11.3 C
Milano
giovedì, Aprile 2, 2020

#IoRestoACasa, l’accorato appello che arriva anche dagli artisti

E’ partito in sordina, come un’iniziativa di pochi, l'appello #IoRestoACasa. Ma in breve tempo si è estesa a numerosi artisti, cantanti, star della televisione...

Ultimi post

Coronavirus: morto Ellis Marsalis, la leggenda jazz di New Orleans

Il coronavirus si porta via un altro grande artista. Il mondo della musica jazz perde un maestro, un gigante, un mito, Ellis Marsalis, una leggenda...

PEARL JAM ESCONO CON IL NUOVO ALBUM “GIGATON”

I Pearl Jam sono finalmente usciti con l'attesissimo nuovo album “Gigaton” a sette anni da "Lightning Bolt", il primo disco nell’era Trump. Molto spazio...

Alessandra Amoroso e Emma su Rai 3 per “7 donne – AcCanto a te”

Dopo il primo dei 7 appuntamenti live di "7 donne - AcCanto a te", in compagnia di Fiorella Mannoia, si prosegue giovedì 2 aprile con il...

Jay Kay dei Jamiroquai in quarantena rifà Bowie: “Let’s Dance” diventa “Lockdown”

Jay Kay sdrammatizza la quarantena con una ironica cover di "Let's Dance" di Bowie che diventa "Lockdown". Anche Jay Kay dei Jamiroquai è come tutti in casa, per...

A 30 anni dallo storico concerto del “Live AID”

Voto Autore

di Mela Giannini

Sono passati trenta anni dal mitico concerto del Live Aid, trenta anni da quel 13 Luglio 1985.

Io c’ero. Trenta anni fa ero una ragazzina già “folgorata” dalla musica, ed ero lì, in una calda e soffocante serata di luglio, attaccata al televisore, in mondovisione insieme a miliardi di persone, per vedere non “un concerto”, ma “IL CONCERTO“, il grande concerto fiume durato ore e ore, un concerto storico e sicuramente il più importante della storia della musica contemporanea, secondo solo a Woodstock.

Fu la trasmissione televisiva e il collegamento via satellite più imponente e grande di tutti i tempi. Erano collegati in diretta circa 100 paesi al mondo e gli spettatori furono circa due miliardi e mezzo.

L’evento si è consumato su diversi palchi, in 3 continenti diversi. Fu un crossover di emozioni e musica soprattutto tra l’Europa (a Londra al Wembley Stadium) e l’America (a Filadelfia al John F. Kennedy Stadium), che sfidò tutti i fusi orari annessi e connessi, senza che nessun “live set” ne risentisse.

Ci furono anche palchi e collegamenti televisivi da Sydney e Mosca.

Alla grande kermesse umanitaria aderirono uno stuolo di Star, tutte messe insieme da un GRANDE uomo, un grande aggregatore di solidarietà, Bob Geldof, l’ideatore dell’evento insieme a Midge Ure, che così facendo mostrava al mondo intero il grave problema della povertà, mostrava chi moriva (e muore) di fame a Sud del mondo, in un’era dove il Nord del mondo, e le sue multinazionali, monopolizzava (e monopolizza) risorse, sottraendole proprio a quei popoli del sud dell’emisfero, costretti a povertà estreme e indignitose.

Il Live Aid fu una RIVOLUZIONE culturale che partiva dalla musica e che arrivava direttamente alla gente, sensibilizzandola a tal punto che furono ricavati tantissimi soldi destinati alla popolazione Etiope, colpita da una terribile carestia.

Foto Gallery dell’evento “Live AID” del 13 Luglio 1985.



Nessuno mai, compresa la sottoscritta, potrà mai dimenticare le parole di Bob Geldof che, nello studio della BBC, allestito all’interno dello stadio di Wembley, disse senza mezzi termini: “Voi dovete darci i vostri soldi ora, perché la gente sta morendo ora. Non domani, non settimana prossima […] Bene, allora diamo l’indirizzo […] Fanculo l’indirizzo, ecco i numeri” , e i soldi cominciarono a piovere da ogni dove, inarrestabilmente.

