Home Musica Elisa un’artista in discesa libera?

Elisa un’artista in discesa libera?

6538
0
SHARE
Voto Autore

di Marco Fioravanti

C’era una volta Elisa, una grande cantante, brava autrice e vera artista dal sapore internazionale nel panorama delle cantanti italiane. Forse non riusciva proprio a portare la musica italiana nel mondo, ma portava nella sua musica le sonorità del mondo, filtrandole attraverso la sua musicalità. La finezza della scrittura, della ricerca dei suoni e delle novità, sempre proposte in maniera azzeccata, le avevano disegnato un ruolo di primissimo piano ed un rispetto di tutti, fans e colleghi.

Poi c’è stata la maledetta svolta… è arrivato l’ingaggio come coach/direttore artistico ad Amici dello scorso anno, scelta che a tutti sembrava a primo acchito una bufala, e poi la riconferma quest’anno, in concomitanza dell’uscita del nuovo disco “On”   (mediocre e nettamente inferiore a tutti i suoi lavori precedenti).

La peggiore versione però di Elisa è all’interno della trasmissione di Maria De Filippi. Della seria e riflessiva cantante di un tempo non è rimasto nulla; continua a polemizzare con chi le rivolge delle critiche in compagnia della socia Emma, la cui “classe infinita” è nota a tutti, tanto da risultare “emmizzata” completamente.

Anna-Oxa-Foto-da-video-3

L’ultima vittima di tanto astio è il nuovo giudice di quest’anno, Anna Oxa, che in maniera pacata e volutamente costruttiva, cerca di analizzare i concorrenti per indicare, secondo il suo giudizio, quello che dovrebbero cambiare per migliorare.

Un’Elisa inguardabile, calata totalmente nel carrozzone mediatico defilippiano, che piange, che aggredisce verbalmente, che strabuzza gli occhi, che sussurra in continuazione all’orecchio della socia Emma, in perenne lotta con la Oxa, tanto da spegnere più volte la sua poltrona per impedirle di dare il suo giudizio. Come già evidenziato da Anna, se la De Filippi l’ha chiamata per fare il giudice, è perché deve giudicare, altrimenti cosa sta lì a fare?

Elisa-Foto-da-video

L’accoppiata delle vittime Emma-Elisa fa poi da contraltare ai due più simpatici e scanzonati Nek e J-Ax, che prendono tutto con più leggerezza, com’è giusto che sia, donando anche alle colleghe dei fiori, che le due hanno quasi rifiutato, non capendo nemmeno fino a che punto si scherza e si può ridere.

Si spera che Elisa si riprenda al più presto dall’influenza negativa di Emma, la perenne vittima del mondo intero, e che possa tornare ad essere quella di prima, una seria professionista, attenta ai consigli e meno isterica.

1457096357_elisa_emma

Del programma di quest’anno si puo’ concludere dicendo che non c’è nessun grande talento  e che certe trovate di Maria, come il numero della cabina telefonica con la Ferilli e Verdone, non sono degne nemmeno delle peggiori puntate di “Colpo grosso”. Nonostante il trio dei giudici con l’aggiunta di Morgan funzioni benissimo ed i balletti siano sempre esibizioni straordinarie, il resto del programma fa acqua da tutte le parti.
Quest’anno non gira proprio.

SHARE
Previous articleTette a parte, perchè “Ciao Darwin” batte “Laura&Paola”
Next articleEsselunga dice addio all’olio di palma
Marco Fioravanti
Marco Fioravanti, capricorno ascendente scorpione, nasce a Milano verso la fine degli anni '60, da un incrocio proveniente da Bergamo e Venezia... e i risultati si vedono! Cresciuto con la musica e nella musica, il primo Lp comprato a 10 anni e la collezione è poi aumentata a dismisura. Ha sperimentato la musica e il teatro in prima persona, partecipando a musical e a spettacoli di vario genere (Notre dame de Paris, Jesus Christ Superstar), conduttore e autore di programmi radiofonici e televisivi (Beato tra le donne su Radio in Blu e Me and the city su TRS Tv Channel). Ora sta riprovando la passione per la scrittura e la voglia di far scoprire la buona musica. Collabora con MilanoReporter.

Commento su Faremusic.it