17.8 C
Milano
domenica, Maggio 16, 2021

Ultimi post

“Storie della buonanotte per bambine ribelli”, un libro sulle storie di donne che hanno realizzato i propri sogni

Voto Utenti
[Total: 1 Average: 4]

di Laura Valente

STORIE DELLA BUONANOTTE PER BAMBINE RIBELLI è un libro che guida la classifica italiana dei libri più venduti da diverse settimane, dopo aver raggiunto analoghi risultati nel resto del mondo. Il curioso titolo preclude ad un progetto editoriale del quale non si può non parlare, per svariati motivi.

L’idea del soggetto è venuta a due italiane, Elena Favilli, giornalista e imprenditrice, e Francesca Cavallo, scrittrice e regista teatrale, che hanno finanziato il progetto con un’operazione riuscitissima di crowdfunding, la più riuscita finora, raccogliendo oltre 1 milione di dollari da 70 nazioni diverse in soli 28 giorni!

bambine ribelli

Il libro è composto di 200 pagine; 100 dedicate ad altrettante donne straordinarie, di cui è narrata in breve la storia e per ognuna un bellissimo disegno-ritratto eseguito da una delle 60 artiste diverse che hanno voluto far parte del progetto.

E’ un’opera editoriale di indubbio valore, il cui significato è facilmente riconoscibile e dichiarato dalle autrici: qui non ci sono principesse che aspettano inerti il principe azzurro, bensì esseri umani pieni di talento e passione che inseguono e realizzano i propri sogni e le proprie aspirazioni.

Io l’ho comprato e l’ho regalato a mia figlia. Ogni sera, quando è possibile, le leggo una storia e poi insieme andiamo su Google a vedere le immagini reali e talvolta i video della donna che abbiamo “scoperto”, visto che non si parla solo di donne famose, ma anche di donne assolutamente sconosciute al grande pubblico.

bambine ribelli

E fin qui, tutto bello e “fiabesco”.

Ma poi mi soffermo sul titolo, guardo mia figlia e rifletto.

Storie della buonanotte per bambine ribelli…, ma perchè mia figlia dovrebbe sentirsi “ribelle”? Perchè darle questo appellativo? Solo perchè legge storie di donne che hanno realizzato i propri sogni? Ma non dovrebbe essere una cosa assolutamente legittima e normale, per una donna come per un uomo, per un omosessuale come per un etero, per un norvegese come per un indonesiano? Non è normale voler vivere questa vita con gioia, realizzando i propri talenti? E’ “ribelle” una bambina che lo fa?

Credo che a volte, tentando di combattere le disciminazioni, che purtroppo avvelenano il viver civile, si corra invece il rischio di alimentarle.

Continuerò a leggere il libro, a me e a mia figlia, naturalmente, perchè sarà interessante scoprire la vita coraggiosa di persone che non conosciamo e che in qualche modo ci potranno ispirare. Ma spero arrivi presto il giorno in cui non sentirò più dire “voi donne” o “voi uomini” o “il nord e il sud”!!!

Con tutto l’amore che conta davvero!
Laura Valente

Trailer del libro di Elena Favilli e Francesca Cavallo Storie della buonanotte per bambine ribelli

Facebook Comments

Latest Posts

I piu' letti

Resta in contatto

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.

Facebook Comments