Home Musica Recensioni Concerti Fiorella Mannoia disegna emozioni quando canta, dando un’anima ad ogni parola –...

Fiorella Mannoia disegna emozioni quando canta, dando un’anima ad ogni parola – RECENSIONE

1052
0
SHARE
Voto Autore

di Francesca De Luisi

Fiorella Mannoia, venerdì 9 dicembre, al TeatroTeam, ha realizzato il Sold Out per la tappa barese del suo Combattente Tour.

Lo spettacolo è cominciato sulle note de “I miei passi“, brano estratto dal suo ultimo album “Combattente” (di cui abbiamo realizzato la recensione a cura di Athos Enrile), scritto da Fabrizio Moro e Roberto Cardelli.


Il susseguirsi delle canzoni è stato correlato da vari video alle sue spalle e da un grande coinvolgimento del pubblico ad ogni esibizione.

La grazia e delicatezza di Fiorella sono trascinanti su ogni singola nota.

In viaggio“, in cui la cantautrice si rivolge idealmente ad una sua figlia: «Quando ho scritto “In viaggio” ho immaginato le parole che io stessa avrei detto ad una figlia (se ne avessi avuta una) in partenza verso il viaggio della vita», spiega l’artista, aggiungendo «siamo tutte madri a prescindere».

La canzone che avrebbe voluto cantare lei in più di 40 anni di carriera

Prima di esibirsi con “Il mare d’inverno” ha dichiarato che, in più di 40 anni di carriera, l’unica canzone non sua che avrebbe voluto fosse stata scritta per lei è proprio questa, brano che venne invece affidato alla sua cara e adorata amica Loredana Bertè.

Sono rimasta così colpita dall’umiltà di questa grande donna in ogni suo gesto.

Visibilmente commossa ad ogni applauso da parte del pubblico che la osannava, ricambiava rivolgendo applausi anche lei a tutti noi nel teatro e ai suoi stessi bravissimi musicisti.
Ha accolto ogni dono, tra fiori, lettere, cartelloni che le veniva posto sul palco.

Ha ricevuto una grande standing ovation quando è scesa tra il pubblico, alla fine del concerto, mentre si esibiva sull’ultimo bis, “Il cielo di Irlanda“.

Assistere ad un concerto di Fiorella Mannoia (che abbiamo avuto l’onore di intervistare, intervista a cura di Brunella Vedani) è un’esperienza indimenticabile.

Una grande artista con un’anima bella davvero e un immenso carisma.

L’ emozione che personalmente mi ha trasmesso, mi ha riempito l’anima.
Grazie, Fiorella…

 

Qui di seguito i brani eseguiti:

I miei passi
I treni a vapore
Caffè nero bollente
Nessuna conseguenza
I pensieri di Zo
Combattente
In viaggio
Dal tuo sentire al mio pensare
Le notti di maggio
Perfetti sconosciuti
Come si cambia
Il mare d’inverno
Offeso
Oh che sarà
Occhi neri
La cura
Io non ho paura
Sally
Siamo ancora qui
Le parole perdute

BIS

Felicità
Il tempo non torna più
Quello che le donne non dicono
Il cielo d’Irlanda

I musicisti che hanno accompagnato Fiorella sul palco sono: Bruno Zucchetti al pianoforte e alle tastiere, Luca Visigalli al basso, Davide Aru alla chitarra,  Diego Corradin alla batteria e Carlo Di Francesco alle percussioni, Direttore Artistico del tour

Promoter del Tour F&P Group e Radio Patner RTL 120.5

 

P.S. Vorremmo ringraziare sentitamente dei grandi professionisti, Pasquale Vurro della Vurro Concerti Srl, Greca Colamartino, la Piemme e il TeatroTeam di Bari, senza la quale questa recensione non si sarebbe potuta fare.

Commento su Faremusic.it