9.8 C
Milano
martedì, Ottobre 27, 2020

Un documentario sulla BBC per gli 80 anni di John Lennon

John Lennon quest'anno avrebbe compiuto 80 anni. Per celebrare questa importante ricorrenza la BBC Radio 2 manda in onda un documentario

Ultimi post

Adele attrice comica al Saturday Night Live

Adele ha svelato la sua natura comica durante la storia trasmissione Saturday Night Live, andato in onda il 24 ottobre

FRANCESKIN JUNIOR – Netflix italiana, il mostro digitale del ministro Franceschini

Con l’ultimo DPCM arriva il colpo finale alla cultura e allo spettacolo. Il Ministro Franceschini punta alla Netflix della cultura italiana

Bruce Springsteen: esce “Letter To You”, l’attesissimo nuovo album in studio

Esce "LETTER TO YOU", l'attesissimo nuovo album in studio di BRUCE SPRINGSTEEN, realizzato insieme a The E Street Band

Laura Pausini: esce l’EP “Io si (Seen)” tema dell’ultimo film di Sophia Loren

Laura Pausini esce in tutto il mondo "IO SI(Seen)". Il brano è la original song di “The Life Ahead-/La Vita Davanti A Sé“ con Sophia Loren

“Frammenti di Identità”: nuovo album dei Dagma Sogna – RECENSIONE

Voto Autore

di Athos Enrile

 

Dalle pagine di FMD, più o meno un anno fa, proponevo l’EP “Elefanti di Nuvole” (leggi articolo), dei Dagma Sogna, quattro brani di “assaggio”, una sorta di balon d’essai musicale che, se da un lato convogliava le forze e le esigenze personali di musicisti giovani – ma esperti -, dall’altro tendeva a sondare le reazioni di un potenziale pubblico rispetto a una nuova proposta.

Occorre dire che la squadra – Alessandro Giusto (voce e chitarra), Daniele Ferro (chitarra), Davide Garbarino (tastiera), Gabriele Lenti (batteria) e Matteo Marsella (basso) – rappresenta un vero mix di esperienze, dal metal al prog, dalla classica al rock, e il loro punto di incontro è una musica che arriva immediatamente al pubblico, quel popolo immenso di “giovani ma non troppo” che si riconosce nei messaggi e nei suoni proposti dai Dagma.
Dicono a tal proposito: “Siamo molto orgogliosi di avere, a solo un anno e mezzo dalla nascita del progetto, già un certo seguito e sicuramente i social hanno contribuito molto a divulgare il nostro nome. Abbiamo ricevuto anche una certa attenzione da parte di alcune testate giornalistiche che ha sicuramente aiutato. Anche i live però sono fondamentali, e hanno contribuito ad aumentare la visibilità del progetto. Non ultimo, sicuramente, un costante passaparola, che abbiamo visto essere il miglior viatico per poter raggiungere nuove orecchie.”

Questa visibilità positiva si è tradotta in opportunità, e se è vero che tra gli sforzi dell’esordio c’era anche l’autoproduzione, nel caso del primo album la visione globale è più di stampo manageriale, con una vera label – Areasonica Records – e un’agenzia promozionale, La Suburbana Lab: “Quando è stato terminato l’album abbiamo preso contatto con diverse etichette inviando il nostro materiale, e dobbiamo dire che molte hanno mostrato un concreto interesse per noi. La scelta è caduta su Areasonica, per la serietà manifestata e per le proposte avanzate che sono quelle che garantiscono alla band più potenziale di crescita.

Il nuovo album… già… “Frammenti di Identità” è il titolo, undici tracce composte dalle quattro costituenti l’EP, e da sette nuove creazioni.

[youtube id=”m7nbZYc3WiI”]

“Come per i brani di ‘Elefanti…’ che sono convogliati in ‘Frammenti di identità’, gli spunti sono sempre frutto di una esperienza personale rielaborata. Il pensiero è in grado di rendere un fatto esperienza, e su questo si fondano i contenuti di tutto il disco. Musicalmente ci siamo divertiti a sperimentare qualcosa di nuovo, abbiamo inserito strumenti insoliti per una band Pop Rock come noi, quali mandolino e l’armonica a bocca (entrambe suonate da Alessandro), e abbiamo utilizzato dei loop di tastiera  – grazie alla preparazione di Davide – che hanno contribuito a rendere il sound più interessante. Abbiamo scritto liberamente e riteniamo escano influenze di generi più disparati rimescolate in quello che speriamo essere il sound proprio della band”.

Il loro pensiero è esaustivo e lascia trasparire entusiasmo e motivazione, elementi che hanno permesso, negli ultimi dodici mesi, uno scatto avanti deciso che ha portato ad un rapido incremento della conoscenza mediatica e reale, premio all’intraprendenza, a un certo autarchismo e… alla tanta qualità messa in campo.

