-1 C
Milano
lunedì, Gennaio 18, 2021

ROBBIE WILLIAMS: fuori il video satirico e irriverente di “CAN’T STOP CHRISTMAS”

È online il video "CAN'T STOP CHRISTMAS" di ROBBIE WILLIAMS, un video satirico in cui l'artista si trasforma in BORIS JOHNSON

Ultimi post

BRIAN MAY: LA GENUINITA’ DEL ROCK – INTERVISTA IN CONFERENZA STAMPA

Voto Autore

di Victor Venturelli

Cosa rende grande un artista?

Ad un primo pensiero potremmo dire la capacità di seguire il cambiamento, la predisposizione a trovare nuove modalità espressive e una nuova raffinatezza estetica.

Ma c’è di più.

Molte acclamate celebrità, distintesi per il loro talento e il loro estro artistico, risultano incomplete e incapaci di entrare in piena empatia con la massa e il grande pubblico. Cosa manca?

L’umiltà di chi offre al servizio della gente la propria Arte, la propria dote senza quell’arroganza e quella dose di supponenza così tanto screditante e capace di creare non pochi attriti con i fruitori e gli appassionati.

12773178_1680028395570691_665181245_o
E’ vero i tempi cambiano e, forse, il modo di pensare la Musica è diverso ma esiste ancora chi, forte di un successo indiscutibile, riesce a regalare sprazzi di genuina umiltà nonostante la grandezza e il valore artistico che lo ha portato ad essere consacrato nell’olimpo delle icone mondiali: è il caso del chitarrista dei Queen, Brian May.

In Italia insieme a Kerry Ellis con il loro “One Voice – The Tour!” che ha debuttato al Teatro delle Muse di Ancona il 21/02/2016, il leggendario chitarrista in Conferenza Stampa a Milano all’Hotel Principe di Savoia ha dato prova della sua natura, della sua disarmante bonarietà e professionalità.

Pronto a proseguire il tour con una delle star dei musical di Broadway e del West End più famose, May ha promosso inoltre il suo ritorno sui palchi italiani insieme ai Queen + Adam Lambert, capaci di fare sold out al Mediolanum Forum di Assago (MI) lo scorso anno. L’appuntamento è per il 25 Giugno 2016 all’Anfiteatro Camerini di Piazzola sul Brenta (PD). I biglietti sono diponibili su ticketone e su vivaticket.

12772969_1680028988903965_965999731_o

Elencate le tappe del tour nella nostra penisola con la cantante Kerry Ellis.

Domenica 21/02/2016 – ANCONA Teatro Le Muse
Lunedì 22/02/2016 – PADOVA Gran Teatro Geox
Mercoledì 24/02/2016 – FIRENZE Obihall
Giovedì 25/02/2016 – MILANO Teatro degli Arcimboldi
Sabato 27/02/2016 – MANTOVA Gran Teatro Palazzetto Palabam
Domenica 28/02/2016 – ROMA Auditorium Parco della Musica

Ecco alcune delle domande a cui hanno dovuto rispondere l’artista nato il 19 Luglio del 1947 a Twickenham e la cantante che, dopo le prime collaborazioni col chitarrista (da ricordare la produzione dell’album di debutto della Ellis “Anthems”) e il live album “Acoustic by Candlelight”, tornano a far parlare di loro.

12790088_1680028818903982_1317166991_o

A chi gli chiede se il rock è definitivamente scomparso Brian May risponde:

l futuro del rock è assicurato, è dagli anni Sessanta che dicono che il rock è morto ma non è mai stato vero.

Parlando della sua evoluzione artistica e del duplice lavoro con i Queen e che la Kerry, il leggendario chitarrista risponde così:

Io adoro fare musica. Con i Queen ho fatto un viaggio fantastico e abbiamo creato la nostra musica. Ora, se io suono con i Queen, la gente si aspetta quello. La cosa bella, con Kerry, è che possiamo fare di tutto: è una pagina bianca ancora da scrivere. Il 25/2, per esempio, (durante il loro concerto al Teatro degli Arcimboldi di Milano. n.d.r.) abbiamo suonato anche pezzi dei Beatles e degli Everly Brothers, abbiamo la libertà di fare tutto ciò che ci piace e che ci ispira.

E a tal proposito chiaro ed evidente è il riconoscimento della cantante nei confronti del suo mentore, nonchè produttore del suo album d’esordio “Anthems”:

Vidi Brian per la prima volta durante un’audizione per il musical We Will Rock You. Ottenni la parte e lui rimase particolarmente colpito da me, soprattutto dal modo in cui cantai No one but you. Ancora mi emoziona tantissimo interpretare quel brano. Quando mi ha chiesto di fare un disco insieme, beh, non me lo sono fatta ripetere due volte!

Non poteva mancare anche un ricordo all’ormai compianto David Bowie, con cui i Queen avevano creato la celeberrima “Under Pressure”:

Lavorare con lui è stata una esperienza molto intensa, era dotato di una creatività fuori dal comune ed era un eccezionale catalizzatore di talenti, sapeva vedere il talento negli altri e unirlo al suo per creare qualcosa di nuovo. Non avevo idea che fosse malato. Recentemente gli avevo chiesto se voleva unirsi a noi in qualche data, ma mi aveva sempre risposto di no.

In attesa del concerto del 25 Giugno a Piazzola sul Brenta con i Queen, Brian May racconta il suo rapporto con il cantante Adam Lambert:

È facile lavorare con lui, conosce tutto il repertorio ed è un frontman nato, senza cercare di essere Freddy, ma con una sua personalità. In più, e questo è molto importante, è una bella persona e ci divertiamo a lavorare insieme. Se non fosse così e fossero sorti dei problemi le nostre strade si sarebbero già separate.

 

CREDITI FOTO: Victor Venturelli

Latest Posts

I piu' letti

Resta in contatto

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.