Home Musica Tutto pronto per la 23° Edizione del MEI – Il programma e...

Tutto pronto per la 23° Edizione del MEI – Il programma e “Il Premio dei Premi” con Alberto Salerno

306
0
SHARE
mei
Voto Utenti
[Total: 2 Average: 5]

di Veronica Ventavoli

Anche quest’anno a Faenza è tutto pronto per ospitare il festival della musica indipendente: il programma della 23° edizione del Mei – Meeting degli Indipendenti, in scena dal 28 settembre al 1° ottobre, è davvero ricchissimo.

Ad aprire le danze, giovedì 28 settembre (serata anteprima), sarà Ermal Meta: il cantautore d’origine albanese incontrerà gli studenti faentini insieme a Radio Rai e riceverà il Premio Radio Rai Live come miglior artista live dell’anno. Vale la pena ricordare che già negli anni scorsi, proprio al MEI, un Meta non ancora famoso era stato premiato per due volte come talento emergente grazie agli album Ameba 4 e La Fame di Camilla.

Venerdì 29 settembre, giornata dell’apertura ufficiale del Mei, come da tradizione sono di scena le tradizioni musicali locali: in Piazza del Popolo alle 18 sono attesi Ambrogio Sparagna e le Corali romagnole, che in serata si sposteranno a Casa Spadoni; nel Piazzale Pancrazi, a partire dalle 21, i visitatori potranno godere dello Street Food di Cucine a Motore, gustandosi inoltre l’omaggio di Leo Pari all’indimenticato Lucio Battisti.

Sabato 30 settembre, la mattina, ci aspettano i seminari Adastra dedicati alla formazione dei giovani musicisti che vogliano affrontare al meglio il mondo della discografia; nel corso del pomeriggio, numerosi interventi di professionisti del settore al già rodato Campus Mei. Fra i protagonisti, Brunori SAS, miglior artista PIMI del 2017 in concerto al Teatro Masini.  Grande spettacolo in Piazza del Popolo, a partire dalle 20.00: la serata apre con i Canova, premiati col Super Mei Circus come band rivelazione dell’anno; a seguire la premiazione della Mei Superband 2017, con i migliori musicisti della scena indipendente votati in rete, da Daniele Coccia (Voce – Muro del Canto) a Marco di Nardo (Chitarra – Management del Dolore Post Operatorio). È prevista l’esibizione della vincitrice del Premio Freak AntoniChiara Brancaccio. Il premio, com’è noto, è stato istituito in memoria di Freak Antoni, storico leader degli Skiantos, che festeggiano i 40 anni di carriera con tantissimi ospiti, da Zibba agli Espana Circo Este, dai Modena City Ramblers a Omar Pedrini.

Inoltre il 30 Settembre ci sarà “Il Premio dei Premi” ideato e realizzato da Giordano Sangiorgi con la consulenza artistica di Enrico Deregibus.
Questo Premio chiamerà a raccolta i vincitori dei più importanti concorsi di canzone d’autore e world music dedicati ad artisti.
Ospite d’eccezione in giuria sarà il grande autore e produttore discografico Alberto Salerno. L’appuntamento è alle 20 al Teatro Masini di Faenza. Sul palco: Mezzania per il Premio Pierangelo Bertoli,  Roberta Giallo per il Premio Bindi, i Blindur per il Premio Buscaglione, Giulia Mei per il Premio Cesa, Sighanda per il Premio d’Aponte, i Tamuna per il Premio De André, Guido Maria Grillo per il Premio Lauzi, Carmen Ferreri per il Premio Luttazzi, i Pupi Di Surfaro per il Premio Andrea Parodi.
Una giuria composta da addetti ai lavori e giornalisti decreterà un vincitore che si aggiudicherà un premio di 500 euro, più un pacchetto promozionale a cura dell’Altoparlante e uno spazio promozionale nei canali del Mei.

Domenica 1 ottobre, sul palco di Piazza del Popolo, l’attesissimo Concerto per la pace, la solidarietà e i diritti. In occasione della visita di Papa Francesco in Romagna il Mei dedica infatti uno spazio precipuo al tema della solidarietà tra i popoli con Alexian Santino Spinelli Group & Orchestra Europea, con la partecipazione – fra gli –  di un coro gospel proveniente dalla Nigeria, a cura dell’Associazione Farsi Prossimo. Fra i tanti ospiti anche Diodato, impegnato nel “Cosa siamo diventati” Tour.

Il gran finale dell’evento vede la presentazione al pubblico di due produzioni targate Mei: il secondo album di Miro Sassolini prodotto dalla Contempo Records e l’ultimo lavoro dei Piccoli Animali Senza Espressione.

Questo il link dove trovare l’intero programma del MEI 2017.

Commento su Faremusic.it