Home Musica BAREZZI FESTIVAL 2015: trà qualità, tradizione e contaminazione. Tra gli ospiti anche...

BAREZZI FESTIVAL 2015: trà qualità, tradizione e contaminazione. Tra gli ospiti anche Rufus Wainwright

Il Barezzi Festival è uno dei pochi veri e belli festival musicali rimasti in Italia. Un festival che davvero mette al primo posto la qualità musicale, intrecciando anche la musica contemporanea, mondiale e italiana, con la musica classica, soprattutto Verdiana. Il tutto avviene tra Parma e teatri di zone limitrofe. Tanti e bravi gli ospiti quest'anno presenti.

944
1
SHARE
Voto Autore

di Marco Fioravanti

Musica di qualità, internazionalità e incontro affascinante fra passato e presente: ecco l’edizione 2015 del Barezzi Festival, un appuntamento che dall’interno dei teatri e degli ambienti più prestigiosi e affascinanti del cuore dell’Emilia viaggia attraverso suoni e musica da tutto il pianeta.

In questa nona edizione artisti e band di primissimo piano nella scena italiana e internazionale animeranno Parma e dintorni dal 4 all’8 novembre, con concerti, performance e aftershows capaci di soddisfare palati raffinati e appassionati di ogni genere: dal rock al folk, passando per l’elettronica, la world music e la canzone d’autore internazionale.

Il festival è dedicato e s’ispira alla figura di Antonio Barezzi, piccolo produttore di alcolici di Busseto che intravide il talento del giovanissimo Giuseppe Verdi e ne finanziò la formazione e gli studi. L’evocazione della figura di Barezzi intende fornire e continuamente riscoprire un modello di mecenatismo illuminato da diffondere e provare ad emulare, che nella realtà quotidiana è praticamente scomparsa.

Barezzi Festival nasce con lo scopo di promuovere la musica di qualità, costituendo un punto di incontro tra l’Opera e la musica classica in generale e la contemporaneità. Per portare avanti il filo rosso di questa unione, vero e proprio tratto distintivo del Barezzi, tutti gli artisti ospiti sono invitati a interpretare liberamente un brano del repertorio verdiano, secondo il loro stile.

SENESE LocandinaAprirà la rassegna James Senese, virtuoso sassofonista insieme ai suoi Napoli Centrale, gruppo dedito al jazz-rock dalla forte connotazione popolare, che ha collaborato con artisti come Pino Daniele, Enzo Gragnaniello, Lucio Dalla e Raiz, salirà sul palco del Teatro Verdi di Busseto, mercoledì 4 novembre.

Levante, giovane cantautrice tra gli artisti emergenti italiani più in vista negli ultimi anni canterà giovedì 5 novembre al Teatro Magnani di Fidenza.

Venerdì 6 novembre in Piazza Ghiaia a Parma sarà la volta di Random Recipe, talentuosa formazione canadese.

Sempre Venerdì 6 novembre Rufus Wainwright, esponente di spicco della scena cantautorale mondiale, musicista completo dotato di una vocalità unica, sarà protagonista di un’unica data italiana al Teatro Regio di Parma. Guido Maria Grilloautore di due dischi “Guido Maria Grillo” e “Non è quasi mai quello che appare” entrambi acclamati dalla critica – aprirà il concerto piano solo di Rufus. Wainwright il 15 settembre scorso ha presentato ad Atene una nuova versione di Prima Donna, la sua opera composta ispirandosi ad una serie di interviste di Maria Callas con la fotografa statunitense Cindi Sherman ad interpretare proprio il ruolo della celebre artista greca e collaborando con l’artista Francesco Vezzoli che ha creato e pensato per l’occasione una video installazione.

10537034_978018785570024_2359301659479919161_n
I Calexico, celebre progetto in cui si fonde musica folk, cantautorato, world music, nato dal genio di Joey Burns, John Convertino, già membri dei Giant Sand, si esibiranno sabato 7 novembre all’Auditorium Paganini di Parma. Il loro pubblico potrà partecipare all’after party organizzato nella Sala Ipogea sempre da Tanqueray N° Ten,  con il dj set “desertico” a cura di  Faris, Amine cantautore, chitarrista e polistrumentista nato da madre Touareg e padre italiano e membro dei Tinariwen

Sempre sabato DI Oach, giovanissima band italiana dalle sonorità folk statunitensi e dei canti del nord Europa, suonerà gratuitamente in Piazza Ghiaia a Parma.

12140641_981743178530918_7803533156503745137_n
Chiuderanno il festival con un concerto gratuito in Piazza Ghiaia a Parma domenica 8 novembre i Thegiornalisti, band romana che sta raccogliendo grandi consensi nel circuito della musica indipendente italiana e Appino, leader degli Zen Circus, ormai storica rock band italiana, ed autore di due apprezzati dischi da solista.

Commento su Faremusic.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here