Home Le pillole di A. Salerno Analisti del testo “Stasera mi butto”

Analisti del testo “Stasera mi butto”

1477
0
SHARE
Voto Autore

di Alberto Salerno

Questa canzone è stata un grande successo negli anni sessanta. La canzone, firmata Amurri-Canfora, fu incisa da Rocky Roberts su Dischi Durium.

E andiamo ora ad analizzare il testo, che comincia così:

Stasera mi butto, stasera mi butto, mi butto con te… E faccio di tutto, e faccio di tutto per stare con te…

Mi sembra che il protagonista non abbia alcun dubbio, sessualmente deve sentirsi molto attratto da una tipa, non resiste più, e ha deciso di giocare tutte le sue carte.

Quante volte io credevo che, e invece no, e invece no. Tu guardavi tutti meno me, e io credevo invece che. Ho deciso che mi butterò e qualche cosa combinerò. Questa volta non ci sono se, fermi tutti adesso tocca me…

Diciamo che l’italiano, in questa quartina, se ne va a farsi friggere. E poi… io credevo cosa? Cosa credevi? Se non lo spieghi. E invece, cosa? Qui non si capisce una beata mazza. Ma ancora lui insiste e vuole assolutamente buttarsi… qualcosa vuole combinare. Ma attenzione! Ecco la minaccia! Questa volta non ci sono se. Fermi tutti, adesso tocca a me!

Stasera mi butto, stasera mi butto, mi butto con te… E faccio di tutto, e faccio di tutto per stare con te…

Ok questo si è capito.

Se per caso tu non credi che e invece si, e invece si. Dal momento che mi vedi qui, mi sembra chiaro, e invece si. Ho deciso che mi butterò, ma devi fare qualcosa anche tu.

Beh, qui c’è davvero da ridere. Se per caso tu non credi cosa? E invece si, ma cooosaaaaa??? Hai deciso di buttarti, però ecco il colpo da maestro, e anche un po’ da sfigato… “Ma devi fare qualcosa anche tu“. Ma no, dai! Ma non puoi, dopo aver dichiarato che sei disposto a tutto, chiedere a lei di fare qualcosa!

Questa volta non ci sono se, io non ballo adesso tocca a te. Stasera mi butto stasera mi butto, mi butto con te

Ahahahah, ed ecco un’altra minaccia…Questa volta non ci sono se… IO NON BALLO… Adesso tocca a te! Finisce così, ripetendo all’infinito “Stasera mi butto, stasera mi butto, mi butto con te…“.

E vabbè, all’epoca, come ho scritto all’inizio, fu un grande successo. Certo che rileggendo oggi questo testo mi pongo tante allegre domande.

Commento su Faremusic.it