22.7 C
Milano
giovedì, Agosto 13, 2020

Storie di Musica: gli anni d’oro

Abbiamo vissuto tempi meravigliosi nella musica, ma allora non ci sembravano così  meravigliosi. Li abbiamo vissuti attraversandoli con i capelli al vento

Ultimi post

Spotify: le sprezzanti dichiarazioni del CEO Daniel Ek e le dure reazioni degli artisti

Il CEO di Spotify Daniel Ek ha recentemente dichiarato “Non si possono più fare dischi ogni tre o quattro anni e pensare che basti”. Gli artisti hanno risposto sdegnatamente dicendo che il vero problema è che il colosso dello streaming paga gli artisti una miseria per i diritti d'autore

Lana Del Rey: “Violet Bent Backwards Over the Grass” la raccolta di poesie da ottobre

Lana Del Rey pubblicherà il 29 settembre il suo primo libro di poesie, una raccolta intitolata "Violet Bent Backwards Over the Grass"

Bastille: nuovo singolo a sorpresa “What you gonna do???” con Graham Coxon – VIDEO

I Bastille tornano a sorpresa con un nuovo singolo e video “What you gonna do???”, realizzato in collaborazione con Graham Coxon

Sam Smith: fuori il nuovo singolo “My Oasis” in collaborazione con Burna Boy

Fuori il nuovo singolo di Sam Smith, “My Oasis” in collaborazione con Burna Boy. “My Oasis” segna l'inizio di un nuovo capitolo per Sam

Ma guarda un po’ chi ha scritto l’inno del Live Aid! Gli Status Quo cantano John Fogerty

Voto Autore

di Corrado Salemi
Leggevo il bellissimo articolo di Mela Giannini sui 30 anni del Live Aid (qui per leggere l’articolo), evento che per chiunque sia nato prima degli anni ’80 rappresenta davvero uno spartiacque.

Aggiungo solo un piccolo particolare, di grande interesse per l’Angolo Fans dei Creedence Clearwater Revival.

L’intera manifestazione si è aperta allo Stadio di Wembley con il Royal Salute: l’inno nazionale inglese alla presenza del Principe Carlo d’Inglilterra e l’allora moglie Lady Diana Spencer.

A seguire, il brano di apertura dell’enorme maratona musicale è affidato agli Status Quo, band che in Inghilterra è una istituzione nazionale. Il titolo è “Rockin’ all over the world”.

Quello che molti non sanno, incredibilmente, è che l’autore del brano è proprio John Fogerty, leader dei Creedence Clearwater Revival, che lo aveva inciso come singolo nel 1975, ben due anni prima del successo ottenuto dalla versione degli Status Quo.

[youtube id=”peX4X_cd6Gg”]

La scelta del brano fu estremamente felice, a mio avviso per i seguenti motivi.

Innanzitutto perché titolo già da solo ben riassume quanto stava ed è successo nelle oltre quindici ore ed oltre, in ben tre continenti coinvolti dal Live Aid.

In secondo luogo si è trattato di un brano scritto da un musicista americano ma portato al successo da una grande band inglese: di fatto un “ponte” sonoro tra i continenti, a conferma che la musica non ha barriere.

In ultimo perché la forte energia, la grande immediatezza del giro armonico ed il notevole impatto ritmico coinvolse l’intero stadio e con esso l’intero pianeta.

Sta di fatto che “Rockin’ all over the World” fu elevato ad inno dell’intera manifestazione.

Grande John Fogerty.

Viva i Creedence Clearwater Revival.

 

[youtube id=”GVu9OXB-Ugc”]

Latest Posts

Spotify: le sprezzanti dichiarazioni del CEO Daniel Ek e le dure reazioni degli artisti

Il CEO di Spotify Daniel Ek ha recentemente dichiarato “Non si possono più fare dischi ogni tre o quattro anni e pensare che basti”. Gli artisti hanno risposto sdegnatamente dicendo che il vero problema è che il colosso dello streaming paga gli artisti una miseria per i diritti d'autore

Lana Del Rey: “Violet Bent Backwards Over the Grass” la raccolta di poesie da ottobre

Lana Del Rey pubblicherà il 29 settembre il suo primo libro di poesie, una raccolta intitolata "Violet Bent Backwards Over the Grass"

Bastille: nuovo singolo a sorpresa “What you gonna do???” con Graham Coxon – VIDEO

I Bastille tornano a sorpresa con un nuovo singolo e video “What you gonna do???”, realizzato in collaborazione con Graham Coxon

Sam Smith: fuori il nuovo singolo “My Oasis” in collaborazione con Burna Boy

Fuori il nuovo singolo di Sam Smith, “My Oasis” in collaborazione con Burna Boy. “My Oasis” segna l'inizio di un nuovo capitolo per Sam

I piu' letti

Resta in contatto

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.