22.1 C
Milano
lunedì, Agosto 2, 2021

Ultimi post

L’uomo che cadde sulla terra e che ha trasformato la sua morte in Arte

Voto Autore

di Adrien Viglierchio

Il giorno in cui è morto è successo qualcosa. L’anima è salita di un metro e si è fatta da parte. Qualcun altro prese il suo posto, e coraggiosamente urlò (Sono una stella nera, sono una stella nera)”.

Qui si riassume l’intelligenza avanguardistica e sempre contemporanea di chi ha scelto di fare ARTE per tutta la sua Vita e ben Oltre la sua esistenza.

Ci ha fregato tutti, David Bowie ha puntualmente programmato simboli, musiche, messaggi ultraterreni e universali, appositamente tenuti insieme da ciò che sapeva benissimo di diventare. Mitologia del Rock Immortale.

Fino all’ultimo respiro ha fatto di sé un opera d’arte e, forse, il suo ultimo sogno terreno è stato quello di spegnersi dopo il suo 69mo compleanno, dopo l’uscita del suo testamento musicale.

[youtube id=”kszLwBaC4Sw”]

 

Nel suo ultimo cortometraggio, Blackstar, risponde lui stesso e toglie ogni dubbio: “Non posso rispondere perché (sono una blackstar). Seguimi (non sono una stella del cinema). Ti porterò a casa (sono una blackstar). Prendi il tuo passaporto e le scarpe (non sono una stella del pop). E i tuoi sedativi, boo (sono un blackstar). Sei una meteora (non sono una stella da ammirare). Sono il grande sono (sono una blackstar)“.

Johan Renck, il regista di questi ultimi video, era un suo messaggero d’intenti, uno che ha voluto tradurre le sue ultime meraviglie artistiche terrene in qualcosa di trascendentale.

Ecco Lazarus, Lazzaro su di un letto finale che dice:

Guardate…sono in Paradiso“.

GRAZIE DAVID!

[youtube id=”y-JqH1M4Ya8″]

Facebook Comments

Latest Posts

I piu' letti

Resta in contatto

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.

Facebook Comments