Home Musica L’uomo che cadde sulla terra e che ha trasformato la sua morte...

L’uomo che cadde sulla terra e che ha trasformato la sua morte in Arte

1416
0
SHARE
Voto Autore

di Adrien Viglierchio

Il giorno in cui è morto è successo qualcosa. L’anima è salita di un metro e si è fatta da parte. Qualcun altro prese il suo posto, e coraggiosamente urlò (Sono una stella nera, sono una stella nera)”.

Qui si riassume l’intelligenza avanguardistica e sempre contemporanea di chi ha scelto di fare ARTE per tutta la sua Vita e ben Oltre la sua esistenza.

Ci ha fregato tutti, David Bowie ha puntualmente programmato simboli, musiche, messaggi ultraterreni e universali, appositamente tenuti insieme da ciò che sapeva benissimo di diventare. Mitologia del Rock Immortale.

Fino all’ultimo respiro ha fatto di sé un opera d’arte e, forse, il suo ultimo sogno terreno è stato quello di spegnersi dopo il suo 69mo compleanno, dopo l’uscita del suo testamento musicale.

[youtube id=”kszLwBaC4Sw”]

 

Nel suo ultimo cortometraggio, Blackstar, risponde lui stesso e toglie ogni dubbio: “Non posso rispondere perché (sono una blackstar). Seguimi (non sono una stella del cinema). Ti porterò a casa (sono una blackstar). Prendi il tuo passaporto e le scarpe (non sono una stella del pop). E i tuoi sedativi, boo (sono un blackstar). Sei una meteora (non sono una stella da ammirare). Sono il grande sono (sono una blackstar)“.

Johan Renck, il regista di questi ultimi video, era un suo messaggero d’intenti, uno che ha voluto tradurre le sue ultime meraviglie artistiche terrene in qualcosa di trascendentale.

Ecco Lazarus, Lazzaro su di un letto finale che dice:

Guardate…sono in Paradiso“.

GRAZIE DAVID!

[youtube id=”y-JqH1M4Ya8″]

SHARE
Previous articleSe ne va un “uomo antico”, un uomo di altri tempi, di altra arte, di altra musica: David Bowie
Next articleDavid Bowie, un pezzo di noi e della nostra storia
Adrien Viglierchio
Mi occupo di Musica e di Medicina Alternativa Olistica da oltre 22 anni. Unire queste 2 grandi Discipline Insieme è stato lo scopo della mia Vita. Il Pianoforte in Conservatorio, gli studi di Canto, le Esperienze col Jazz per 3 anni, con la Lirica per 7 anni e col Musical in Europa nei 4 anni successivi, mi hanno portato a realizzare il mio Disco d’Esordio Etno Pop “Il Dodicesimo Pianeta” come autore e compositore, mansioni che svolgo tutt’ora per altri Artisti ed Eventi. Ho unito la mia scrittura inserendomi con “La Voce che Guarisce” nel libro Accademia di Canto dell’amica e collega Vocal Coach Danila Satragno, conducendo la rubrica radiofonica “Vibrazioni Musicali” per Radio Oltre Roma e partecipando come special guest all’evento “Lumiere” San Gimignano 2014 con la colonna sonora ufficiale del 12°mo Pianeta. Sempre alla ricerca di Nuove Sculture Sonore in grado di far Vibrare i Grandi, ma soprattutto i Piccoli…i Nuovi Piccoli che dovranno cambiare la Nuova Era. Il Futuro per me è la Musicoterapia…realizzata con Studio, Evoluzione e Consapevolezza.

Commento su Faremusic.it