Home Musica FEDEZ, J-AX & ALESSANDRA AMOROSO UNITI PER I TERREMOTATI DI AMATRICE

FEDEZ, J-AX & ALESSANDRA AMOROSO UNITI PER I TERREMOTATI DI AMATRICE

Per il terremoto in Centro Italia, Fedez, J-Ax, Fabio Rovazzi e Alessandra Amoroso doneranno per la scuola di Amatrice i ricavi dei prossimi 3 mesi delle loro canzoni.

1922
0
SHARE
Voto Autore

di Mariafrancesca Mary Troisi
Aderendo alla raccolta fondi lanciata dal Fatto Quotidiano per supportare il Comune di Amatrice nella ricostruzione dell’asilo e della scuola elementare, Fedez e J- Ax hanno postato sulla loro pagina facebook un video in cui annunciano che gli artisti di NewtopiaFedez, J-Ax, Fabio Rovazzi – devolveranno alla ricostruzione dell’asilo e della scuola di Amatrice tutti i ricavi che nei prossimi tre mesi arriveranno da “Vorrei ma non posto” (di Fedez/J- Ax) e “Andiamo a comandare” (di Rovazzi – tormentone dell’estate).

Di seguito il contenuto dei commenti a corredo dei video postato dai due artisti. (sopra J-Ax e in basso Fedez):
“Le notizie che arrivano in questi giorni da Amatrice, Arquata e Accumoli hanno lasciato tutto il Paese sgomento. Un numero incomprensibile di vite sono state spezzate per sempre in una notte che molti di noi hanno passato al riparo nelle nostre case. Case che non esistono invece più per i fortunati che sono riusciti a sopravvivere a questa tragedia. In passato molti artisti si sono uniti per registrare canzoni e organizzare concerti utili per raccogliere fondi da donare alle vittime di simili tragedie; ma queste cose richiedono tempo e una organizzazione imponente. Le persone coinvolte sono in strada ora, in una zona d’Italia di montagna dove già la notte fa freddo, e questa situazione non farà che peggiorare con l’inverno in arrivo. Per questo motivo, noi artisti di Newtopia insieme alle nostre case discografiche, abbiamo deciso di fare un piccolo gesto immediato: oltre alle nostre personali donazioni abbiamo deciso di devolvere il 100% dei ricavati di “Vorrei ma non posto” e di “Andiamo a comandare” dei prossimi 3 mesi per la ricostruzione della scuola elementare e dell’asilo di Amatrice. È una iniziativa promossa da Il Fatto Quotidiano insieme al Comune di Amatrice e potete vedere i dettagli per la donazione in sovrimpressione. Ho fatto questo video per chiedere una mano ad Apple e Google: su ogni singolo venduto trattengono il 30% dei ricavati e sarebbe fantastico se riuscissimo a dare alle persone coinvolte l’intera cifra. Ma sarebbe ancora più bello se tutti i nostri colleghi si unissero insieme a noi per aiutare i nostri connazionali a rialzarsi e a vivere la vita serena che tutti si meritano di vivere. Facciamo vedere di cosa sono capaci gli italiani quando lavorano insieme”.

All’appello risponde prontamente Alessandra Amoroso, con un video simile – postato sul suo profilo fb – annunciando a sua volta che devolverà il 100% del ricavato dei prossimi tre mesi di “Vivere a colori”, ultimo singolo estratto dall’album omonimo, alla ricostruzione dell’asilo e della scuola di Amatrice.
L’artista termina commentando :Sperando che possano ritornare a risplendere dei colori nuovi.
Grazie, Sandrina

Sperando che altri artisti si uniscano a questa iniziativa lodevole, vi ricordiamo le credenziali per una donazione:

Causale: “Fatto per Amatrice
Banca Popolare Emilia Romagna
Ag. Roma F – Viale Giulio Cesare 54 – 00192
intestato a Editoriale Il Fatto Spa
IT 17 D 05387 03206 000001882918

SI PREGA FAR GIRARE LE COORDINATE PER LA DONAZIONE.
GRAZIE

SHARE
Previous articleSolidarietà e raccolta fondi ne LA NOTTE DELLA TARANTA per i terremotati
Next articleBruce Springsteen canta la speranza per l’Italia – “My City of Ruins” per i Terremotati
Mariafrancesca Mary Troisi
Da sempre appassionata alla letteratura italiana, ho iniziato a scrivere da ragazzina. Passione, insieme a quella per la musica, ereditata da mio padre, scomparso quando ero ancora piccola. In breve tempo la penna e il foglio (o lo schermo di un pc) sono diventati il “mio amico fedele”, capace di comprendere perfettamente ogni mio stato d’animo. Dall’età di 6 anni, per circa 8 anni, ho preso lezioni di pianoforte classico, e per due anni consecutivi, ho fatto parte di un coro, partecipando a svariati concorsi, portando il folclore della mia terra (la Campania) in giro per l’Italia. Esperienza, insieme a quella del pianoforte, volutamente accantonata, ma non conclusa, perché il “mondo della musica” ha continuato ad affascinarmi, anche se in altre “vesti”. Ho iniziato, infatti, a scrivere testi di canzoni, sviscerandomi e “confidandomi” in ogni mio testo, scoprendo così, lati di me, sconosciuti anche a me stessa. Per circa un anno ho collaborato con una rivista, scrivendo racconti. Ho partecipato a diversi concorsi di poesia; le poesie sono sempre state scelte per la pubblicazione. Ho avuto il piacere e onore di essere inserita lo scorso anno nell’Enciclopedia dei Poeti Contemporanei, intitolata a Mario Luzi, patrocinata dal Senato della Repubblica, con 3 poesie. Dall’inizio dell’anno ho una sorta di blog su fb, una pagina sui cui appunto considerazioni, riflessioni, e su cui pubblico periodicamente racconti e poesie. Ho provato di recente anche l’esperienza della radio, facendo uno stage /laboratorio full immersion, con alcuni degli speaker più “quotati” attualmente. Esperienza, quella della radio, che riprenderò a breve, senza abbandonare quello che è il mio sogno più grande, ossia continuare a scrivere. Perché paradossalmente sono i sogni l’unica certezza che abbiamo.

Commento su Faremusic.it