Home Musica FIORELLA MANNOIA NON DELUDE MAI: “PERFETTI SCONOSCIUTI” NEL FILM DI GENOVESE

FIORELLA MANNOIA NON DELUDE MAI: “PERFETTI SCONOSCIUTI” NEL FILM DI GENOVESE

1897
0
SHARE
Voto Autore

di Mariafrancesca Mary Troisi

Ci sono quelle canzoni che dal primo ascolto ti emozionano. Ti tirano fuori quello che non sai nemmeno di avere dentro. E lo fanno con una delicatezza contrapposta a un’intensità rara.

E poi ci sono quelle voci che potrebbe cantare qualsiasi cosa, perché la rendono sempre al meglio, con una capacità interpretativa su cui non puoi far altro che inchinarti, e pensare che i grandi artisti in Italia ci sono. Eccome.

E’ questo il connubio perfetto della nuova canzone cantata da Fiorella Mannoia, Perfetti sconosciuti, scritta con Cesare Chiodo e Bungaro.

perfetti-sconosciuti-locandina-film-paolo-genovese

Il singolo suonerà nei titoli di coda dell’omonimo film di Paolo Genovese, nei cinema dall’11 febbraio.

Una commedia sull’amore e sull’amicizia, che racconta una relazione complicata fatta di silenzi, segreti, errori, che mano a mano porterà all’allontanamento dei protagonisti, fino a farli scoprire appunto “perfetti sconosciuti”. Errori e sconfitte che in realtà non si riveleranno tali, perché come recita il bellissimo testo: “Quando si ama non si perde mai”.

Nel cast troviamo Kasia Smutniak, Valerio Mastrandrea, Marco Giallini, Anna Foglietta, Giuseppe Battiston e Edoardo Leo.

Il 21 gennaio, in anteprima su Repubblica, è uscito il videoclip (di cui sopra), altrettanto bello, del singolo, girato a Castel Sant’Angelo (Roma).

 

SHARE
Previous articleLe canzoni della mia generazione: Freddie Mercury
Next articleCONTINUA IL VIAGGIO DI MARCO MENGONI CON IL VIDEO “PAROLE IN CIRCOLO”
Mariafrancesca Mary Troisi
Da sempre appassionata alla letteratura italiana, ho iniziato a scrivere da ragazzina. Passione, insieme a quella per la musica, ereditata da mio padre, scomparso quando ero ancora piccola. In breve tempo la penna e il foglio (o lo schermo di un pc) sono diventati il “mio amico fedele”, capace di comprendere perfettamente ogni mio stato d’animo. Dall’età di 6 anni, per circa 8 anni, ho preso lezioni di pianoforte classico, e per due anni consecutivi, ho fatto parte di un coro, partecipando a svariati concorsi, portando il folclore della mia terra (la Campania) in giro per l’Italia. Esperienza, insieme a quella del pianoforte, volutamente accantonata, ma non conclusa, perché il “mondo della musica” ha continuato ad affascinarmi, anche se in altre “vesti”. Ho iniziato, infatti, a scrivere testi di canzoni, sviscerandomi e “confidandomi” in ogni mio testo, scoprendo così, lati di me, sconosciuti anche a me stessa. Per circa un anno ho collaborato con una rivista, scrivendo racconti. Ho partecipato a diversi concorsi di poesia; le poesie sono sempre state scelte per la pubblicazione. Ho avuto il piacere e onore di essere inserita lo scorso anno nell’Enciclopedia dei Poeti Contemporanei, intitolata a Mario Luzi, patrocinata dal Senato della Repubblica, con 3 poesie. Dall’inizio dell’anno ho una sorta di blog su fb, una pagina sui cui appunto considerazioni, riflessioni, e su cui pubblico periodicamente racconti e poesie. Ho provato di recente anche l’esperienza della radio, facendo uno stage /laboratorio full immersion, con alcuni degli speaker più “quotati” attualmente. Esperienza, quella della radio, che riprenderò a breve, senza abbandonare quello che è il mio sogno più grande, ossia continuare a scrivere. Perché paradossalmente sono i sogni l’unica certezza che abbiamo.

Commento su Faremusic.it