Home News Flash “SCRIVERÒ IL TUO NOME”, NUOVO SINGOLO E VIDEO PER RENGA – A...

“SCRIVERÒ IL TUO NOME”, NUOVO SINGOLO E VIDEO PER RENGA – A OTTOBRE PARTE IL TOUR

1107
0
SHARE
Voto Autore

di Mariafrancesca Mary Troisi

È in rotazione radiofonica il nuovo singolo di Francesco RengaScriverò il tuo nome, ultimo estratto dall’album omonimo, pubblicato lo scorso aprile dalla Sony, scritto in collaborazione con Tony MaielloMichael Tenisci (componenti de Il Branco che vi ho presentato qualche tempo fa con una simpatica intervista), Michele Canova e  lo stesso Renga.

Renga_2016_ufs (2)

Così viene raccontato il brano e il testo:
L’amore ha sempre un nome. Basta quello per continuare a farlo vivere, perché è quel nome che ogni volta ce lo racconta, di nuovo. Come una storia infinita che si ripropone in maniera diversa, rielaborata e vestita di nuovo dai nostri ricordi. Quando il cuore smette di obnubilare la nostra mente, rimane l’irrazionalità sporcata di memorie che crediamo di aver vissuto e non possiamo che rimpiangere, perché ha smesso di farci male. Scrivere il suo nome significa renderlo eterno nella sua fine. Un ossimoro che racconta ogni grande amore in un nome solo. Il suo“.

Il videoclip ufficiale è online da oggi 20 settembre, sul canale ufficiale YouTube di Renga, ed è diretto da Claudio Zagarini e Giada Job.

E sta per iniziare anche il Tour per Renga.

13925308_10154458448978140_2923755351665672684_n

Queste le prime date:

15 ottobre – Forum di Assago, Milano; 1
19 ottobre – Fiera di Brescia;
20 ottobre – Arena di Padova;
22 ottobre – PalaLottomatica, Roma;
23 ottobre – PalaFlorio, Bari

Promoter del Tour F&P Group

[youtube id=”G3RaD_xIj0Y”]

Testo del brano “Scriverò il tuo nome”:

Tutto rimane qui
tra le pareti bianche e un letto da rifare
lasciato lì così
a ricordarci che la vita mette in ordine
e ci confonde i tempi
ci strappa via i ricordi come pagine
tutto rimane qui
ma tu dove sei
come sta il mio cuore
quante cazzate gli ho già detto per dimenticare
e come stai tu
amore
non ci si abitua mai a trovare le parole
e tra le righe a volte
non si riesce più ad andare oltre

Ma scriverò il tuo nome
lo leggeranno tra le stelle
scriverò il tuo nome
fino a coprire le distanze
tra la terra e il sole
chilometri di mare
e in mezzo a queste onde
lo griderò più forte

Tutto rimane qui
sul filo di queste anime in disordine
e cerco di restare in equilibrio
perché la vita è come una vertigine
e ci fa un po’ paura
ma se chiudi gli occhi puoi volare via
e quello che rimane amore è tutta una bugia

Scriverò il tuo nome
lo leggeranno tra le stelle
scriverò il tuo nome
fino a coprire le distanze
tra la terra e il sole
chilometri di mare
e in mezzo a queste onde
lo griderò più forte
e scriverò il tuo nome

Tra la terra e il sole
chilometri di mare
e in mezzo a queste onde
lo griderò più forte
e scriverò il tuo nome
lo griderò più forte
e in mezzo a queste onde
scriverò il tuo nome

SHARE
Previous articleUSCITO IL VIDEO AUTOBIOGRAFICO DI ELISA “BRUCIARE PER TE”, BRANO DEDICATO AL MARITO. AL VIA IL TOUR
Next articleGli inaccessibili
Mariafrancesca Mary Troisi
Da sempre appassionata alla letteratura italiana, ho iniziato a scrivere da ragazzina. Passione, insieme a quella per la musica, ereditata da mio padre, scomparso quando ero ancora piccola. In breve tempo la penna e il foglio (o lo schermo di un pc) sono diventati il “mio amico fedele”, capace di comprendere perfettamente ogni mio stato d’animo. Dall’età di 6 anni, per circa 8 anni, ho preso lezioni di pianoforte classico, e per due anni consecutivi, ho fatto parte di un coro, partecipando a svariati concorsi, portando il folclore della mia terra (la Campania) in giro per l’Italia. Esperienza, insieme a quella del pianoforte, volutamente accantonata, ma non conclusa, perché il “mondo della musica” ha continuato ad affascinarmi, anche se in altre “vesti”. Ho iniziato, infatti, a scrivere testi di canzoni, sviscerandomi e “confidandomi” in ogni mio testo, scoprendo così, lati di me, sconosciuti anche a me stessa. Per circa un anno ho collaborato con una rivista, scrivendo racconti. Ho partecipato a diversi concorsi di poesia; le poesie sono sempre state scelte per la pubblicazione. Ho avuto il piacere e onore di essere inserita lo scorso anno nell’Enciclopedia dei Poeti Contemporanei, intitolata a Mario Luzi, patrocinata dal Senato della Repubblica, con 3 poesie. Dall’inizio dell’anno ho una sorta di blog su fb, una pagina sui cui appunto considerazioni, riflessioni, e su cui pubblico periodicamente racconti e poesie. Ho provato di recente anche l’esperienza della radio, facendo uno stage /laboratorio full immersion, con alcuni degli speaker più “quotati” attualmente. Esperienza, quella della radio, che riprenderò a breve, senza abbandonare quello che è il mio sogno più grande, ossia continuare a scrivere. Perché paradossalmente sono i sogni l’unica certezza che abbiamo.

Commento su Faremusic.it