Home Musica Recensioni Album Bon Jovi: “Scars on This Guitar” è il nuovo singolo di “This...

Bon Jovi: “Scars on This Guitar” è il nuovo singolo di “This House is not for Sale” – RECENSIONE

1105
0
SHARE
Voto Autore

di Angela Paonessa

I Bon Jovi pubblicano un nuovo singolo, “Scars on this Guitar”, tratto dall’ultimo album pubblicato lo scorso 4 novembre, This House is not for Sale, in contemporanea con il terzo singolo estratto Labor of Love. Il disco è stato anticipato dall’omonima prima traccia uscita il 12 agosto e dal secondo singolo Knockout pubblicato invece il 21 ottobre

La new entry “Scars on This Guitar” è accompagnata da un video ufficiale presente sul canale Youtube della band. Una “ballad” in pieno stile Jon Bon Jovi, dalle sonorità molto classiche in cui spicca il suono della chitarra acustica e l’inconfondibile voce del frontman e leader della band del New Jersey.

A queste uscite si è unito poi il quarto singolo Come on Up to Our House pubblicato l’11 novembre. Anche Labor of Love non si discosta molto da quello che oramai sembrerebbe essere divenuto un marchio di fabbrica ben collaudato e pieno di sicure soddisfazioni, tanto da essere nuovamente confermato in Come on Up to Our House, brano concentrato su una ritmica leggermente più allegra. Knockout è invece il tipico rock potente con un buon ritmo che richiama alcuni dei più grandi successi della band, da These Days, Lay Your Hands On Me, Runaway fino a Bounce. Così come lo è Scars on This Guitar (brano che ha dato il nome all’album), di stampo più marcatamente rock rispetto agli altri singoli editati.

Un album che tuttavia non porta nessuna nuova a livello sonoro, dove le uniche novità sono rappresentate da assenze importanti come quella di Ritchie Sambora, chitarrista storico e co-fondatore della band che ha abbandonato il gruppo nel 2014 dopo alcune divergenze interne, e quella di Desmond Child, autore e compositore di altissimo livello che ha firmato non solo i più grandi successi della band come Livin’ on a Preyer o Bad Medicine ma che ha anche collaborato con Aerosmith, Kiss, Deep Purple, giusto per citarne alcuni.


Un progetto discografico (il ventunesimo tra studio, live e raccolte) che arriva a 32 anni di distanza dal primo Bon Jovi, e che forse sarà ricordato più per le sue mancanze piuttosto che per i contenuti presenti. Di certo non si può dire che sia un cattivo album, i fan del gruppo non troveranno mai un difetto nelle loro canzoni, ma bisogna ammettere che continuare a far emozionare il proprio pubblico non è semplice per nessun artista e pezzi come You Give Love a Bad Name, Wanted Dead or Alive, Born to Be My Baby, Keep the Faith, Always, It’s My Life probabilmente non ne verranno scritti più.

Si tratta comunque di un disco registrato bene, con delle belle chitarre suonate dal nuovo solista Phil X, e che non deve dimostrare nulla, così come lo stesso Jon Bon Jovi (al secolo John Francis Bongiovi Jr.) dichiarò nelle interviste che hanno preceduto l’uscita del disco. Sono milioni poi i fan che seguono i Bon Jovi fin dagli esordi e che non mancheranno di dare prova del loro affetto anche verso questa nuova uscita, come dimostrano i numeri delle vendite (l’album ha debuttato al numero 1 delle classifiche americane con quasi 130.000 copie nei primi giorni di lancio). Una band di alta quota senz’altro che è e rimarrà sempre nella storia del rock. Noi intanto, vediamo insieme la track list dell’album “This House is Not For Sale”:

TRACKLIST:

  1. This House Is Not for Sale – 3:36 (Jon Bon Jovi, John Shanks, Billy Falcon)
  2. Living With the Ghost – 4:44 (Jon Bon Jovi)
  3. Knockout – 3:30 (Jon Bon Jovi, John Shanks)
  4. Labor Of Love – 5:03 (Jon Bon Jovi, John Shanks, Billy Falcon)
  5. Born Again Tomorrow – 3:33 (Jon Bon Jovi, John Shanks, Billy Falcon)
  6. Roller Coaster – 3:40 (Jon Bon Jovi, Chris DeStefano, Ashley Gorley)
  7. New Year’s Day – 4:27 (Jon Bon Jovi, Billy Falcon)
  8. The Devil’s In The Temple – 3:19 (Jon Bon Jovi, Billy Falcon)
  9. Scars on This Guitar – 5:05 (Jon Bon Jovi, Billy Falcon, Brett James)
  10. God Bless This Mess – 3:23 (Jon Bon Jovi)
  11. Reunion – 4:14 (Jon Bon Jovi)
  12. Come On Up To Our House – 4:35 (Jon Bon Jovi, John Shanks)

Bonus Tracks – Edizione Deluxe

  1. Real Love – 4:34 (Jon Bon Jovi, Billy Falcon)
  2. All Hail The King – 4:54 (Jon Bon Jovi, Chris DeStefano, Ashley Gorley)
  3. We Don’t Run – 3:16 (Jon Bon Jovi, John Shanks)
  4. I Will Drive You Home – 4:42 (Jon Bon Jovi, Billy Falcon, Luke Laird)
  5. Goodnight New York – 3:53 (Jon Bon Jovi, John Shanks, Billy Falcon)

Bonus Tracks – Edizione Target e giapponese

  1. Touch of Grey – 4:07 (Jon Bon Jovi, Billy Falcon, Brett James)

Bonus Tracks – Edizione Tidal

  1. Color Me In

    Traduzione Scars on This Guitar

    Cicatrici su questa chitarra

    Un altro venerdì sera sono da qualche parte
    Un po’ ubriaco e stanco dallo show
    È un corridoio di una stanza d’albergo
    Il camion sta già scorrendo giù per la strada

    Trovo le luci mi tolgo il cappotto
    La vedo lì stesa sul letto
    Lei mi ha visto attraverso i miei ieri
    Dio sa che stanotte ho di nuovo bisogno di lei

    Lei è il posto dove vado
    Quando non resta nessuno posto verso il quale correre
    Lei è quella che stringo
    Quando non c’è nessun altro a cui stringersi

    Lei è stata con me tardi nella notte
    Quando stavo affogando nel buio
    Lei ha ascoltato ogni mia parola
    Quando stavo riversando fuori il mio cuore
    Quindi ringrazio le mie stelle fortunate
    Per ogni incrinatura, graffio e cicatrice su questa chitarra

    Lei mi ha dato il suo meglio quando io sono al mio peggio
    Quando non riesco a trovare i pezzi, dita che raschiano nella terra
    Lei non offre nessun perdono, perché a lei piace renderlo doloroso

    Lei è il posto dove vado
    Quando non resta nessuno posto verso il quale correre
    Lei è quella che stringo
    Quando non c’è nessun altro a cui stringersi

    Lei è stata con me tardi nella notte
    Quando stavo affogando nel buio
    Lei ha ascoltato ogni mia parola
    Quando stavo riversando fuori il mio cuore
    Quindi ringrazio le mie stelle fortunate
    Per ogni incrinatura, graffio e cicatrice su questa chitarra

    La mattina come un treno merci
    La notte precedente risuona ancora nella mia testa
    Prima che oggi diventi domani
    Stanotte so che rifarò tutto di nuovo

    Lei è il posto dove vado
    Quando non resta nessuno posto verso il quale correre
    Lei è quella che stringo
    Quando non c’è nessun altro a cui stringersi

    Lei è stata con me tardi nella notte
    Quando stavo affogando nel buio
    Lei ha ascoltato ogni mia parola
    Quando stavo riversando fuori il mio cuore
    Quindi ringrazio le mie stelle fortunate
    Per ogni incrinatura, graffio e cicatrice su questa chitarra
    Quindi ringrazio le mie stelle fortunate
    Per ogni incrinatura, graffio e cicatrice su questa chitarra

    PER VISUALIZZARE IL VIDEO CLICCARE SULL’IMMAGINE
    Bon Jovi – Scars On This Guitar

Commento su Faremusic.it