Home Società e Cultura Lettera ad una amica tanto amata … e che la terra ti...

Lettera ad una amica tanto amata … e che la terra ti sia lieve Marina

458
0
SHARE
marina
Crediti Foto Franca Dini
Voto Utenti
[Total: 3 Average: 3.3]

Marina Ripa di Meana se n’è andata ieri, in silenzio, lasciando un vuoto incolmabile. La notizia mi ha travolto e sono ancora incredula.
Lei, leonessa guerriera trasgressiva, questa volta non ce l’ha fatta!

Marina Elide Punturieri ha vissuto una vita controcorrente tanto da farla diventare un personaggio irripetibile.

La fortuna ha voluto che la conoscessi qualche anno fa … ricordo ancora il suo profumo che lasciava il “segno” ovunque lei si trovasse! Era incredibilmente bella, una bellezza quasi impossibile, originale stravagante fascinosa: fra noi ci fu immediata grandissima empatia.

marina
Crediti Foto Franca Dini
E ora vorrei scriverti una lettera, un’ultima lettera ad una cara amica … per dire, per dirti, tutto quello che mi passa per il cuore in questo momento triste:

Marina cara, sei stata pesantemente criticata odiata amata, la vita vissuta sotto i riflettori, la forza il carattere la non ipocrisia ti aveva davvero resa un personaggio ineguagliabile!
Ricordo quanto ti piaceva venire in Versilia e quante passeggiate lungomare sulla battigia, dicevi sempre che camminare era importante per mantenere il fisico in forma … e poi ti piaceva il profumo del mare.

Una volta, forse una delle prime da quando ci siamo conosciute, mi raccontasti del difficile rapporto che avevi con Lucrezia e io ti ascoltavo con amore perché avevo lo stesso problema con mia figlia.

E poi il tumore che ti portava costantemente a Milano da Umberto Veronesi su e giù in treno … e la chemioterapia! Quanto dolore e quanta sensibilità e quanta felicità quando “ritrovasti” tua figlia!

Cara amica mia ho preso tante volte le tue difese, con le malelingue che riempiendosi la bocca e non conoscendoti, non sapevano le cattiverie che stavano dicendo.

Sai Marina, non dimenticherò mai il giorno che mi chiamasti al telefono e mi dicesti: “Franca preparati, il primo agosto dovrò essere a Stintino per uno spettacolo e tu verrai con me… “.
Provai a dire di no, ma ti eri messa in testa che dovevo venire con te e addirittura fui tua ospite per quattro meravigliosi giorni … e tu sapevi che quella volta per me sarebbe stata importante e sapevi anche di farmi felice. Con noi c’era anche il mitico Michele Mirabella, non dimenticherò mai quel viaggio!

Non dimenticherò, cara amica mia, le conversazioni che facevamo in spiaggia quando guardavano il mare e parlando dei nostri amori ti arrabbiavi perché non ascoltavo i tuoi consigli!

Mi mancherai, ti ho voluto molto bene e il mondo dello spettacolo non sarà più lo stesso senza di te!

Non scriverò quello che stanno riportando tutti i giornali, ma voglio dire che tu, Marina, sei stata un esempio di dolcezza sincerità, passionalità, generosità … sei stata e sempre sarai una donna UNICA e resterai per sempre nel mio cuore.

Porta il tuo sorriso la tua ironia agli “abitanti di quel mondo” che ancora non ti conoscono, e son sicura che renderai quel “mondo” un po’ più divertente!
Ciao cara dolce amica mia … buon viaggio.

Commento su Faremusic.it