13.6 C
Milano
mercoledì, Aprile 8, 2020

Coronavirus: la Rai con la “Musica che unisce” per aiutare la Protezione Civile

In questo momento difficile per l'Italia a causa dell'emergenza sanitaria da Coronavirus, la Rai organizza un evento con il meglio della musica, e non...

Ultimi post

Disinteresse Generale, esordio di una band in quarantena, dalle registrazioni home-made ad una importante collaborazione internazionale

Disinteresse Generale è un trio strumentale nato ai tempi del Coronavirus composto da studenti dei Conservatori di Cuneo e Genova, che hanno iniziato a comporre...

NINA SIMONE: “Fodder On My Wings” torna su etichetta Verve

FODDER ON MY WINGS, FONDAMENTALE ALUM DELL’ULTIMO PERIODO DI NINA SIMONE, RIVEDE LA LUCE SU ETICHETTA VERVE:  PER LA PRIMA VOLTA, SU TUTTE LE...

Coca Cola e Cremonini insieme per Croce Rossa Italiana: una donazione e una campagna di crowdfunding #ungiornomigliore

Per dare un contributo concreto alla lotta all’epidemia di COVID-19 in Italia, dopo una donazione di 1,3 milioni di euro, parte la seconda fase a...

KATY PERRY ESCE CON “NEVER WORN WHITE” – VIDEO

"Never Worn White", il nuovo singolo di Katy Perry.  La ballata è stata scritta da Katy con Johan Carlsson, John Ryan, Jacob Kasher Hindlin...

Samuel: “Il Codice della bellezza” è un convincente disco pop contemporaneo – RECENSIONE

Voto Autore

di Veronica Ventavoli

A qualche settimana dalla sua uscita, è possibile tentare un bilancio per quanto riguarda il primo lavoro solista di Samuel Romano, cantante dei Subsonica: registrato fra Torino, Roma e New York e realizzato con un team di tutto rispetto – basti pensare alla produzione affidata a Michele Canova e alla presenza di ben cinque pezzi scritti da Lorenzo Jovanotti –  “Il Codice della bellezza” sta avendo un riscontro più che positivo da parte del pubblico (attualmente è il 13° album più venduto nella classifica Fimi) e una buona fetta di critici lo ha accolto con elogi a nostro avviso più che motivati.

samuel


“Smettere di cercare risposte, smettere di aver curiosità, smettere di sentirsi come un bambino che impara a camminare è la fine di tutto”
: Samuel commentava così, qualche mese fa, l’uscita del singolo “La risposta”, primo estratto de “Il Codice della bellezza”, e di fatto sembra essere proprio questa la linea guida dell’intero lavoro.

Debuttare come solista dopo oltre vent’anni come frontman di una delle formazioni italiane in assoluto più apprezzate da pubblico e critica è di per sé la prova che Samuel abbia voluto rimettersi in gioco; farlo in maniera originale, senza cioè appiattirsi su suoni e tematiche già rodati, col rischio quindi di non convincere fino in fondo lo zoccolo duro dei fan dei Subsonica, dimostra quanto questa volontà sia stata perseguita da Samuel in tutta onestà.

Echi “subsonici” sono tutt’altro che assenti nell’album, specialmente nei primi tre estratti molto radiofonici (oltre a “La risposta”, la sanremese “Vedrai” e “Rabbia”), ma “Il Codice della bellezza” non è soltanto questo.

samuel
Samuel – Vedrai – Sanremo 2017

Le 14 tracce rivelano prima di tutto un Samuel più “solare”, più melodico e interprete decisamente ispirato; se in alcuni brani è presente una certa cupa amarezza (pensiamo a “Dea”, sesta traccia che tratta di un amore/ossessione) l’album nel suo insieme può dirsi un viaggio attraverso le molteplici facce dell’amore introspettivo ma vitale, mai rassegnato (“I sogni più intensi sono andati, troverai il modo di ricominciare e lo sai che certe volte può andar male”, recita il testo di “Più di tutto”).

