13.1 C
Milano
venerdì, Settembre 25, 2020

PINGUINI TATTICI NUCLEARI: IL TOUR DEI PALAZZETTI È RINVIATO A FEBBRAIO 2021

A causa del Covid, è stato rinviato a febbraio 2021 l'attesissimo tour dei Pinguini Tattici Nucleari, programmato per il prossimo ottobre

Ultimi post

GHALI: a causa del covid rinviati al 2021 i concerti di ottobre a Milano

A causa del Covid-19, il concerto a Milano di Ghali, previsto al Fabrique per l'8, 9 e 10 ottobre sarà posticipato al 2021

Niccolò Fabi: “Novo Mesto” e “La Cura del Tempo” per la prima volta su vinile

Pubblicato in Vinile 180g con audio rimasterizzato 2 titoli del catalogo di Niccolò Fabi: “Novo Mesto” e “La Cura Del Tempo”.

Fedez simbolo della pace per l’uscita di “Bella storia”

Fedez esce con il singolo "Bella Storia" prodotto da d.whale, brano che rappresenta un viaggio nelle sonorità anni 80

Renato Zero festeggia i 70 anni con tre album – Si inizia con “Zerosettanta – Volume Tre”

Esce il 30 settembre “ZEROSETTANTA - VOLUME TRE”, il primo dei tre dischi che Renato Zero farà uscire per il suo 70mo compleanno

Roger Waters e quel labile confine tra plagio e ispirazione – Il Tribunale lo accusa di aver plagiato le “Cancellature” di Emilio Isgrò

Voto Utenti
[Total: 1 Average: 4]

di Veronica Ventavoli

Roger Waters, secondo la giustizia italiana, avrebbe plagiato un artista siciliano, un grande della Poesia Visiva degli anni ’60.

I fatti:

Nella giornata di ieri il Tribunale di Milano ha deciso di vietare la vendita nel nostro Paese di Is This The Life We Really Want? ultima fatica discografica dell’ex leader dei Pink Floyd.

Secondo il giudice Silvia Giani della sezione specializzata del Tribunale di Milano, infatti, la copertina dell’album su indicato sarebbe un vero e proprio plagio delle opere di Emilio Isgrò, artista concettuale di grande impatto nella Milano degli anni ’60. Nello specifico, la copertina di Is This The Life We Really Want? riprenderebbe pedissequamente le celebri «Cancellature» dell’artista, esposte in molti dei più noti musei del mondo.

 

roger waters
Emilio Isgrò durante una mostra a Prato

Il plagio emerge “ictu oculi dal raffronto”…

e trova conferma nella «comune percezione da parte dei critici musicali e dei critici dell’arte, che hanno immediatamente associato la copertina dell’opera discografica in oggetto all’artista Emilio Isgrò». In virtù dell’«illiceità della riproduzione dell’opera di Isgrò [rappresentato dallo studio Trifirò & Partners, ndr] senza il consenso dell’autore», il giudice ha così imposto alla Sony Music, casa discografica che ha pubblicato il disco, una penale di 100 euro per ogni violazione o inosservanza successiva del provvedimento del Tribunale.

roger waters
Copertina dell’album di Roger Waters a Sx- Opera concettuale di Emilio Isgrò a Dx

La decisione conferma l’ordinanza emessa pochi giorni dopo l’uscita del disco in Italia: il 16 giugno, il giudice Giani aveva già bloccato la commercializzazione dell’album di Waters per l’ipotesi di plagio nella copertina. Il blocco era però stato sospeso una decina di giorni dopo, in una prima udienza, per permettere alle parti di trovare un accordo. Il 19 luglio i legali delle parti hanno discusso la questione e, mancando l’accordo, ieri è stato deciso lo stop alla vendita. Sony Italia non ha commentato la decisione del Tribunale di Milano, ma è probabile che presenti ricorso.

roger waters

Vittorio Sgarbi dixit

Sulla questione è intervenuto anche Vittorio Sgarbi, che ritiene la decisione del Tribunale completamente sbagliata:
«È come se gli eredi di Leonardo avessero dovuto querelare Duchamp per la Gioconda coi Baffi», ha commentato. «Waters potrebbe non essersene accorto perché la posizione delle parole nei due manufatti è diversa e il gioco di una frase per sottrazione può farlo chiunque», ha continuato il critico d’arte; anche in caso contrario, però, Waters non sarebbe da condannare: si tratterebbe di «un bellissimo omaggio che rende merito al lavoro di Isgrò, nulla di più, nulla di meno. Anche perché si tratterebbe di due categorie merceologiche diverse, non di un falso d’artista». Per Sgarbi, in definitiva, è assai probabile che «Isgrò stia approfittando della popolarità di Waters, querelandolo, per rinverdire la sua, evidentemente un po’ in calo».

roger waters


Is This the Life We Really Want?

è uscito il 2 giugno a ben 25 anni di distanza dal precedente album solista di Waters, Amused to death; si tratta quindi di un lavoro attesissimo da fan e critici (leggi nostra recensione a cura di Athos Enrile).
Co-prodotto da Nigel Godrich, il disco ha una decisa impronta politica; Waters stesso ne parla come di «una dura presa di posizione nei confronti del mondo contemporaneo e di quest’epoca confusa».
C’è da scommettere che, per l’ex Pink Floyd, lo stesso provvedimento del Tribunale di Milano, clamoroso e per molti eccessivamente duro (il confine fra plagio e ispirazione è da sempre labilissimo), non sia che un frutto esemplare di questa nostra «epoca confusa».

Intanto è uscito un altro estratto, con relativo video, dall’album in oggetto, brano dal titolo Wait for Her.

 

roger waters
Roger Waters – Wait for Her

 

 

 

 

Latest Posts

GHALI: a causa del covid rinviati al 2021 i concerti di ottobre a Milano

A causa del Covid-19, il concerto a Milano di Ghali, previsto al Fabrique per l'8, 9 e 10 ottobre sarà posticipato al 2021

Niccolò Fabi: “Novo Mesto” e “La Cura del Tempo” per la prima volta su vinile

Pubblicato in Vinile 180g con audio rimasterizzato 2 titoli del catalogo di Niccolò Fabi: “Novo Mesto” e “La Cura Del Tempo”.

Fedez simbolo della pace per l’uscita di “Bella storia”

Fedez esce con il singolo "Bella Storia" prodotto da d.whale, brano che rappresenta un viaggio nelle sonorità anni 80

Renato Zero festeggia i 70 anni con tre album – Si inizia con “Zerosettanta – Volume Tre”

Esce il 30 settembre “ZEROSETTANTA - VOLUME TRE”, il primo dei tre dischi che Renato Zero farà uscire per il suo 70mo compleanno

I piu' letti

Resta in contatto

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.