12.7 C
Milano
giovedì, Ottobre 22, 2020

GRANDE SUCCESSO DI PUBBLICO PER IL MEI 2020 A FAENZA – TUTTI I PREMI

Si è conclusa con grande successo a Ravenna la 25esima edizione del MEI – Meeting Etichette Indipendenti di Giordano Sangiorgi

Ultimi post

Elogio a Bersani

Racconto di uno stato d’animo, amplificato, riveduto e corretto dei giorni nostri e di questo album di Bersani, regno di poesia e bellezza

Chiara Ariè, “The Golden Voice”, presenta “A domani” – INTERVISTA

Intervista in esclusiva a Chiara Ariè, “The Golden Voice”, che ci presenta “A domani”, brano che fonde Pop e Opera.

Thelonious Monk e il Live inedito a Palo Alto, 50 anni dopo – RECENSIONE

Thelonious Monk è stato uno dei più grandi pianisti jazz di tutti i tempi, e è stato pubblicato il live inedito del 1968 a Palo Alto

Ennio Morricone: in uscita a novembre l’album postumo “Morricone Segreto”

"Morricone Segreto" è l'album postumo del maestro Ennio Morricone che raccoglierà brani dagli anni '60 a '80 più sette tracce inedite

Guido Elmi esce con un suo singolo, “It’s A Beautiful Life”… e fa scuola

Voto Autore

di Mela Giannini
Qualche giorno fa ci fu una discussione sulla mia bacheca di facebook.
Si parlava e si sosteneva (o perlomeno la sottoscritta sosteneva… e con me pochi altri) quanto fosse deludente il repertorio dell’attuale musica italiana, di quanto fossero poche, anzi pochissime, le idee valide nell’attuale musica italiana, del poco respiro “internazionale” ci sia nelle produzioni musicali italiane tenendo conto dell’epoca in cui siamo, di come si stiano “livellando” le produzioni musicali (almeno di quelle che sono tra gli “eletti”, tra quelli che hanno l’opportunità di godere di VISIBILITà mediatica). Ci fu anche una discussione che riconduceva ad una questione generazionale nella musica italiana, in merito alla qualità.

1

Bhe, oggi mi è capitato (a seguito consiglio) di ascoltare in cuffia un brano “particolare“…il primo singolo di un “SIGNORE” (signore perchè tale è sia come uomo che come artista) che ha contribuito a scrivere la storia della musica italiana degli ultimi 30 anni…che ha una “certa” età (come ha detto una persona e autore che stimo: “Non conta l’età conta solo la testa“) e che nonostante tutto, con questa canzone, ha dimostrato come si può essere una spanna avanti agli altri, come si può avere delle pregevoli idee, avere un sound internazionale, fare musica incredibile, “dire” cose INTELLIGENTI (ascoltate il testo … cantato in un “italiano inglesizzato”, figlio di quest’era “globalizzata“, e che parla di un manager che si sente un Dio), pur attingendo, nel sound soprattutto (anche se realizzato con semplici loop elettronici, insieme ad una fuzz-guitar, dei synth bass e dei  suoni sintetizzati con dei lick di chitarra), ad un passato che insegna e ispira (tipo il cantautorato americano ispirato alla Beat Generation).

L’artista di cui sto parlando è un “Calibro da 90”, è Guido Elmi… che in molti forse non sanno chi sia, ma che in parecchi invece conoscono, in quanto collaboratore-produttore di Vasco Rossi da più di 30 anni.

Guido ha deciso di realizzare un progetto tutto suo, un album (in realizzazione, disco che conterrà una decina di brani inediti), e quello di cui sotto (vedi video di seguito) è il primo singolo, e si intitola “IT’S A BEAUTIFUL LIFE”, un brano che rievoca sonorità alla Cohen, Dylan, Eno e Reed, tutti messi insieme, ma che allo stesso tempo è proiettato in un futuro anni luce lontano da quello che si ascolta oggi in Italia…dando inoltre anche un bel calcio nei cogl*** a tutti i pseudo rapper italiani (vedi metrica della canzone e vedi anche la bravura del rapper statunitense, Rockwell Knuckles, che ha collaborato con Elmi nel brano) che ormai sembrano arrampicarsi sugli specchi.

Il brano è scritto, prodotto e arrangiato dallo stesso Elmi insieme a Vince Pàstano (attuale chitarrista di Vasco Rossi) per l’etichetta “Liquido Records“.

2

Il video poi è una vera opera d’arte, “degno” del brano. Sembra essere intriso delle stesse visioni oniriche dei film dark di David Lynch. E’ impossibile non accorgersi dei riferimenti cinematografici e letterari a cui si ispira il cortometraggio, tipo un particolare film di Brian De Palma (Il falò delle vanità), o il famoso romanzo del ’92 di Jay McInerney,”Brightness falls “, o addirittura (e qui senza equivoci di sorta) al romanzo del ’91 di  Bret Easton Ellis, “American psycho”.

In questa produzione, sia musicale che video, nulla sembra lasciato al caso e tutto è di fattura altissima…e se queste sono le premesse, non oso immaginare cosa sarà l’album, quanto interessante potrà essere il progetto che verrà realizzato e quale fonte di ispirazione potrebbe essere per le nuove generazioni di artisti italiani.

guido elmi
Guido Elmi – IT’S A BEAUTIFUL LIFE [Official Video]

Latest Posts

Elogio a Bersani

Racconto di uno stato d’animo, amplificato, riveduto e corretto dei giorni nostri e di questo album di Bersani, regno di poesia e bellezza

Chiara Ariè, “The Golden Voice”, presenta “A domani” – INTERVISTA

Intervista in esclusiva a Chiara Ariè, “The Golden Voice”, che ci presenta “A domani”, brano che fonde Pop e Opera.

Thelonious Monk e il Live inedito a Palo Alto, 50 anni dopo – RECENSIONE

Thelonious Monk è stato uno dei più grandi pianisti jazz di tutti i tempi, e è stato pubblicato il live inedito del 1968 a Palo Alto

Ennio Morricone: in uscita a novembre l’album postumo “Morricone Segreto”

"Morricone Segreto" è l'album postumo del maestro Ennio Morricone che raccoglierà brani dagli anni '60 a '80 più sette tracce inedite

I piu' letti

Resta in contatto

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.