20 C
Milano
giovedì, Febbraio 25, 2021

Sanremo 2021: CTS approva – Cosa prevede il protocollo Rai

La nuova edizione del Festival di Sanremo ha avuto l'OK del CTS che ha approvato il protocollo presentato dalla Rai. Ecco cosa prevede

Ultimi post

Morto Manuel Frattini, re del musical: malore fatale, a soli 54 anni, prima di andare in scena 

Voto Utenti
[Total: 1 Average: 4]

Manuel Frattini, grande attore italiano del musical, è morto a Milano a 54 anni, in seguito a un malore che gli ha provocato un arresto cardiaco irreversibile. Era in teatro, nel luogo che lo aveva già celebrato immortale.

Dolore e incredulità per la sua scomparsa.

Lassù ti staranno già applaudendo, ne siamo certi”, è questo il commosso saluto a Manuel Frattini da parte della Compagnia della Rancia, la società di produzione con la quale l’eclettico artista ha lavorato per decenni. “Grazie di tutte le emozioni che ci hai regalato, vinceranno sul dolore che sentiamo in questo momento per la perdita di un Grande Artista e di un Vero Amico”,

Manuel Frattini non c’è più”, è il commosso post di Silvia Arosio, tra i più importanti uffici stampa e preparati giornalisti in ambito teatrale, che lancia un appello sulla sua pagina FB: “Il prossimo numero di Riflettori su, in uscita il 10 novembre, dedicherà la copertina e l’editoriale a Manuel Frattini. Se qualcuno, tra performer, registi, produttori, volesse scrivere qualcosa, mi contatti privatamente”.

Il nome di Manuel Frattini è sinonimico di musical.

Il nome di Manuel Frattini è metafora di talento, determinazione, studio, fatica, sudore, amore per il proprio lavoro. Passione, anima. È stato tra i pionieri del musical in Italia, ci credeva e ha avuto ragione.

Dallo studio della danza (dalla classica alla jazz, dalla moderna al tip tap) al Centro Teatro Attivo di Milano dove studia dizione e recitazione, dalla televisione (come primo ballerino e coreografo in diverse produzioni Rai e Mediaset tra cui Fantastico e Pronto è la Rai?) al palcoscenico, Manuel Frattini è stato il grande protagonista indiscusso del teatro musicale.

Nel 1991 lascia definitivamente la televisione ed entra ne La Compagnia della Rancia.

Da allora è stato: Mike Costa in A Chorus Line, Cosmo Brown in Cantando sotto la pioggia, Gedeone in Sette spose per sette fratelli con Raffaele Paganini e Tosca, Seymour ne La Piccola Bottega degli Orrori, con Rossana Casale e Carlo Reali.

Per più stagioni è Pinocchio, con la regia di Saverio Marconi e le musiche dei Pooh.

Per quattro stagioni è Peter Pan, con le musiche di Edoardo Bennato, per la regia di Maurizio Colombi.

Poi Robin Hood, e ancora Pinocchio nella tournée in Corea, e l’anno successivo a New York alla Danny Kaye Playhouse in occasione del Columbus Day;

È stato Aladin, protagonista dell’omonimo musical scritto da Stefano D’Orazio con le musiche dei Pooh.

Lena Biolcati scrive per lui Sindrome da musical, dove interpreta se stesso e ripercorre il suo percorso artistico attraverso i più famosi brani del musical italiano e internazionale.

È coprotagonista di Paolo Ruffini in Cercasi Cenerentola, prodotto con la regia di Saverio Marconi, il testo e le liriche sono di Stefano D’Orazio.

È Bobby Child, in Crazy for you, libretto di Ken Ludwig, musiche di George Gershwin, testi di Ira Gershwin.

Una delle sue qualità era di non prediligere una delle tre discipline non si sentiva completo senza l’una o l’altra.

 

Latest Posts

I piu' letti

Resta in contatto

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.