Su quei palchi si scrisse la storia della musica degli anni ’80. Su quei palchi, nei vari “Live Set”, si susseguirono dal primo pomeriggio fino all’alba del giorno dopo, artisti come U2, Dire Straits, David Bowie, gli Who, Elton John, George Michael, Paul Young , Paul McCartney, Brian Ferry, Elvis Costello, Sting, Simple Minds, Style Council, Status Quo, Ultravox, Sade, Alison Moyet, Spandau Ballet, Queen e tanti altri sul palco del Wembley, mentre dall’altra parte dell’oceano, in America, al John F. Kennedy Stadium, suonavano Crosby, Stills & Nash, Madonna, i Beach Boys, Tom Petty, Eric Clapton, Santana, Neil Young, Duran Duran, Mick Jagger insieme a Tina Turner, Led Zeppelin, Joan Baez, Bob Dylan con Keith Richards, B.B. King e Phil Collins che suonò sia a Londra che a Filadelfia (prese un Concorde dall’Inghilterra subito dopo l’esibizione a Londra, arrivando in tempo in America, quando il concerto era ancora in corso).

Molti artisti li ho dimenticati…ma furono molti di più di quelli citati, fu un vero ESERCITO che tenne tutto il mondo, per 15 ore consecutive, legato di fronte agli schermi televisivi, e con la loro musica e il forte messaggio che inviarono, incisero nei cuori e nella mente di tutti un ricordo indelebile, che mai sarà dimenticato.

Per un giorno il mondo fu unito, fu “giusto”, fu motivato, fu consapevole, fu generoso…fu “UMANO”, e queste cose non succedono tutti i giorni. E in effetti son passati 30 anni, e per quanto si sia cercato di replicare, niente e nessuno è ancora riuscito a replicare il “MIRACOLO” di quel “Live Aid”.

[youtube id=”GfVKruxpQ5Q&list=PLD75E9AB1B43962C8″]

[youtube id=”Ax0_lhKnHCY”]

[youtube id=”lVj7J-78Gu8″]

[youtube id=”AGOx0ZpMrrU”]

[youtube id=”r5PLBZ2xn2Y”]

[youtube id=”ljyt9_TFZd4″]

[youtube id=”B-xVQKRJosU”]

[youtube id=”oqEcFUW9Ai4″]

[youtube id=”kR9CiWyzcKw”]

[youtube id=”qJR3Fbzdaw8″]

Fonte foto: Varie da internet e Bravo rivista

 

Latest Posts

Coronavirus: morto Ellis Marsalis, la leggenda jazz di New Orleans

Il coronavirus si porta via un altro grande artista. Il mondo della musica jazz perde un maestro, un gigante, un mito, Ellis Marsalis, una leggenda...

PEARL JAM ESCONO CON IL NUOVO ALBUM “GIGATON”

I Pearl Jam sono finalmente usciti con l'attesissimo nuovo album “Gigaton” a sette anni da "Lightning Bolt", il primo disco nell’era Trump. Molto spazio...

Alessandra Amoroso e Emma su Rai 3 per “7 donne – AcCanto a te”

Dopo il primo dei 7 appuntamenti live di "7 donne - AcCanto a te", in compagnia di Fiorella Mannoia, si prosegue giovedì 2 aprile con il...

Jay Kay dei Jamiroquai in quarantena rifà Bowie: “Let’s Dance” diventa “Lockdown”

Jay Kay sdrammatizza la quarantena con una ironica cover di "Let's Dance" di Bowie che diventa "Lockdown". Anche Jay Kay dei Jamiroquai è come tutti in casa, per...

I piu' letti

Da De André a Guccini: dieci canzoni italiane che sono anche poesie

di Luca Viviani Oggi è una giornata strana, fredda nel cuore e calda nell’anima. Una giornata in cui la voglia di scoprire belle parole, si...

Analisi: Il Nostro Caro Angelo

di  Alberto Salerno E’ stato lo stesso Mogol a dichiarare, all’epoca, forse non rendendolo troppo noto, che questo testo è un vero e proprio attacco alla...

Michele Mondella … il più grande di tutti

Michele Mondella l'ho rivisto in un’intervista di Red Ronnie fatta il 4 marzo di tre anni fa in casa di Lucio. . In quella casa non...

Azzurro il viaggio all’incontrario di Conte

di Alberto Salerno Credo di essermi innamorato di Azzurro fin dalla prima volta che la udii, da un juke-box, al mare: era l'estate del 1968 e...

Donne che hanno fatto la storia del rock

Per la rubrica “Scritto da Voi” abbiamo scelto un articolo legato all’8 Marzo, giorno della festa della donna. Il testo che segue è di Liz Rockfiles che parla delle 10...

Resta in contatto

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.