30 C
Milano
sabato, Maggio 21, 2022
No menu items!

Ultimi post

Open Zoe: il canto dolceamaro dell’uomo tra le “Pareti Nude” della vita. Il video del singolo “Popcorn”

di Paola Maria Farina
Quanto c’è di più consumistico di un prodotto come i Popcorn?
Simbolo del tempo libero nel post boom economico, di ore trascorse davanti a un televisore per godersi una partita di calcio (o, più all’americana, di baseball) oppure al cinema, a gustarsi un bel film. Metafora, quindi, anche della società massmediatica che rende tutto potenziale oggetto di consumo, almeno visivo. Proprio a questo mondo, con una chiave di lettura capovolta, si ispira il brano Popcorn degli Open Zoe, quartetto vicentino che il 12 maggio pubblica l’album d’esordio Pareti Nude su etichetta Aulasei Records.

11174956_10205628062008255_5938871548536983595_n

La morte in diretta / preparati i popcorn // ed io sarò / un gesto politico / l’ultima cosa che diventerò / sarà politica”. Il singolo si apre proprio con questi versi, che impongono sin dall’inizio una correzione di rotta, con un ribaltamento drammatico delle proiezioni che il titolo evocherebbe nell’immaginario comune. Note e parole trasportano, infatti, in una realtà ben diversa. Alla base, un episodio di cronaca d’oltreoceano del 1983, quello che vide protagonista Jimmy Lee Gray, condannato a morte tramite camera a gas per il doppio omicidio di due ragazzine.

I Popcorn, dunque, si fanno triste viatico per uno “spettacolo” di agonia prolungato: se tutto diventa oggigiorno oggetto di osservazione, l’atto di prolungare un siffatto spettacolo di morte è l’ultimo, disperato, gesto di resistenza politica all’efferatezza della pena capitale e trasforma una tragedia personale in un monito universale. Non chiudere gli occhi dinanzi all’orrore, pare dire il pezzo; bisogna guardarlo in faccia quel male, entro le Pareti nude del mondo contemporaneo.
Il singolo non può che spiazzare, folgorando per la scelta di un tema sviluppato tra contrasti che oscillano tra la drammaticità dell’elettronica e la lievità del pop, con scivolamenti rock. Coraggio e denuncia sono raccontate nelle canzoni degli Open Zoe con una leggerezza pensante che contiene anche una tale dose di sofferenza da non poter lasciare indifferenti.

11174393_10205628067688397_9214011870934399274_o

Il brano anticipa il primo disco del gruppo, Pareti Nude, un affresco dolceamaro di un mondo nel quale domina una sorta di (dis)equilibrio fatto di noia e melancolia, in cui però c’è anche spazio per slanci di umanità, libertà e autodefinizione. Di coraggio. E le pareti nude sono quelle di una stanza in cui siamo costretti a guardarci attorno, o forse dentro, ma anche uno spazio e un tempo che dobbiamo avere l’ardore e l’ardire di riempire. La forza scabra dei riff di chitarra, accompagnati da basso e batteria, scavano nell’anima supportati da testi che parlano dell’oggi, inchiodando anche noi alla nostra parete nuda.
.
VIDEO: Open Zoe – Popcorn
[youtube id=”AnrIK9G3F2Q&feature=youtu.be”]

Facebook Comments

Latest Posts

I piu' letti

Resta in contatto

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.