Home Angolo FANS “Un Altro Giorno Sulla Terra”: una bomba, il ritorno di Dolcenera –...

“Un Altro Giorno Sulla Terra”: una bomba, il ritorno di Dolcenera – VIDEO

Dolcenera ritorna con il singolo “Un Altro Giorno Sulla Terra” in attesa dell'uscita del nuovo album. Il video è stato girato in Brasile a Rio de Janeiro con la regia di Giorgio Testi

663
0
SHARE
dolcenera
Crediti del FotoMontaggio Immagini ©FareMusic - FMD Copyright
Voto Utenti
[Total: 4 Average: 3.5]
Dolcenera ritorna con il singolo “Un Altro Giorno Sulla Terra” in attesa dell’uscita del nuovo album. Il video è stato girato in Brasile a Rio de Janeiro con la regia di Giorgio Testi

.

Una melodia allegra che tocca le anime e le incita a essere sprezzanti del pericolo“. Questo scrissero dei missionari arrivati in Brasile secoli fa.
Questo potere della musica brasiliana, Dolcenera con il suo nuovo singolo “Un Altro Giorno Sulla Terra”, in streaming e in download su tutte le piattaforme dal 25 maggio, l’ha colto e fatto suo.

Parole e arrangiamento, entrambi a cura della musicista Dolcenera (perché chiamarla cantautrice di fronte a questa produzione è quasi riduttivo), galoppano verso un messaggio più che positivo, “motivazionale” di empowerment, diremmo oggi. Le percussioni, registrate a Salvador de Bahia, fanno la differenza in questo brano e rendono chiara la differenza qualitativa tra la consuetudine di prendere le musiche indefinitamente chiamate “latine” come un blocco, ovvero prendere un beat sempre uguale e incollarci sopra qualcosa, e invece esplorare le formule ritmiche, sincopi, accenti del samba per un incalzare indistruttibile, dove l’energia del brano resta altissima. Le melodie hanno sia intervalli “brasiliani” che blues, genere da sempre nelle corde di Dolcenera : con “Un Altro Giorno Sulla Terra” andiamo al cuore della musica afro-americana, muovendoci nell’America dei viaggi intrapresi dalla cantante in California, Florida Cuba e Brasile nel periodo di scrittura dopo essere stata la coach vincitrice di The Voice of Italy.

Dolcenera è tornata e lo ha fatto con un brano diretto, trascinante, ineludibile, che smuove la vita con la vita.

 dolcenera

In preordine su Amazon troviamo già il 45giri in edizione limitata numerata e autografata dall’artista, disponibile dal 1° giugno ma primo nelle vendite dei vinili alla sua uscita.

E in rotazione su Vevo è online da oggi 25 maggio il music video di “Un Altro Giorno Sulla Terra”, per la regia di Giorgio Testi (Gorillaz, The Rolling Stones, The Killers), girato interamente in Brasile a Rio de Janeiro, in un momento delicato per l’ordine pubblico della città, dopo la morte della politica, sociologa e attivista brasiliana Marielle Franco per la difesa delle donne afroamericane nelle favelas e per i diritti civili dei giovani neri emarginati.

“Un Altro Giorno Sulla Terra” risponde alla paura e alla repressione con la voglia irrefrenabile di sorridere alla vita al ritmo delle percussioni.
Ecco il celebre concetto brasiliano di alegria citato in incipit: la passione e la vitalità che nascono dai contrasti e che nel tempo in cui viviamo diventano un affronto a un mondo che ci vuole spenti e passivi.

dolcenera

A proposito dello spleen odierno, nell’attesa del singolo e del nuovo album Dolcenera si è divertita a pubblicare sui suoi social vari video di cover di alcuni dei brani più conosciuti della scena trap italiana. Dopo mesi di cover diventate virali, eccole raccolte in un EP intitolato “Regina Elisabibbi”, disponibile dal 21 maggio unicamente in streaming. Ritroviamo “Caramelle” della Dark Polo Gang, “Sciroppo” e  “Cupido” di Sfera Ebbasta in un superbo feat con The André che ci ha fatto sognare e non solo per il riferimento comune a De Andrè. Nell’EP anche la cover inedita di “Cara Italia” di Ghali, la più recente cover “Mmh Ha Ha Ha” di Young Signorino, ricostruita sul “Preludio in C minor” di Bach, nonché “Non cambierò mai” di Capo Plaza, nel cui video vediamo Dolcenera all’opera, passare dal piano ai synth a tre percussioni latino-americane.

dolcenera

Chiude la scaletta una versione piano, voce e autotune di Un altro giorno sulla Terra, anticipando così di qualche giorno la versione originale del brano. La transizione dalle cover di questi mesi alla versione particolare del brano al singolovero e proprio è riuscita : il passaggio sta nelll’autotune e nello stile vocale disteso che caratterizza la trap, alla versione radiofonica senza filtri né paura, per effetto sorpresa è gigantesco.

È deciso, Un altro giorno sulla Terra è già la canzone dell’estate e l’infusione di energia di cui c’era bisogno in un panorama musicale italiano molle che si appresta a essere invaso da tormentoni estivi altrettanto latinamente molli. Noi che pretendiamo musica per scatenarci, parole sensate da cantare e energia allo stato puro, con Un altro giorno sulla Terra ogni volta alzeremo il volume della radio.

Commento su Faremusic.it