Home Musica Francesco incontra finalmente Bob

Francesco incontra finalmente Bob

Francesco De Gregori canterà Dylan in un album che uscirà ad Ottobre e che si intitolerà "De Gregori canta Bob Dylan - Amore e Furto".

1360
1
SHARE
Voto Autore

di Marco Fioravanti e Mela Giannini

Lo ha rincorso fin dall’inizio della sua carriera, lo ha ispirato, lo ha indirizzato verso la migliore tradizione cantautorale e finalmente lo affronta di petto, con un disco di sue canzoni che lui stesso traduce e adatta in italiano.

Stiamo parlando del “Principe”, Francesco De Gregori e del menestrello di Duluth, Bob Dylan, due cantautori con similari impegni e stili,  espresse in latitudini diverse. Il disco si chiamerà “De Gregori canta Bob Dylan – Amore e Furto“, come un disco del maestro Dylan, “Love and theft“, l’album di “High Water (For Charley Patton)”, pubblicato il giorno dell’attacco alle Torri Gemelle, l’11 settembre 2001.

Il repertorio di Dylan ha sempre incantato e suggestionato la vita artistica di De Gregori. All’inizio della sua carriera creò anche un duo, Francesco e Giorgio (De Gregori e Lo Cascio), che cantava canzondi di Dylan e Cohen, materiale di alto livello insomma. In diverse interviste ha anche affermato che un suo classico, Buonanotte Fiorellino, è stato ispirato da un brano di Dylan, Winterlude. Affrontò anche Blowin’ in the Wind durante i live negli anni 1982 e 1983, in una versione più veloce dell’originale.

1102672_71788_resize_597_334

Ma a Dylan, De Gregori, ha dedicato altri tributi-omaggi, come ad esempio “Non dirle che non è così”, cover di “If You See Her, Say Hello”, e nell’ultima versione di  “Buonanotte Fiorellino”, contenuta in “Vivavoce”, in una citazione diretta di “Rainy Days Women”, la gloriosa marcia d’apertura di “Blonde on Blonde”.

Amore e furto esce a fine Ottobre, ed è stato preparato e registrato in gran segreto nei diversi momenti di pausa del Vivavoce Tour e la preparazione del concerto-evento del 22 Settembre all’Arena di Verona, in cui si  celebreranno i quarant’anni dell’album Rimmel.

L’album Dylaniano di De Gregori conterrà undici canzoni. Non si conosce ancora la tracklist, ma sono certe almeno due canzoni, “Not Dark Yet” (da “Time Out of Mind”, 1997), che diventerà in italiano “Non è buio ancora“, e  “Subterranean Homesick Blues” (l’apertura in elettrico dello storico “Bringing It All Back Home”, 1965) che si intitolerà in italiano “Acido seminterrato”.

image

In una recente intervista a Repubblica, De Gregori ha spiegato come Dylan lo abbia sempre ispirato, di come ha affrontato il riarrangiamento delle canzoni scelte per l’album e delle traduzioni dei testi:
Con questo disco ribadisco con fierezza non la mia sudditanza, ma la mia provenienza da Dylan […] Mi sono posto il problema degli arrangiamenti con umiltà. L’idea di questo disco è recente, risale all’anno scorso. E ho scelto di non indugiare nel repertorio dei ‘dylaniati’, quelli che detestano la sua produzione più recente, che a me invece incuriosisce molto […] Quello della traduzione è un mondo misterioso. Se prendiamo ‘Just Like a Woman’, non possiamo tradurlo. Letteralmente è ‘Come una donna’, suona uguale, eppure è ridicolo”.

Più che un lavoro di cover, tanto in voga tra i suoi colleghi, possiamo dire che quello di De Gregori sarà un omaggio a Dylan, quasi un voler fare un punto della situazione con la sua vita, la sua musica e con chi tanto l’ha influenzata.

 

Fonte Foto Copertina:Il Tirreno Ed. Lucca

Commento su Faremusic.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here