23.2 C
Milano
mercoledì, Settembre 22, 2021
Voto Autore

Ultimi post

Appello alle istituzioni: 2000 artisti chiedono diritti streaming

Voto Utenti
[Total: 0 Average: 0]

2.000 artisti hanno sottoscritto un appello inviato alle istituzioni in cui si chiede che nell’attuare la Direttiva Copyright sia introdotto un diritto al compenso per gli utilizzi in streaming della musica diffusa da parte delle piattaforme on demand.
.

Un gruppo di artisti, capitanati da Paolo Fresu, ha formalmente chiesto al ministro dei beni culturali e ambientali Dario Franceschini, e ai Presidenti di Camera e Senato, di mettere mano ad un regolamento che garantisca un compenso adeguato per tutta la musica finita nel calderone delle piattaforme streaming on demand, delle norme che stabiliscano un compenso adeguato, cosa che, ad esempio, già avviene quando un brano viene usato e trasmesso da radio e tv, le cosiddette royalty.

Sono più di duemila gli artisti che hanno sottoscritto il documento, spiccano nomi del calibro di: Luciano Ligabue, Gianna Nannini, Morgan, Fabio Concato, Mario Biondi, Raphael Gualazzi, Mario Fargetta, Irene Grandi, Mario Venuti.

Questo quello che chiedono:

«L’iniziativa nasce dalla forte preoccupazione per le scelte fatte dal Governo, che al momento non ha voluto risolvere adeguatamente la situazione che vede, da un lato il mercato dello streaming on demand crescere in maniera esponenziale e dall’altro gli artisti ricevere poco o nulla per le utilizzazioni delle proprie opere.
I più fortunati guadagnano lo 0.46% di quanto incassa una piattaforma come Spotify o Apple Music.

Paolo Fresu ha aggiunto:

«Il nostro sguardo è rivolto alle istituzioni. Ci aspettiamo ora che il Governo e il Parlamento ascoltino le nostre richieste e capiscano l’opportunità e la necessità di riconoscere il giusto ruolo alla figura dell’artista, tenendo conto anche della profonda crisi che sta attraversando la categoria. Penso ai tanti musicisti e interpreti che pur dando un contributo artistico fondamentale ai successi che sono ampiamente diffusi dalle piattaforme, non si vedono riconoscere quello che meritano. La politica su questo tema non può più girarci le spalle».

Inoltre l’artista, insieme alla collecting degli artisti ITSRIGHT, ha promosso l’appello, nell’ambito del comune impegno a supporto della campagna europea Payperformers.

Abbiamo avuto modo di contattare Mario Venuti a cui abbiamo chiesto un parere sulla questione sollevata dal coro di artisti.
Mario ha dichiarato: «direi che questo furto continuato ai danni degli autori e degli esecutori deve finire, abbiamo sopportato abbastanza».

Oggi la stragrande maggioranza di musica viene ascoltata attraverso l’uso delle piattaforme, un mondo non regolamentato che a tratti sembra più dannoso della pirateria che un tempo affliggeva il mondo discografico.

Pare che i guadagni che incassa un artista, che vede la sua musica rimbalzare in piattaforme come Spotify o Apple music, abbiano una proporzione di uno a cento, meno di uno per l’artista, novantanove per la piattaforma che mette a disposizione la musica, con tutto il danno che ciò porta agli artisti, agli autori e all’indotto, che come sappiamo (e abbiamo documentato dalle colonne di FareMusic nei mesi scorsi) non ha subito poche batoste nell’ultimo anno e mezzo.
Il nostro augurio è che il ministro, almeno dalle dichiarazioni, sempre attento e sensibile a questi temi, ponga, o provi a porre, fine alla questione.

