Home Cult Music Pietra a metà: Montercorvino canta Pino Daniele

Pietra a metà: Montercorvino canta Pino Daniele

573
0
SHARE
pietra
Crediti Foto Victoria Osinska

Voto Utenti
[Total: 1 Average: 5]

Pietra a metà. Ovvero, l’alta meraviglia della Montecorvino

All’infuori degli attimi presenti, per non sentire quell’assenza, Pietra ha aperto la sua visione: quell’istantanea che dà la luce agli uguali fratelli. Ha aperto la sua memoria, ignorando cosa fosse la morte: perché l’arte del ritorno è la risurrezione. Ha aperto per corrisposta fede il suo cuore in due, e non ha trovato nulla di più interessante che avere il fuoco dentro.

Pietra non si è nascosta alla notte, e ha chiesto alla sua vita di non essere innocente dal dolore. Di poter essere una testimone degli assassini che spaccano Napoli; di essere lei, di nuovo, la conoscenza di Pino: ha inteso avere la sua infinita eredità: la corona del suo purissimo cuore; ha voluto essere la levatrice della sua esistenza, affinché rinascesse dai suoi occhi.

Pietra a metà  è un album che piega i fili armonici: come volesse un inchino di rispetto; ricevere un’alta meraviglia, il matrimonio con la Bellezza. È un album che fa fuoco all’altezza delle nostre catene. 

E Pietra canta come volesse vedere correre sulle proprie dita mille piedi in avanti rispetto al vento. E ha i tendini nelle corde della chitarra, che sembra vogliano sfilarsi per violare la nostra resa. È una farfalla trepida, che sanguina alla freccia di ogni nota. E quanta sofferenza ha per gli affidamenti maligni che abbiamo nel cammino, per le nostre anime rese minuscole. Quante lacrime per le nostre verginità perdute, per le nostre purezze.

Pietra ha voluto una mansione sincera; ha voluto essere lo scrigno della passione e di avere nelle labbra il suono umano della libertà. E ha voluto la letteratura delle canzoni di Pino Daniele per la sua lotta. Pino, per l’occasione, ha inviato un giovane animale e l’ha reso sonoro, un enorme gigante adatto a quei sensi musicali. E Pietra, su quella indicazione, ha costruito una fuga stellata, un rapido viaggio per unire il loro sangue.

Pietra è stata innamorata. Nessuno potrà trovare più nulla d’altro. Nessuno potrà negare l’esistenza dell’eterno. Stanotte il Vesuvio dalla sua finestra sembra un alambicco pronto per l’amore.

 

Commento su Faremusic.it