Home Musica Altra nomina per Carlo Conti: Nuovo direttore artistico di Radio RAI –...

Altra nomina per Carlo Conti: Nuovo direttore artistico di Radio RAI – SI RAFFORZA IL MONOPOLIO

2378
0
SHARE
Voto Autore

di Mariafrancesca Mary Troisi & Mela Giannini

All’indomani della chiusura della kermesse in quel di Verona, i Wind Music Awards – trasmessi metà in diretta e metà in differita sulla rete ammiraglia della Rai – presentata sempre dal capitano (mio capitano – cit Williams) della Rai, alias Carlo Conti (insieme l’Incontrada), ecco che arriva un nuovo coup de théâtre, a beneficio del Carletto nazionale.

Nel corso di una conferenza stampa convocata nelle ultime ore, a cui hanno assistito i vertici della radiofonia Rai, il direttore generale della Rai, Antonio Campo Dall’Orto, ha annunciato il nuovo, ennesimo, incarico di prestigio di Conti, nominato direttore artistico di Radio Rai.

Un incarico che va a sommarsi a quello di conduttore dei programmi di punta di Rai1, e direzione artistica e conduzione del Festival di Sanremo. Insomma il Conti incarna appieno (per la Rai) l’eroe dal “mantello nero” (si fa le lampade, e vabbè!) “a cavallo del cavallo” di Viale Mazzini, che passa e risolve tutti i problemi.

La Rai ha bisogno di qualcuno che risollevi le sorti delle sue radio? Ecco che chiamiamo (siore e siori) il Carlo – risolvo tutto io e faccio audience – nazionale. Che ce vo? L’uomo giusto al posto giusto, o viceversa. D’altronde Conti viene dalla radio, si potrebbe pensare… quindi, come dire, si gioca facile, se non fosse per qualche scivolone recentissimo, proprio in campo musicale, come quando accosta Suor Cristina a Celine Dion, dicendo che la suora è meglio della Dion. Ma fossero solo questi i “problemi”, le incongruenze di questa nomina. A questo punto davvero la Rai sembra uno dei “patners”, non tanto occulti, della Friends and Partners (F&P Group), se si tiene in considerazione, tra le altre, figure come Veronica Corno, dirigente F&P Group (otre ad aver lavorato con il famigerato Vitanza dell’ufficio stampa Parole e Dintorni), figlia di Chiara Galvagni (moglie di Giampiero Raveggi, che fu Capo-struttura Rai, oggi in pensione), vice direttrice dell’area Risorse Artistiche Rai, ossia colei che paga gli artisti che si esibiscono in eventi che vanno in onda in Rai…e se si va a guardare bene, ultimamente, sono quasi tutti F&P Group, con qualche rara eccezione.

Sembra che nessuno in Rai sia in grado di traghettare le radio della Rai meglio di Conti, anche se ce ne sarebbero figure più autorevoli, culturalmente, che potrebbero guidare il comparto Radio della Rai. Da non crederci!

Conti arriva al momento giusto (giusto per i soliti noti), in barba a tutti gli altri supereroi, lui ormai forte del suo potere nell’azienda di Viale Mazzini…e come sempre accade a figure del genere, l’accentramento di cariche e di ruoli importanti e di prestigio saranno una costante per tantissimi anni, vedi Pippo Baudo ai suoi tempi.