Facebook Comments

Latest Posts

I piu' letti

[tdn_block_newsletter_subscribe title_text=”Resta in contatto” description=”UGVyJTIwZXNzZXJlJTIwYWdnaW9ybmF0byUyMGNvbiUyMHR1dHRlJTIwbGUlMjB1bHRpbWUlMjBub3RpemllJTJDJTIwb2ZmZXJ0ZSUyMGUlMjBhbm51bmNpJTIwc3BlY2lhbGku” input_placeholder=”Email address” tds_newsletter2-image=”5″ tds_newsletter2-image_bg_color=”#c3ecff” tds_newsletter3-input_bar_display=”row” tds_newsletter4-image=”6″ tds_newsletter4-image_bg_color=”#fffbcf” tds_newsletter4-btn_bg_color=”#f3b700″ tds_newsletter4-check_accent=”#f3b700″ tds_newsletter5-tdicon=”tdc-font-fa tdc-font-fa-envelope-o” tds_newsletter5-btn_bg_color=”#000000″ tds_newsletter5-btn_bg_color_hover=”#4db2ec” tds_newsletter5-check_accent=”#000000″ tds_newsletter6-input_bar_display=”row” tds_newsletter6-btn_bg_color=”#da1414″ tds_newsletter6-check_accent=”#da1414″ tds_newsletter7-image=”7″ tds_newsletter7-btn_bg_color=”#1c69ad” tds_newsletter7-check_accent=”#1c69ad” tds_newsletter7-f_title_font_size=”20″ tds_newsletter7-f_title_font_line_height=”28px” tds_newsletter8-input_bar_display=”row” tds_newsletter8-btn_bg_color=”#00649e” tds_newsletter8-btn_bg_color_hover=”#21709e” tds_newsletter8-check_accent=”#00649e” embedded_form_code=”JTNDIS0tJTIwQmVnaW4lMjBNYWlsQ2hpbXAlMjBTaWdudXAlMjBGb3JtJTIwLS0lM0UlMEElMEElM0Nmb3JtJTIwYWN0aW9uJTNEJTIyaHR0cHMlM0ElMkYlMkZ0YWdkaXYudXMxNi5saXN0LW1hbmFnZS5jb20lMkZzdWJzY3JpYmUlMkZwb3N0JTNGdSUzRDZlYmQzMWU5NGNjYzVhZGRkYmZhZGFhNTUlMjZhbXAlM0JpZCUzRGVkODQwMzZmNGMlMjIlMjBtZXRob2QlM0QlMjJwb3N0JTIyJTIwaWQlM0QlMjJtYy1lbWJlZGRlZC1zdWJzY3JpYmUtZm9ybSUyMiUyMG5hbWUlM0QlMjJtYy1lbWJlZGRlZC1zdWJzY3JpYmUtZm9ybSUyMiUyMGNsYXNzJTNEJTIydmFsaWRhdGUlMjIlMjB0YXJnZXQlM0QlMjJfYmxhbmslMjIlMjBub3ZhbGlkYXRlJTNFJTNDJTJGZm9ybSUzRSUwQSUwQSUzQyEtLUVuZCUyMG1jX2VtYmVkX3NpZ251cC0tJTNF” descr_space=”eyJhbGwiOiIxNSIsImxhbmRzY2FwZSI6IjE1In0=” tds_newsletter=”tds_newsletter3″ tds_newsletter3-all_border_width=”0″ btn_text=”Sign up” tds_newsletter3-btn_bg_color=”#ea1717″ tds_newsletter3-btn_bg_color_hover=”#000000″ tds_newsletter3-btn_border_size=”0″ tdc_css=”eyJhbGwiOnsibWFyZ2luLWJvdHRvbSI6IjAiLCJiYWNrZ3JvdW5kLWNvbG9yIjoiI2E3ZTBlNSIsImRpc3BsYXkiOiIifSwicG9ydHJhaXQiOnsiZGlzcGxheSI6IiJ9LCJwb3J0cmFpdF9tYXhfd2lkdGgiOjEwMTgsInBvcnRyYWl0X21pbl93aWR0aCI6NzY4fQ==” tds_newsletter3-input_border_size=”0″ tds_newsletter3-f_title_font_family=”445″ tds_newsletter3-f_title_font_transform=”uppercase” tds_newsletter3-f_descr_font_family=”394″ tds_newsletter3-f_descr_font_size=”eyJhbGwiOiIxMiIsInBvcnRyYWl0IjoiMTEifQ==” tds_newsletter3-f_descr_font_line_height=”eyJhbGwiOiIxLjYiLCJwb3J0cmFpdCI6IjEuNCJ9″ tds_newsletter3-title_color=”#000000″ tds_newsletter3-description_color=”#000000″ tds_newsletter3-f_title_font_weight=”600″ tds_newsletter3-f_title_font_size=”eyJhbGwiOiIyMCIsImxhbmRzY2FwZSI6IjE4IiwicG9ydHJhaXQiOiIxNiJ9″ tds_newsletter3-f_input_font_family=”394″ tds_newsletter3-f_btn_font_family=”” tds_newsletter3-f_btn_font_transform=”uppercase” tds_newsletter3-f_title_font_line_height=”1″ title_space=”eyJsYW5kc2NhcGUiOiIxMCJ9″]

Facebook Comments