Home Musica Recensioni Concerti Giorgia al Forum di Assago: la potenza del bello e del raffinato...

Giorgia al Forum di Assago: la potenza del bello e del raffinato – RECENSIONE

Giorgia si esibisce al Forum di Assago, ed è un'apoteosi di bravura. L' 8 marzo 2018, sul palco del Mediolanum Forum, c'è la donna, la compagna, la mamma e la grande artista al centro del palco, in una tappa del suo “Oronero Live 2018”

359
0
SHARE
giorgia
Crediti Foto Tiziano Ballabio per nightguide
Voto Autore

Giorgia si esibisce al Forum di Assago, ed è un’apoteosi di bravura.

.
8 marzo 2018, quale giorno migliore per festeggiare una delle cantanti più straordinarie del nostro panorama musicale!? Sul palco del Mediolanum Forum di Assago c’è la donna, la compagna, la mamma, al centro del palco c’è Giorgia.

Oronero Live 2018” è un tour di sei date che torna dopo il tour del 2017: Roma, Milano, Padova le città su cui fa tappa.
Il Forum è gremito, la scenografia è essenziale ma efficace, il palco è posizionato al centro del Palasport, su di esso una ramificazione di tentacoli sospesi che svettano verso il cielo, ai quattro angoli del palcoscenico: Sonny Thompson (basso, chitarra e voce); Mylious Johnson (batteria); Claudio Storniolo (piano); Gianluca Ballarin (tastiere); Giorgio Secco (chitarra e voce) nel presentarlo Giorgia specifica che suona in casa, perché di Milano.

giorgia
Crediti Foto Tiziano Ballabio per nightguide

I musicisti sono posti su pedane mobili che li fanno ruotare da un angolo del palco all’altro. Giorgia entra in scena con “Oronero”, subito dopo attacca con “Il mio giorno migliore”; il concerto è dinamico, il palco al centro consente a Giorgia di girare di continuo e abbracciare, con la sua voce, il pubblico.

Il concerto è spettacolare e ricco di ospiti, su “Vivi davvero” ci sono gli Psycodrummers, straordinari percussionisti che entrano in scena da un lato del Forum, salgono sul palco e assieme con Giorgia eseguono il brano, a percussioni battenti, ruotando attorno al palco.

La scaletta è ricca di grandi successi, che Giorgia, per accontentare il pubblico tende a non stravolgere con i suoi noti gorgheggi. Sulle note di “Regina di notte” Giorgia è accompagnata da ballerini che accendono e colorano la scena rendendo il pezzo ancora più dinamico, e qui, tra loro, Giorgia si diverte a rappare.

giorgia
Crediti Foto Tiziano Ballabio per nightguide

È la volta dell’applauditissima “Come saprei” che canta assieme al pubblico, al termine anticipa: «mo famo l’artra», riferendosi, com’è chiaro, a “E poi”, qui, nel farla a modo suo, fa perdere il pubblico che vorrebbe cantarla assieme a lei, qui ironizza: «avete ragione voi, so’ io che so’ lenta, ma facciamola piano, piano, che fretta c’è!».

Con “Tu mi porti su” gli ospiti sono i Man In Brass Ensemble, anche questa è l’occasione per suonarla in fila indiana, circolando, prima in platea, poi attorno al palco.

La prima parte del concerto, prima che Giorgia rientri, acclamata, in scena, si chiude con “Come neve” (la sera prima cantata in duetto sul palco con Marco Mengoni) e con una spolverata di coriandoli bianchi.

giorgia
Crediti Foto Tiziano Ballabio per nightguide

Tra note dinamiche e continui cambi di scena al centro del concerto c’è Giorgia e la sua musica, il suo repertorio e le canzoni che lei ha più amato.

Per salutare il pubblico il concerto si chiude con un omaggio alla musica del 1998, il ’98 è il pretesto per cantare “Onde”, omaggio all’immenso Alex Baroni, il medley comprende “Baby one more time” di Britney Spears, “My love is your love”, portata al successo da Whitney Houston, “I don’t want to miss a thing” degli Aerosmith e “My heart will go on”, colonna sonora portata al successo da Celine Dion.

Dopo quasi tre ore di live, Giorgia si conferma, non che ce ne fosse bisogno, una delle, se non la voce più straordinaria della scena musicale italiana, nonostante il suo repertorio non sempre sia all’altezza delle sue qualità vocali, riesce, attraverso la sua potenza e limpidezza ad arrivare al suo pubblico.

giorgia
Crediti Foto Tiziano Ballabio per nightguide

SCALETTA Oronero Live 2018 – Giorgia

Oronero
Il mio giorno migliore
È l’amore che conta
Chiamami tu – Turn your lights down low
Mutevole
Vivi davvero
Scelgo ancora te
Quando una stella muore
Non mi ami
Gocce di memoria
Regina di notte
Come saprei
E poi
Per fare a meno di te
Eternità
Vado via
Tu mi porti su
Di sole e d’azzurro
Marzo
Io fra tanti
Come neve
Per non pensarti
…Baby one more time – My love is your love – I don’t want to miss a thing – My heart will go on – Onde (medley)
Credo

Commento su Faremusic.it