nostro articolo).

La “regina” purtroppo questa volta non ce l’ha fatta malgrado la famiglia e gli amici hanno continuano a sperare in una sua ripresa fino all’ultimo.

Tim Franklin, il nipote dell’artista, qualche giorno fa aveva dichiarato al Magazine americano, PEOPLE, che:

La sua famiglia è con lei. È a casa, è vigile, ride, scherza, è in grado di riconoscere le persone […] L’ho vista dieci giorni fa abbiamo parlato per circa 45 minuti. Mio fratello era lì il giorno dopo e lei era vigile, parlava, rideva e scherzava […] Crediamo e speriamo che ce la farà, e questa è la cosa importante”.

La notizia del peggioramento delle sue condizioni di salute era stata data ieri dal “Showbiz 411” e dal “Detroit News”, e di seguito da tanti magazine americani.

Aretha Franklin, che aveva compiuto 76 anni a Marzo (era nata a Memphis il 25 marzo 1942), si è spenta nella sua casa a Detroit, circondata dall’affetto dei suoi più stretti parenti e amici, oggi 16 Agosto, stesso giorno della morte di Elvis Presley.
A dare per prima la notizia della sua morte e stata Sky News che ha citato l’agente della dell’artista, Gwendolyn Quinn.

Solo ieri, anche Stevie Wonder e il ministro battista Jesse Jackson erano andati al capezzale dell’artista per starle accanto. Tanti i messaggi di cordoglio che arrivano minuto dopo minuto per Aretha e la sua famiglia da tutto l’ambiente musicale, star, addetti ai lavori, discografici e gente comune da ogni dove.

Con Aretha Franklin se ne va un gran pezzo di storia della musica del XX° secolo, una icona del soul e della cultura afroamericana, una donna incredibile dalla forte personalità, una voce potente e inimitabile che ha ispirato tantissime generazioni di artiste.
Il suo repertorio è stato vastissimo con successi che hanno fatto la storia della musica, canzoni come Natural WomanI Say a Little prayerRespect,  I never loved a man (the way I love you), e tante tante tante altre. La sua grandezza artistica può essere paragonata solo a grandissimi nomi quali Ella Fitzgerald, Dinah Washington, Bessie Smith, Billie Holiday, Mahalia Jackson, Nina Simone, e di tutte queste grandi donne Aretha – con il suo duro lavoro sin da giovanissima – ne è stata una perfetta sintesi interpretativa e artistica.

Il suo ultimo concerto risale al 2017 e nel 2009 aveva cantato per l’insediamento di Barack Obama alla Casa Bianca rifiutandosi, invece, di farlo per Donald Trump. La sua ultima esibizione è stata lo scorso novembre a New York al gala della fondazione di Elton John per la lotta all’Aids.

Prima di morire Aretha Franklin ha autorizzato un tributo-concerto che onori i suoi 60 anni di carriera. L’evento si terrà al Madison Square Garden di New York il prossimo 14 novembre.

Ad organizzare il tutto sarà Clive Davis, il direttore artistico di Sony Music (il promoter sarà invece la Live Nation). L’evento si chiamerà “Clive Davis Presents: A Tribute to Aretha Franklin” e vedrà sul palco grandissimi artisti e musicisti cimentarsi su grandi brani del vasto repertorio della Franklin.

Che la terra ti sia lieve REGINA… tu la più grande tra i grandi.

 

Commento su Faremusic.it