“Gli obbiettivi della band sono sempre stati molto ambiziosi e restano tali. Vogliamo promuovere a partire dalla data di uscita il disco con quanti più live possibili, battendo il territorio italiano, e siamo al lavoro per concretizzare la cosa. Vogliamo raggiungere quante più persone possibili e contemporaneamente siamo già al lavoro per dare un seguito a ‘Frammenti di identità’, album da cui ci aspettiamo un buon riscontro perché crediamo nella qualità della proposta.”

Frammenti di Identità è un album che presenta un filo conduttore, e in altro ambiente musicale lo si potrebbe definire un concept; il legame non è un’unica storia, ma tanti racconti che hanno come materia base lo stato d’animo di giovani anime che, raggiunto un primo traguardo temporale, vivono il disagio, la delusione, la frustrazione tipiche del primo bilancio di vita. La trasposizione in musica del vissuto diventa liberatoria, e mentre indica la strada a chi ha la giusta sensibilità per elaborare riflessioni personali, spinge in via naturale chi compone – e propone –  e chi segue, verso un processo osmotico che realizza una forte interazione tra le parti, diretta in caso di live, indotta nelle altre forme di fruizione.

11937455_966100216779867_3353304963049574362_n
E i frammenti di identità si miscelano all’interno della band, sintetizzando le varie sfaccettature umane in ogni singola traccia… in tanti singoli brani.

Non esiste separazione tra i pezzi utilizzati nell’EP (Elefanti di Nuvole, Prendo Tempo – Ormai è Tardi-, Sentirmi lì e Anime di Sabbia) e le ultime creazioni, il tutto legato da una matrice rock marcata, da una tendenza spinta alla melodia, dal disegno armonico ben definito, con un bisogno assoluto di inviare messaggi esistenziali in forma poetica.

Pop Rock? Rock Pop? Lasciamo le etichette a chi le ama senza inventarne di nuove… mi limito a dire che i Dagma Sogna hanno inventato un “prodotto” riconoscibile dopo attimi di note suonate, dopo pochi secondi di voce.

Il video che propongo a seguire è il secondo da loro realizzato, Prendo Tempo – Ormai è Tardi, ma esiste un brano che, ascoltato in anteprima, mi ha messo i brividi, Stella della Sera, ispirato da una persona cara e fondamentale – e la lei dedicato -, che all’improvviso viene a mancare, come accade spesso nella vita; e ricordarla in una canzone, seppur accompagnati da rimorsi e rimpianti, la farà rivivere per sempre, donandole immortalità.

Non svelo oltre, nella speranza che un minimo di curiosità spinga a saperne di più, a partire dalla release nazionale prevista per il 3 novembre. Un pre-release sarà realizzata a livello locale in data non ancora precisata.

In un altro tempo, in un altro mondo, forse in un altro luogo, i Dagma Sogna potrebbero concretizzare tutti i loro progetti, cosa obiettivamente complicata, ma non è detto che la situazione non possa cambiare, e se è vero che alla fine il duro lavoro  e il talento pagano, non mi stupirei che le soddisfazioni arrivassero copiose… a me sembrano davvero bravi, efficaci e meritevoli di un posto al sole nel panorama musicale.

 

14011876_10208580678867860_1141783892_n

 

TRACK LIST

IL TEMPORALE
SENTIRMI LÌ
PRENDO TEMPO (ORMAI È TARDI)
ADESSO NO
LA TUA VERITÀ
NON CI SEI PIÙ
STELLA DELLA SERA
L’IMPOSSIBILITÀ
ELEFANTI DI NUVOLE
UOMO DI VETRO
ANIME DI SABBIA

Tra le collaborazioni si segnala quella del sassofonista Alberto Maurilli, presente in una delle tracce dell’album.

[youtube id=”gX4_Udy_aLk&feature=youtu.be”]

 

Latest Posts

Adele attrice comica al Saturday Night Live

Adele ha svelato la sua natura comica durante la storia trasmissione Saturday Night Live, andato in onda il 24 ottobre

FRANCESKIN JUNIOR – Netflix italiana, il mostro digitale del ministro Franceschini

Con l’ultimo DPCM arriva il colpo finale alla cultura e allo spettacolo. Il Ministro Franceschini punta alla Netflix della cultura italiana

Bruce Springsteen: esce “Letter To You”, l’attesissimo nuovo album in studio

Esce "LETTER TO YOU", l'attesissimo nuovo album in studio di BRUCE SPRINGSTEEN, realizzato insieme a The E Street Band

Laura Pausini: esce l’EP “Io si (Seen)” tema dell’ultimo film di Sophia Loren

Laura Pausini esce in tutto il mondo "IO SI(Seen)". Il brano è la original song di “The Life Ahead-/La Vita Davanti A Sé“ con Sophia Loren

I piu' letti

Resta in contatto

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.