Home Società e Cultura Disastro ferroviario in Puglia: un immenso dolore

Disastro ferroviario in Puglia: un immenso dolore

1140
0
SHARE
Voto Autore

di Francesca De Luisi

Il 12 luglio 2016 per noi pugliesi rimarrà una data colma di dolore scolpita nel cuore.

E’ stato il nostro “11 settembre”. Non lo dimenticheremo mai!
Ieri tutti il mondo ha scoperto dove sono ubicate Corato e Andria.
Sembra che sia quasi stata l’unica cosa che gli esperti, in giro per l’Italia, fosse in grado di sottolineare.
Tutti calati, ormai, nella parte degli “opinionisti” che, forse, un treno della Bari nord non l’hanno preso mai.
Mentre chi tra Bari a Barletta ha preso almeno una volta un treno di quelli, per lavoro, scuola, vacanza, sa a cosa mi riferisco.

Le vittime continuano a salire inesorabilmente e lo sapevamo tutti che sarebbero continuate a salire.
Ci sono state troppe accuse gratuite e troppe chiacchiere disseminate ovunque qua e là tra ignoranza e saccenza gratuita.
Sappiamo perfettamente che uno di quei treni non doveva essere lì.
Sappiamo perfettamente che lo Stato ha bloccato i sovvenzionamenti per le ferrovie nel Mezzogiorno dallo scorso anno.
Non voglio e non riesco neanche ad immaginare il dolore di chi, adesso, è ancora lì, al palazzetto di Andria, aspettando di avere notizie.

Uscire di casa, come tutti i giorni, e non tornare più.
Mille vite che si incrociano ogni giorno sul treno, il mezzo più sicuro al mondo.
Tutti che ci domandiamo:”e se fosse accaduto a me?
Oggi io mi sento sorella, amica, moglie, fidanzata, collega di tutti coloro che non ci sono più per quello che hanno definito “un errore umano” inconcepibile nel 2016.

Ma sarà un’altra la cosa che non dimenticheremo mai: questa grande catena umana di solidarietà.
Alle 11.30 di ieri c’è stata la tragedia, ma dopo mezz’ora c’erano già tutti i soccorsi. Tutti!!!
Quattro elicotteri della protezione civile sono arrivati subito.
Dopo poco più di un’ora c’era già un ospedale da campo pronto accanto al disastro, con volontari medici e infermieri che arrivavano da ogni parte della Puglia.
Negli ospedali, da subito, è cominciata la fila di donatori in giro nei punti di raccolta, grazie anche alla grande catena di solidarietà degli accorati appelli su tutti i social!
Anche oggi stanno continuando le donazioni in tutti gli ospedali e centri di raccolta della Puglia.
Non hanno sosta tutti i vigili del fuoco, tutti i volontari, tutti i poliziotti e tutte le guardie forestali che da ieri sono ancora a cercare tra le lamiere i resti dei corpi, mentre il palazzetto dello sport di Andria è diventato un grande centro di raccolta, per dare protezione ai parenti .
E dare “l’informazione” a noi tutti.

Una delle date estive del Battiti Live capitanato da Radio Norba, previsto per il 17 luglio a Bisceglie, è stato sospeso perchè tutta la Puglia è in lutto.
Questa Puglia, che molti hanno saputo solo deturpare, si è rintanata nel suo cuore e ha dato dimostrazione di grande umiltà, coraggio e solidarietà.
Non sono mai stata più orgogliosa di essere pugliese.

E adesso mentre ancora si scava, mentre i politici hanno fatto la loro solita apparizione di toccata e fuga, la gente comune continua a recarsi sul luogo del disastro per portare acqua, cibo e abbracci a chi è lì da ieri.
Questa è la mia terra!

SHARE
Previous articlePianto dal Sud – disastro ferroviario in Puglia
Next articleLe interviste agli autori: Gianni Bella
Francesca De Luisi
Nata a Bari il 18 agosto 1975 sotto il segno del Leone. Amo la musica da bambina, fan sfegatata della regina del Pop: Madonna e una grande passione per i manga e gli anime. Da ragazzina passavo i pomeriggi in un vecchio store di vinili dove scoprivo i grandi artisti. Il profumo del vinile tra le mani e il suono che emette per me non ha eguali. Oggi mi sono buttata a capofitto nella gestione delle pagine artista dei principali social network. Tutto è cominciato tanti anni fa, quando decisi di prendere in mano "la missione" di far conoscere artisti emergenti, che non escono dai talent e meritano visibilità. Infatti, sono principalmente conosciuta nel magico mondo di Facebook, per essere sempre stata la social media manager dell'eclettica band pop/rock FuoRiOraRiO e successivamente di altri artisti tra cui la bravissima cantautrice Gina Rodia e la talentuosa Marzia Dipalma, fino ad arrivare ad esserlo dell'incantevole voce di Camilla Fascina. Credo nella potenza della viralizzazione mediatica e punto molto su questo.

Commento su Faremusic.it