9.3 C
Milano
sabato, Marzo 2, 2024

Ultimi post

Soul System, lunga vita al Soul

di Roberto Manfredi

Ode ai Soul System. Hanno “soul” un difetto : dopo la loro vittoria a X-Factor non potremmo più criticare il talent show musicale più noto della tv. Qualche complottista dei Social ha provato a postare la solita bufala digitale, come quella che Sky avrebbe preteso di far vincere una band in questa edizione. Ovviamente non ci crede nessuno.

Nemmeno noi che abbiamo tifato alla grande per loro, ma che avremmo scommesso una cifra sulla facile vittoria di Gaia. Non è andata così. I Soul System hanno rivoltato come un calzino i pronostici. Ode a loro quindi, e per molteplici ragioni. Proviamo a stilare una classifica dei loro meriti. Ecco la Top Ten:

Crediti Immagine: Ansa/Matteo Bazzi
  1. In un Paese in cui arrivano primi i ragazzini gratta e vinci, come Fragola o Galeazzo, ecco che un gruppo di giovani, ma non ragazzini, e perlopiù di colore , stravincono, facendo retrocedere in serie B il solito pop melenso all’italiana.
  2. In un Paese in cui in trent’anni di televisione si sono visti solo due africani, come Idris e Balotelli, ecco che ne arrivano ben quattro, più un quinto con doppia nazionalità, almeno musicalmente parlando, totalizzando il record di ascolto tra tutte le edizioni di X-Factor.
  3. I Soul System hanno persino rivalutato come tutor  Alvaro Soler, da tutti giudicato come il meno competente, insieme all’improbabile Arisa. In realtà è accaduto il contrario, al punto che nel corso della finale, Soler ha annunciato che i Soul System parteciperanno al suo tour. In un certo senso ha vinto anche lui.
  4. I Soul System hanno mostrato a tutti, compreso il “rapper” Fedez, come il Rap possa trovare il suo giusto riconoscimento in un panorama musicale ben più esteso, che abbracci anche il Soul, il Funky, la Dance, R’n’B e la Black Music in generale. Hanno anche rimarcato la differenza tra il Rap autentico e quello nostrano, troppo spesso bistrattato a canzonetta estiva.
  5. I Soul System hanno addirittura due front-man. Due cantanti diversi nello stile e nel look, ma perfettamente integrati. Fatto rarissimo in una band.
  6. La loro formazione è originalissima: batterista, bassista, un tastierista, due cantanti solisti e nessun chitarrista. Trovatemi una band italiana che suoni Funky e Soul senza un chitarrista elettrico e vi inviterò a Detroit.
  7. Hanno una forte personalità. Possono suonare brani dei Kool & The Gang come Earth Wind and Fire, conservando il loro stile e la loro identità.
  8. Hanno i merito di far conoscere ai ragazzi una musica spesso dimenticata dalle radio e dai media in generale. Persino nelle discoteche non si balla più il Soul, dato che da qualche anno si vive in una sorta di “dittatura” Pop. E il Soul è la musica più divertente, calda, aggregante che ci sia, che oltretutto non provoca alcun gap generazionale come invece accade in altri generi e stili musicali, dall’ Hip-Hop al Metal, dalla Techno all’Elettronica.
  9. Se non sbaglio, i Soul System vivono tra Brescia e Verona, città in cui l’integrazione razziale non è pienamente riuscita. Vederli apprezzati da molti giovani (e non) ha sicuramente un effetto positivo e un valore culturale importante.
  10. E a proposito di gap generazionale, chiudo la classifica aggiungendo un loro inconsapevole merito. Ebbene sì, sono riusciti persino a far votare uno come me, uno che ha sempre detestato televoti, sondaggi, exit-poll e quant’altro. E questo, credetemi, è davvero un fatto straordinario.

Ora spetta ai Soul System, ma soprattutto alla Sony, dare continuità a questa vittoria perché non diventi un fatto musicalmente irrilevante o occasionale. Lunga vita ai Soul System. Riempiteci di inediti e fateci saltare sulle sedie. Ne abbiamo bisogno per sopravvivere alle lacrime sanremesi.

 

Facebook Comments

Latest Posts

I piu' letti

Resta in contatto

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.