Home Musica George Michael un anno dopo: Lettera ad un figlio/fratello mai morto… –...

George Michael un anno dopo: Lettera ad un figlio/fratello mai morto… – La famiglia scrive una missiva ai fan

Ad un anno di distanza dalla sua morte, la famiglia di George Michael posta sul sito ufficiale e sui social una "lettera" molto emozionante ai fan. "Listen Without Predjudice 25 -MTV UNPLUGGED" torna ai vertici delle classifiche e il docu-film George Michael:Freedom viene ritrasmesso.

364
0
SHARE
george mihael
Voto Utenti
[Total: 3 Average: 4]

di Mela Giannini

E’ passato un anno da quel tragico “Last Christmas”, giorno in cui si consumò la storia di una “morte annunciata“, così come scrissi nel titolo dell’articolo che annunciava la morte di George Michael.

Questo è un giorno che intimamente e profondamente temevo arrivasse, come una sorta di giorno inevitabile… una drammatica sensazione, simile ad un presagio, che ormai da tempo, chi lo amava e lo seguiva, si portava dentro“. Questo e tanto altro, scrissi di getto la notte di quel Natale (leggi qui l’articolo), coinvolta come ero emotivamente anche da un dramma familiare, visto che negli stessi giorni stava morendo prematuramente, in un ospedale, mio padre:

“Personalmente sto attraversando un momento difficile della mia vita, sto guardando la morte aleggiare attorno ai miei più cari affetti… e lei me la ritrovo ovunque in questi giorni, tra le sofferenze di gente che piano, trasfigurata nel viso, prende le sue sembianze. E questa sera eccola ancora qui, inesorabile e impassibile, che porta via un pezzo della mia vita, il mio mentore, il mio idolo, il mio artista tra gli artisti, colui che, da ragazzina, ha battezzato in me l’amore per la musica…

george michael

Ad un anno di distanza dalla sua morte, la famiglia di George posta, sul sito ufficiale e sui social, una “lettera” molto emozionante dedicata ai fan dell’artista, accompagnata da una foto che riprende un George bambino nella neve in compagnia di un cagnolino e il sodale amico David Austin:

Vogliamo ringraziarvi prima di tutto per aver portato Listen Without Predjudice (leggi nostra recensione a cura di Athos Enrile) di nuovo al numero uno delle classifiche. Siamo stati felici e tristi allo stesso tempo.
Non sembra anche a voi di vedere il suo sorriso e non vi pare di sentirgli dire: ‘Grazie miei cari’?
Era così felice nell’aver dato la versione MTV Unplugged che tanti chiedevano. Aveva amato quella notte magica e la registrazione mostra la sua gioia in quell’esibizione.

Quest’anno è stato difficile, una collezione di sfide nuove e difficili per chi come noi è sempre stato vicino a Yog (nomignolo con cui George veniva chiamato dalla famiglia e amici – n.d.r.). Una delle più faticose è stata ignorare Last Christmas e December Song, trasmesse nei negozi e in radio, come succede ormai da decenni.
Sarà dura passare il Natale senza di lui, ma sappiamo che non siamo soli nel nostro lutto, nell’anniversario della sua scomparsa, e che la tristezza della nostra più ampia famiglia, e degli amici veri, è condivisa da molti di voi […] Yog, che amava il Natale, e sperava sempre che nevicasse… avrebbe voluto che ognuno di voi che lo ammiravate e amavate (sì, lui lo sapeva!!) brindasse, ascoltando la sua musica e pensando intensamente a lui, godendosi le feste con amici e famiglia […] Così se potete, in sua memoria, quest’anno, fermatevi un momento, fate un bel respiro e dite forte i vostri: ‘I Love You’, ‘ti voglio bene’, non lasciate che il tempo scorra dandoli per scontato, perchè potrebbe essere l’ultima volta […] Buon Natale a tutti, e come avrebbe detto il nostro caro Yog: ‘Abbiate cura di voi’“.

La firma collettiva è delle sorelle Melanie, Yioda, del padre Jack,  e dell’amico David… che scrivono: “guardando in alto…Yog, Lesley (mamma di George- n.d.r.), Anselmo (l’amore della vita di George. n.d.r.), Hippy, Mo e Meg (suoi cani morti- n.d.r.) sorridendo con lo sguardo verso il basso.

george michael

E proprio in questi giorni, a Natale, su Vh1 (canale 67 del digitale terrestre) e su Sky Arte, è andato nuovamente in onda il Docu-Film George Michael: Freedom (leggi nostro articolo e recensione del Film) lavoro quasi “profetico”, visti i contenuti e tempistica relativa alla conclusione della lavorazione… considerando che fu terminato pochi giorni prima di quello sfortunato Natale 2016 in cui George morì.

Commento su Faremusic.it