E pazienza se questo ultimo incarico crea un “pochettino” di conflitto d’interesse con la direzione artistica del Festival di Sanremo. Ma dai, mica guardiamo il pelo nell’uovo?!
A ben guardare però, di conflitti d’interesse ce ne sono più di uno.
Vediamo se vi tornano i “Conti”:
I Wind Music Awards (dici perché torni lì … e aspettate n’attimo, no?) sono sponsorizzati dalla Wind (di cui tra l’altro Conti è testimonial), ma per meglio dire sono sponsorizzati dalla Friends & Partners del buon Ferdinando Salzano – e si ancora loro -, che produce anche il nuovo spettacolo teatrale di Carletto, Pieraccioni & Panariello (presenti tra l’altro ai wma!). Lo spettacolo è presentato in anteprima da Rtl (del buon padron Suraci, che del suo monopolio edizioni-casa discografica – Ultrasuoni – Baraonda -Radio ce ne sarebbe da dire) che tra l’altro è la radio “di punta” del Festival di Sanremo e una delle Radio che supporta il talent di Amici (sotto contratto con Ultrasuoni – Baraonda sono  Chiara Grispo – che aprirà i concerti dei Modà – sempre di Suraci /Rtl- e presente ai WMA, in barba ai due finalisti Elodie e Sergio – manco contemplati, Dear Jack, The Kolors).
Conti, Uomo Rai, incredibilmente è stato ospite ad Amici, in una puntata del serale, proprio mentre nella rete ammiraglia della Rai, RAI1, in prima serata andava in onda la finale di “Ballando con le Stelle”..

E pare che per il prossimo Sanremo si è fatto un pensierino sull’apparizione di Queen Mary, De Filippi, in quel di Sanremo.

I “conti” vi tornano o no?!? Se questi non sono conflitti di interesse per lo meno è del CONSOCIATIVISMO dei più beceri, la rappresentanza più effimera del “cartello” in cui tutto succede e tutto si può…e se sei fuori sei finito, non sei niente.

Intanto il Carletto dovrà rinunciare (poverino lui) al suo programma quotidiano, L’Eredità.

A proposito di Eredità …
Voglio proprio vedere se indovinate la parola che si collega a tutte (come nell’ultimo gioco del preserale di Raiuno):
Raiuno
Tv
Radiorai
Assopigliatutto
Sanremo
La parola della ghigliottina di questa sera è …
Facile no?!?

SHARE
Previous articleFenomenologia di Arisa
Next articleAnalisi del testo “Io che amo solo te”
Mariafrancesca Mary Troisi
Da sempre appassionata alla letteratura italiana, ho iniziato a scrivere da ragazzina. Passione, insieme a quella per la musica, ereditata da mio padre, scomparso quando ero ancora piccola. In breve tempo la penna e il foglio (o lo schermo di un pc) sono diventati il “mio amico fedele”, capace di comprendere perfettamente ogni mio stato d’animo. Dall’età di 6 anni, per circa 8 anni, ho preso lezioni di pianoforte classico, e per due anni consecutivi, ho fatto parte di un coro, partecipando a svariati concorsi, portando il folclore della mia terra (la Campania) in giro per l’Italia. Esperienza, insieme a quella del pianoforte, volutamente accantonata, ma non conclusa, perché il “mondo della musica” ha continuato ad affascinarmi, anche se in altre “vesti”. Ho iniziato, infatti, a scrivere testi di canzoni, sviscerandomi e “confidandomi” in ogni mio testo, scoprendo così, lati di me, sconosciuti anche a me stessa. Per circa un anno ho collaborato con una rivista, scrivendo racconti. Ho partecipato a diversi concorsi di poesia; le poesie sono sempre state scelte per la pubblicazione. Ho avuto il piacere e onore di essere inserita lo scorso anno nell’Enciclopedia dei Poeti Contemporanei, intitolata a Mario Luzi, patrocinata dal Senato della Repubblica, con 3 poesie. Dall’inizio dell’anno ho una sorta di blog su fb, una pagina sui cui appunto considerazioni, riflessioni, e su cui pubblico periodicamente racconti e poesie. Ho provato di recente anche l’esperienza della radio, facendo uno stage /laboratorio full immersion, con alcuni degli speaker più “quotati” attualmente. Esperienza, quella della radio, che riprenderò a breve, senza abbandonare quello che è il mio sogno più grande, ossia continuare a scrivere. Perché paradossalmente sono i sogni l’unica certezza che abbiamo.

Commento su Faremusic.it