11.1 C
Milano
martedì, Gennaio 18, 2022

Ultimi post

Ianez pubblica il singolo “Analisti ne abbiamo?” – INTERVISTA

Voto Utenti
[Total: 1 Average: 2]

Oggi per FareMusic ho sentito Ianez, cantautore abruzzese che in questi giorni pubblica il brano “Analisti ne abbiamo?”, un titolo curioso per un brano che vuole raccontare questo momento storico in cui tutti, ma proprio tutti, si prendono il diritto di dire qualunque cosa, anche spesso, senza competenza.

.
Un brano pungente, attualissima riflessione sui fenomeni del web che diffondono fake news a macchia d’olio alimentando, o forse cavalcando, il malcontento generale. Lo abbiamo raggiunto al telefono per farci raccontare com’è nato questo brano e, più in generale, la sua musica.

ianez

Ciao Ianez, sono Antonino Muscaglione, faremusic.it, mi fa piacere intervistarti. Il tuo brano mi ha subito incuriosito a partire dal titolo “Analisti ne abbiamo?”, da cosa nasce? Qual è stata l’idea di partenza che ti ha portato a scrivere questa canzone?

Ciao Antonino, grazie, mi fa piacere ti abbia colpito. Questo brano nasce da una mia riflessione sulla libertà di espressione che c’è nei social, avevo ricevuto la base dal nostro produttore Fabio Tumini, è stato chitarrista della Differenza, con loro ha partecipato a Sanremo nel 2005. Non c’era ancora alcuno spunto per il testo, ma come capita spesso mi ero imbattuto sui social in una discussione che aveva scaldato gli animi. Ogni occasione è buona per far credere alla gente che può dire ciò che vuole, senza capire se si è competenti o meno per esprimere un giudizio. Faccio il grafico e non mi immagino nell’intavolare tesi contro o a favore di un virologo, ciascuno fa il proprio lavoro, sì, possiamo farci un’idea sulle cose, ciascuno di noi dà il proprio contributo, ma se dovessi immaginare una discussione tra me e un virologo potremmo solo guardarci negli occhi. “Analisti ne abbiamo?” in altre parole è una metafora per descrivere l’approccio scriteriato al social, la rabbia degli annoiati, l’egocentrismo che alimenta giudizi superficiali per un protagonismo da cinque minuti. In un ambiente in cui le fake news trovano terreno fertile e diventano alimento per dita pronte alla diffusione.

Ho letto che sei uno scrittore, quindi usi la scrittura per scrivere libri e per scrivere canzoni. Che differenza c’è tra scrivere un libro e sintetizzare un concetto in tre minuti e mezzo?

Ti ringrazio per definirmi “scrittore”, in realtà ho scritto un libro… (ride, nda). Diciamo che ho il dono della sintesi, il libro a cui ti riferisci (il titolo è “Sette foglie di oleandro”, edito da Lupieditore, nda) è composto tra sette storie che hanno un filo rosso, il filo conduttore è un’automobile che cambia sette proprietari e che in qualche modo diventa luogo e l’occasione per tessere sette storie. Nella canzone questa capacità di sintesi deve essere portata all’esasperazione perché, per rispettare i tempi ahimè, ma è giusto così, radiofonici si deve chiudere in tre minuti.

Che ricordo hai del primo approccio con la musica e con la scrittura?

La scrittura fin da piccolo è stata il mio rifugio, mio padre era sieropositivo, un uomo che ha vissuto profondamente il ’68, per una serie di ragioni, che puoi immaginare, e disagi vari mi hanno cresciuto i miei nonni. Ero un bambino introverso, tornavo da scuola e mi rifugiavo nella scrittura. Scrivevo delle storie, scrivevo di me, poi ho capito che la scrittura aveva un effetto terapeutico, era liberatorio potere scrivere delle cose, anche mie sofferenze per poi poterle accartocciare e buttare. Di contro mio padre, un Hendrixiano convinto, sai, uno di quelli che ha vissuto Woodstock, mi ha trasmesso la passione per la chitarra, ho cominciato a strimpellare seguendo quei corsi del tipo “diventa Jimi Hendrix in un mese” (ride, nda) e da lì è cominciato tutto. Poi sono cresciuto, ho iniziato il mio percorso nel mondo della musica alla fine degli anni ’90 come cantante degli MNT (Melan Nephos Thanatou) una formazione BlackMetal, abbiamo riscosso un buon successo tra pubblico e critica di genere. Oggi la band è composta da me alla voce, poi ci sono Lorenzo D’Annunzio al basso e Mister Fabio Fla, cioè Fabio Mosca, alla batteria, lui attualmente ha un progetto con la bassista di Carmen Consoli. Abbiamo suonato a Roma, abbiamo aperto il concerto di Canarie a Largo Venue, è sempre un’emozione pazzesca suonare live, speriamo che la situazione pandemica ci consenta di tornare a suonare in giro. Tutto sommato in Italia la situazione pare sia sotto controllo, confido sempre nella responsabilità di tutti per potere contenere questo virus.

Parafrasando il nome del magazine – FareMusic – ti  chiedo: cos’è per te oggi fare musica?

Per me fare musica è fare arte, deve rappresentare il momento che stiamo vivendo, è una fotografia della nostra realtà, può essere un megafono o uno strumento di denuncia.

Ieri sera ho aiutato il figlio di un mio amico a fare alcuni problemi di geometria, finiti gli esercizi, una volta che Daniele è andato a letto, ho fatto ascoltare il tuo brano al mio amico, e mi ha fatto notare che effettivamente nell’inciso ricorda “Zitti e buoni” dei Måneskin… Cosa diresti ad un leone da tastiera che ti dovesse fare questo commento su un social?

Di getto ti dico che gli risponderei che ha le orecchie disegnate sulla testa (ride, nda). Scherzo, in questo modo cascherei nella trappola del leone da tastiera. Anche qualcun altro me lo ha detto, in realtà c’è una somiglianza nella metrica nell’attacco del ritornello, proprio quando dico “analisti ne abbiamo…”. Però alla fine sai che ti dico? Se proprio devono trovare qualche somiglianza con un brano dei Måneskin, facciano pure, del resto potrebbero paragonare una mia canzone a quella di un gruppo che al momento è sulla bocca di tutti e in tutto il mondo, quindi, tutto sommato, va benissimo!

Giusto, mi sembra un’ottima riflessione! Allora grazie per questa chiacchierata, buona musica e ci si vede presto ad un vostro live, alla prossima.

Grazie a te, Antonino, a presto.

Facebook Comments

Latest Posts

I piu' letti

Resta in contatto

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.