Home Rubriche Rubrica Televisione C’è qualcuno? La tragedia di Rigopiano su Rai 2 in Prime time

C’è qualcuno? La tragedia di Rigopiano su Rai 2 in Prime time

Si è rivissuto la tragedia di Rigopiano su Rai 2, attraverso la voce di Alessandro Haber. I Vigili del Fuoco, la Guardia di Finanza e il soccorso alpino sono stati i veri eroi.

507
0
SHARE
rigopiano
Crediti del FotoMontaggio Immagini: ©FareMusic - FMD Copyright
Voto Utenti
[Total: 1 Average: 4]

di Luigi Calivà

Il dialetto romano, spesso abbinato ad un certo mondo, ad una mentalità, spesso dileggiato e abbinato al “se vedemo dopo” o a “sticazzi”, assume un valore eroico e un altro suono se esce dalle bocche dei Vigili del Fuoco, della Guardia di Finanza e del Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico (CNSAS) soccorritori di Rigopiano.

rigopiano

Eroi sconosciuti che infilano corpo e anima in un buco stretto sotto la valanga senza sapere se e come uscire, o se qualcuno risponderà alle loro disperate chiamate. “C’è qualcuno?

E quando per miracolo qualcuno risponde, in loro si sente e si tocca la gioia e la soddisfazione che annulla ogni fatica ed ogni sforzo, anche se è durato giorni e giorni senza sosta.

La suadente, calda, emozionata e inconfondibile voce di Alessandro Haber racconta gioie, dolori, speranze e delusioni, vite ritrovate e vite spezzate che forse potevano essere evitate.

rigopiano
Crediti Foto Giulio Mentucia

Vite sospese per giorni e giorni quelle degli eroi soccorritori e dei parenti che aspettavano angosciati risposte sotto metri e metri di neve, accompagnata da una emozionante colonna sonora. Si sa la musica riesce sempre a fare da contrappunto ad immagini ed emozioni vere, di gioia per la scoperta dei superstiti, e di dolore e rassegnazione nello scoprire che per molti non c’è più nulla da fare.

Questa è la televisione “del dolore”, di verità e non di finzione scenica che vorremmo vedere dal servizio pubblico.

Le lacrime e la commozione sono spontanee in chi guarda il programma, almeno a me è accaduto.

rigopiano


Restano due domande:

A quando delle medaglie e dei riconoscimenti ai soccorritori?

La giustizia riuscirà a fare il suo corso stavolta, 29 vittime e 11 superstiti, e altre 6 vittime di cui due soccorritori morti in un incidente in elicottero nei giorni successivi, riusciranno ad avere giustizia?

SHARE
Previous articleMax Pezzali con Nile Rodgers e Saturnino dimostra quali sono “Le Canzoni alla Radio”
Next articleFoo Fighters tornano con il singolo “Run” e un video incredibile – A Settembre nuovo album
Luigi Calivà
Ha iniziato la sua carriera nel mondo della musica come tecnico o tecnico del suono (nella prima metà degli anni 80) lavorando in tour con artisti come Rettore, Sergio Endrigo, la Bottega dell’Arte, Gepy & Gepy, Mia Martini, Nada, Mimmo Locasciulli, Riccardo Cocciante, Luca Barbarossa, Locasciulli & Ruggieri. Dopo una piccola esperienza come promoter discografico radiofonico, passa dall’altra parte della barricata diventando il direttore dell’ufficio discografico di RDS sin dalla sua nascita e per sedici anni. Dopo la sua uscita da dall’emittente diventa per alcuni anni il direttore marketing della divisione eventi Friends & Partners (oggi F&P Group), importate agenzia Italiana per la musica live. Ha fatto anche il general manager di un’etichetta indipendente producendo compilation e prodotti discografici di catalogo, riuscendo a vendere oltre un milione di dischi, e aggiudicandosene diversi d’oro e di platino. Ha gestito anche una società di edizioni musicali con un notevole catalogo, curando anche diverse colonne sonore per film e cartoni animati. E stato anche produttore o manager di artisti come Gegè Telesforo, Gli Stadio o Alex Britti, e ha collaborato come consulente per il management con molti altri artisti. Ha curato come produttore esecutivo due particolari progetti teatrali e musicali, “Britti & Bennato” e “Barbarossa & Marcorè”. E’ generalmente considerato un esperto di radiofonia, management musicale, produzione discografica, eventi musicali, sponsoring musicale, marketing entertainment e comunicazione non convenzionale legata al settore musica e dello spettacolo in genere. Ama definirsi un libero pensatore e scrivere, e ad oggi ed ha pubblicato due romanzi, “Il Cantautore” e “John Lemnos” (scritto con Fulvio Ottaviano). Ha inoltre pubblicato un e-book, un manuale dedicato ai giovani artisti che iniziano la loro carriera nella musica dal titolo. “Essere artisti nel nuovo mercato musicale e avere successo” che aggiorna ogni 2 anni. Oggi per non farsi mancare nulla, gestisce un’azienda di famiglia che nulla ha a che fare con la musica.

Commento su Faremusic.it