Il disco rivela inoltre quanto la personalità di Samuel sia ben definita e matura: la cifra stilistica marcatamente elettronica di Michele Canova, com’è noto uno dei produttori più richiesti del momento, è tanto forte e riconoscibile da aver molto spesso completamente soverchiato l’impronta sonora propria degli artisti da lui prodotti. “Il Codice della bellezza” può dirsi un’eccezione a questa regola: “Rabbia”, per esempio, è forse il brano in cui la firma sonora di Canova si percepisce più chiaramente eppure il risultato finale è un amalgama perfetto dei due mondi.

samuel
Samuel – Rabbia VIDEO

Qualcosa di simile avviene nei pezzi che portano la firma di Jovanotti: dal duetto “Voleva un’anima”, a mio avviso il brano più orecchiabile, alla coinvolgente ballad “La luna piena” e perfino in “Niente di particolare”, che è forse la canzone meno incisiva del gruppo nonostante l’arrangiamento molto curato, il mondo di Samuel si lascia piacevolmente contaminare senza perdere di vista la propria essenza.

Se volessi sapere cos’è la bellezza guarderei dritto verso di te”, canta Samuel in un passaggio della splendida title track che vale la pena parafrasare: se volessimo sapere cos’è un convincente disco di pop contemporaneo di sapore internazionale dovremmo guardare dritto verso “Il Codice della bellezza”.

samuelTracklist:
1. La risposta
2. Vedrai
3. Rabbia
4. Il treno
5. Più di tutto
6. La statua della mia libertà
7. Qualcosa
8. Come una cenerentola
9. Voleva un’anima ft. Lorenzo Jovanotti Cherubini
10. La luna piena
11. Passaggio ad un’amica
12. Il codice della bellezza

 

L’album completo è su Spotify:

Latest Posts

Disinteresse Generale, esordio di una band in quarantena, dalle registrazioni home-made ad una importante collaborazione internazionale

Disinteresse Generale è un trio strumentale nato ai tempi del Coronavirus composto da studenti dei Conservatori di Cuneo e Genova, che hanno iniziato a comporre...

NINA SIMONE: “Fodder On My Wings” torna su etichetta Verve

FODDER ON MY WINGS, FONDAMENTALE ALUM DELL’ULTIMO PERIODO DI NINA SIMONE, RIVEDE LA LUCE SU ETICHETTA VERVE:  PER LA PRIMA VOLTA, SU TUTTE LE...

Coca Cola e Cremonini insieme per Croce Rossa Italiana: una donazione e una campagna di crowdfunding #ungiornomigliore

Per dare un contributo concreto alla lotta all’epidemia di COVID-19 in Italia, dopo una donazione di 1,3 milioni di euro, parte la seconda fase a...

KATY PERRY ESCE CON “NEVER WORN WHITE” – VIDEO

"Never Worn White", il nuovo singolo di Katy Perry.  La ballata è stata scritta da Katy con Johan Carlsson, John Ryan, Jacob Kasher Hindlin...

I piu' letti

LA CANZONE PROFETICA DI GIORGIO GABER: “DESTRA-SINISTRA”

di Roberto Manfredi  C’è una sola canzone che potrebbe sostituire l’inno di Mameli, è Destra-Sinistra di Giorgio Gaber. Non è solo una canzone apparente satirica,...

Analisi del testo “Fin che la barca va”

di Alberto Salerno So che a molti sembrerà strano che io abbia deciso di affrontare l’analisi di questo grande successo di Orietta Berti, scritto da...

Viaggio nelle canzoni: Vattene amore

di Alberto Salerno Sono affezionatissimo a questa canzone, un vero emblema che rappresenta, insieme a poche altre, il Festival di Sanremo. Minghi e Panella ne...

La lunga storia della proprietà dell’Edizioni delle canzoni dei Beatles dal 1963 fino ai giorni nostri

di Claudio Ramponi Per comprendere meglio l'intera vicenda bisogna fare un salto nel passato e conoscere di un personaggio chiave: Dick James. Nato a Londra nel 1920,...

Viaggio nelle canzoni: “Il più grande spettacolo dopo il big bang” di Jovanotti

di Alberto Salerno Jovanotti e "Il più grande spettacolo dopo il big bang" - Fonte Testo Wikipedia: Il brano è caratterizzato da un sound rock,  che il...

Resta in contatto

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.