Home Società e Cultura Paolo Conte e Cesare Cremonini alla rassegna “Milano per Gaber”

Paolo Conte e Cesare Cremonini alla rassegna “Milano per Gaber”

La rassegna "Milano per Gaber", arrivata alla sua 12ma edizione, ha visto protagonisti, tra gli altri, due grandi artisti, Paolo Conte e Cesare Cremonini

169
0
SHARE
gaber
Voto Utenti
[Total: 2 Average: 3]
La rassegna “Milano per Gaber“, arrivata alla sua 12ma edizione, ha visto protagonisti, tra gli altri, due grandi artisti, uno della “vecchia” generazione artistica italiana, il maestro Paolo Conte, e uno della generazione dei millennial, Cesare Cremonini.

Il cantautore astigiano, sul palco del Piccolo Teatro Strehler, intervistato dal giornalista e conduttore televisivo Massimo Bernardini, ha ripercorso la sua mitica carriera, dagli esordi a Parigi fino ad oggi. Per chi fa musica, il maestro Paolo Conte ha sottolineato la necessità di conoscere l’opera di grandi autori come Giovanni Danzi, prima di commentare la canzone popolare italiana degli anni ’50 e ’60, elencandone le principali differenze.

gaber

Conte ha dichiarato:

Dovremmo fare un discorso più ampio, dovremmo tornare agli anni Dieci e sentire questo materiale formidabile […] Nelle vecchie canzoni i testi contavano poco, scritti in italiano leggermente aulico, dopo con i cantautori sono arrivati gli slanci enormi dal punto di vista letterario“.

gaber

Il giorno dopo, nello stesso teatro è stato invece ospite Cesare Cremonini dove ha raccontato il suo legame con la musica e la canzone di Giorgio Gaber:

Quella di Gaber e la mia sono carriere musicali molto diverse, perché lui ha scelto di parlare più agli individui mentre io ho scelto le masse. Ho iniziato ad approfondire la musica di Gaber verso i 23 anni dopo la sbornia del successo avuto con i Lunapop. Ero un imbecille, perché il successo ti stordisce. Solo quando ho rimesso i piedi per terra mi sono sentito impreparato al ruolo di cantautore. Avevo bisogno di trovare dei punti di riferimento e Gaber è stato uno di questi. Non ce l’avrei mai fatta se non avessi trovato le mie figure di riferimento sorveglianti, una sorta di angeli custodi. A San Siro, al concerto della scorsa estate, avevo Gaber sulla spalla sinistra e Freddie Mercury su quella destra che mi assistevano“.

MILANO PER GABER 12ma Edizione

 

Milano per Gaber 2019 per gli 80 anni dalla nascita del Signor G

Commento su Faremusic.it