Home Musica BILLBOARD MUSIC AWARDS 2016: TUTTI I PREMI E MOLTO DI PIU’

BILLBOARD MUSIC AWARDS 2016: TUTTI I PREMI E MOLTO DI PIU’

1197
0
SHARE
Voto Autore

di Mariafrancesca Mary Troisi

Nella notte di domenica alla T-Mobile Arena di Las Vegas si sono svolti i Billboard Music Awards, uno degli eventi musicali più attesi dell’anno.

Ad aprire le danze e furoreggiare sul palco una Britney Spears in gran forma, che ha eseguito un medley dei suoi successi, e ricevuto il “Billboard Millenium Award” – “per i suoi successi nella carriera e per il modo in cui ha influenzato il mondo della musica .

La pop star è solo la terza persona della storia a ricevere il premio – dopo Beyonce nel 2011 e Witney Houston nel 2012.

Altro premio alla carriera a Celine Dion – il Billboard Icon – per i suoi trent’anni di attività, festeggiati sul palco con una cover di The Show must go on dei Queen.

Crediti Photo by Kevin Winter/Getty Images
Crediti Photo by Kevin Winter/Getty Images

 

La cantante è tornata a esibirsi dopo la morte, 4 mesi fa, del marito René Angelil, e del fratello Daniel. A consegnare il premio a una commossa Dion, René Charles, primogenito di René e Celine, consegnandoci una fotografia di vera forza e talento.

The Weeknd è stato l’asso pigliatutto dei Billboards 2016, soprattutto nelle categorie di vendita e R’n’B, confermandosi il nuovo re del rnb americano.

Justin Bieber si è aggiudicato la statuetta di Artista maschile e di miglior artista sui social media.

13254805_1132577550098262_8389104341980296181_o

Incerta fino alla fine l’esibizione di Kesha – pare che l’etichetta di Dr Luke (andatevi a riguardare l’articolo sulla vicenda,se l’avete perso) abbia cercato di impedire il live. Per lei una cover di Bob Dylan, piano e voce, di ” It Ain’t Me Babe” .

Altro momento da ricordare  l’omaggio di Madonna a Prince, recentemente scomparso. Di lilla vestita, su un trono drappeggiato di viola, miss Ciccone ha cantato “Nothing Compares 2U”, mentre sullo schermo scorrevano le immagini del cantante scomparso; la Ciccone è stata poi raggiunta da Stevie Wonder per eseguire “Purple Rain”.

13254656_1132645196758164_1660192861862414587_o

Durante la serata è stato, inoltre, presentato in anteprima mondiale il nuovo video di Adele, “Send my love (to your new lover)“. Il singolo è estratto dall’album “25”, che dal giorno della sua pubblicazione, lo scorso novembre, ha già raggiunto le 20 milioni di copie vendute. Il videoclip, diretto da Patrick Daughter, mostra Adele che canta e si sdoppia. La cantante non era presente alla premiazione, perché impegnata nel tour europeo, che la vedranno passare anche per l’Italia per due uniche date all’Arena di Verona, il 28 e il 29 maggio.

Adele si è palesata, quindi, in collegamento video, aggiudicandosi 4 statuette: Top Artist, Best Female, Top Billboard 200 Artist e Top Billboard 200 Album.
Lei è una che la corona se la merita appieno.

13221231_1132637233425627_5610944911769229439_o

Di seguito la lista di tutti i vincitori:

Millennium Award: Britney Spears
Icon Award: Celine Dion
Top Artist: Adele
Top New Artist: Fetty Wap
Top Male Artist: Justin Bieber
Top Female Artist: Adele
Top Duo/Group: One Direction
Top Billboard 200 Artist: Adele
Top Hot 100 Artist: The Weeknd
Top Song Sales Artist: The Weeknd
Top Radio Songs Artist: The Weeknd
Top Streaming Songs Artist: The Weeknd
Top Social Media Artist: Justin Bieber
Top Touring Artist: Taylor Swift
Top R&B Artist: The Weeknd
Top Rap Artist: Drake
Top Country Artist: Luke Bryan
Top Rock Artist: twenty one pilots
Top Latin Artist: Romeo Santos
Top Dance/Electronic Artist: David Guetta
Top Christina Artist: Hillsong United
Top Gospel Artist: Kirk Franklin
Top Billboard 200 Album: Adele, 25
Top Soundtrack: Pitch Perfect 2
Top R&B Album: The Weeknd, Beauty Behind the Madness

SHARE
Previous articleHabemus Paba – Alice Paba vince meritatamente The Voice e noi l’avevamo previsto
Next articleBob Dylan compie 75 anni
Mariafrancesca Mary Troisi
Da sempre appassionata alla letteratura italiana, ho iniziato a scrivere da ragazzina. Passione, insieme a quella per la musica, ereditata da mio padre, scomparso quando ero ancora piccola. In breve tempo la penna e il foglio (o lo schermo di un pc) sono diventati il “mio amico fedele”, capace di comprendere perfettamente ogni mio stato d’animo. Dall’età di 6 anni, per circa 8 anni, ho preso lezioni di pianoforte classico, e per due anni consecutivi, ho fatto parte di un coro, partecipando a svariati concorsi, portando il folclore della mia terra (la Campania) in giro per l’Italia. Esperienza, insieme a quella del pianoforte, volutamente accantonata, ma non conclusa, perché il “mondo della musica” ha continuato ad affascinarmi, anche se in altre “vesti”. Ho iniziato, infatti, a scrivere testi di canzoni, sviscerandomi e “confidandomi” in ogni mio testo, scoprendo così, lati di me, sconosciuti anche a me stessa. Per circa un anno ho collaborato con una rivista, scrivendo racconti. Ho partecipato a diversi concorsi di poesia; le poesie sono sempre state scelte per la pubblicazione. Ho avuto il piacere e onore di essere inserita lo scorso anno nell’Enciclopedia dei Poeti Contemporanei, intitolata a Mario Luzi, patrocinata dal Senato della Repubblica, con 3 poesie. Dall’inizio dell’anno ho una sorta di blog su fb, una pagina sui cui appunto considerazioni, riflessioni, e su cui pubblico periodicamente racconti e poesie. Ho provato di recente anche l’esperienza della radio, facendo uno stage /laboratorio full immersion, con alcuni degli speaker più “quotati” attualmente. Esperienza, quella della radio, che riprenderò a breve, senza abbandonare quello che è il mio sogno più grande, ossia continuare a scrivere. Perché paradossalmente sono i sogni l’unica certezza che abbiamo.

Commento su Faremusic.it