Home Musica LUCCA BLINDATISSIMA PER IL CONCERTO DEI ROLLING STONES – TUTTI I NUMERI...

LUCCA BLINDATISSIMA PER IL CONCERTO DEI ROLLING STONES – TUTTI I NUMERI DELL’EVENTO

Tutto pronto per il mega concerto-evento che i Rolling Stones terranno tra qualche ora a Lucca. La città è praticamente blindata. Altissimi i servizi di sicurezza. Qui tutti i numeri dell'evento.

587
0
SHARE
rolling stones
Voto Utenti
[Total: 1 Average: 5]

di Francesca De Luisi

Questa sera a Lucca i Rolling Stones si esibiranno a Lucca, al Lucca Summer Festival (leggi nostro articolo) in un mega concerto evento nell’unica tappa italiana del loro Tour Mondiale!

Uno spettacolo di circa due ore che fa parte dello “Stones – No Filter Tour” (così come da nostro articolo precedente), dove i longevi Stones sfodereranno una scaletta di ben venti canzoni, come visto nelle ultime date a Zurigo o ad Amburgo.

Si prevedono i grandi classici, da “Sympathy for the Devil” a “Satisfaction” e alcune variabili come “She’s A Rainbow” o chicche come “Play a Fire”. Ovviamente anche “It’s only rock’n’roll (but I like it)” e tra i pezzi che proprio non si possono non eseguire, compreso qualche sorpresa e un paio di numeri blues tratti dal recente album di cover “Blue and Lonesome” che ha gettato ulteriormente indietro le nemiche lancette ricreando sound e sapore dei Rolling degli esordi.

Questi i numeri e le misure di sicurezza per il concerto degli Stones a Lucca

60mila persone in queste ore hanno invaso la cittadina toscana.
Ben 400 agenti “blinderanno” Lucca, vigilando attentamente sull’evento e dei new jersey in cemento saranno posti sui viali principali della città che portano alle Mura di cinta medioevali, dove si terrà l’evento. Anche il traffico di veicoli commerciali sarà vietato per tutta la giornata di sabato. Si dovrà passare attraverso il metal detector per entrare nella location dello show e saranno assolutamente vietati l’introduzione di bottiglie di vetro e di plastica, computer e tablet.

rolling stones

Il comune di Lucca, inoltre, ha consigliato la gente ad usare i mezzi pubblici, come la ferrovia per arrivare in città: è stato predisposto da Trenitalia un servizio speciale, con convogli straordinari oltre l’orario ordinario per Viareggio, Pisa, Aulla o Firenze .
Per chi invece vorrà arrivare a Lucca in auto, è bene sapere che sarà quasi impossibile parcheggiare al di fuori delle otto zone posteggi messe a disposizione dall’organizzazione dell’evento.

I biglietti per accedere a questo mega show ovviamente non si trovano più perchè spariti poco dopo l’inizio della prevendita. Alcuni ticket si trovano online, purtroppo con il secondary ticketing, a somme esorbitanti che sfiorano i 1.300 euro per un posto in tribuna (n.b. il prezzo di vendita ufficiale era tra i 130 e i 170 euro)!

Ed ora non ci resta che aspettare che le mitiche pietre rotolanti accendano il cielo di Lucca!

 

SHARE
Previous articleSAVE THE GUITAR – L’epoca della chitarra sta morendo?
Next articleRolling Stones a Lucca: una band analogica che suona “senza filtro” – RECENSIONE
Francesca De Luisi
Nata a Bari il 18 agosto 1975 sotto il segno del Leone. Amo la musica da bambina, fan sfegatata della regina del Pop: Madonna e una grande passione per i manga e gli anime. Da ragazzina passavo i pomeriggi in un vecchio store di vinili dove scoprivo i grandi artisti. Il profumo del vinile tra le mani e il suono che emette per me non ha eguali. Oggi mi sono buttata a capofitto nella gestione delle pagine artista dei principali social network. Tutto è cominciato tanti anni fa, quando decisi di prendere in mano "la missione" di far conoscere artisti emergenti, che non escono dai talent e meritano visibilità. Infatti, sono principalmente conosciuta nel magico mondo di Facebook, per essere sempre stata la social media manager dell'eclettica band pop/rock FuoRiOraRiO e successivamente di altri artisti tra cui la bravissima cantautrice Gina Rodia e la talentuosa Marzia Dipalma, fino ad arrivare ad esserlo dell'incantevole voce di Camilla Fascina. Credo nella potenza della viralizzazione mediatica e punto molto su questo.

Commento su Faremusic.it