17.2 C
Milano
mercoledì, Ottobre 28, 2020

IL TROVAROBErto: FRANCESCO BELLUCCI, QUANDO IL POLITICAMENTE SCORRETTO HA UN SENSO

Per la rubrica il TROVAROBErto di Roberto Manfredi, con cui vengono portate alla luce dei lavori discografici interessanti in giro nel sottobosco musicale italiano, oggi si parla di Francesco Bellucci e il suo album “Situazioni Sconvenienti”

Ultimi post

MILEY CYRUS torna con un nuovo album, “PLASTIC HEARTS”, in uscita a novembre

MILEY CYRUS torna con un nuovo album "PLASTIC HEARTS", in uscita venerdì 27 novembre (RCA Records) e già disponibile in pre-order

Stop a cinema e teatro. È davvero così necessario fermare la cultura?

Ancora una volta a pagare il prezzo più alto nel nuovo Dpcm dello scorso 25 ottobre sono l'arte e la cultura. 

L’appello del maestro Muti per la cultura e la risposta del premier Conte

A seguito ultimi DPCM, Riccardo Muti lancia un appello al premier per riaprire teatri, cinema e luoghi di cultura. Conte risponde

Paolo Villaggio: esce “L’uguaglianza” – Siamo tutti Fantozzi in una società invivibile

A 3 anni dalla scomparsa di Paolo Villaggio arriva il libro "L'uguaglianza" a fornirci istruzioni per l'uso della complessità del vivere.

VINICIO CAPOSSELA NEI CINEMA CON IL SUO VISIONARIO “NEL PAESE DEI COPPOLONI”

Voto Autore

di Victor Venturelli

Non è facile dire la propria e ritagliarsi un posto di tutto rispetto nel panorama musicale odierno; molti ci provano ma per mancanza di cose da dire finiscono con l’essere dimenticati, altri invece o assecondando il gusto del mercato o seguendo la richiesta del pubblico riescono ad affermarsi.

Vi è però una terza categoria di artisti, ed è quella che comprende coloro che con ostinazione hanno intrapreso una strada ben definita, senza lasciarsi contagiare dalle grandi major discografiche e perseguendo una precisa poetica e ideologia musicale.

De Gregori, Vecchioni, Guccini pionieri della musica cantautoriale italiana, appartengono a quest’ultima cerchia, specchio di un modo di pensare la Musica sempre più vicino alla poesia.

Tra questi vi è anche lui, artista nato ad Hannover in Germania da genitori di origine irpina, Vinicio Capossela; tra tradizione e contemporaneità, ripresa delle origini e sguardo sul mondo circostante.

L’artista si è distinto per la sua notevole capacità visionaria, cosa che ha da sempre caratterizzato la sua produzione, a partire dal primo album pubblicato All’una e trentacinque circa (1990).

Musicista, artista poliedrico e scrittore, ricordiamo Nel Paese dei coppoloni edito nel 2015, ritorna a far parlare di sé con un viaggio cinematografico che si estende, oltre che dal punto di vista geografico, attraverso culture, fantasmagorici luoghi a cui tanto il viandante aveva dato importanza nel romanzo su citato.

Prodotto da laeffe, PMG e La Cupa, il lungometraggio Nel Paese dei coppoloni, vedrà la sua distribuzione nelle sale cinematografiche in due date evento, martedì 19 e mercoledì 20 gennaio 2016, grazie a Nexo Digital.

PaeseCoppoloni_LOC

Alla riscoperta di una nazione, l’Italia, di cui spesso non riusciamo a coglierne la vera essenza, Capossela ci guida nelle vesti di “musicista viandante”, in una realtà genuina, che poi è quella della terra natia dei suoi genitori, l’Irpinia, specchio di una naturale culla di tradizioni e costumi, i mores che tanto hanno fatto della nostra nazione ciò che è diventata.

Un inno alla vita, al perfetto equilibrio tra uomo e ambiente circostante, una simbiosi quantomai spontanea tra i popoli e la propria terra: dalla natura selvaggia alla quotidianità “pastorale” di questi luoghi sempre più isolati e abbandonati a loro stessi, anticipando con la colonna sonora originale il prossimo album in uscita nel 2016, Canzoni della cupa, Vinicio Capossela e il regista Stefano Obino presentano ai nostri occhi un paesaggio rurale che vive i segni del presente.

Passato e Presente, Tradizione e Progresso, Vecchiaia e Giovinezza, Nel Paese dei Coppoloni è il quadro di un’Italia tesa al cambiamento, ma che non dimentica la sua storia, con i suoi volti, le sue voci e la veridicità dei suoi protagonisti, gli abitanti e quei luoghi che, per dimenticanza e per poca curiosità, vengono sedimentati sotto la mondana predisposizione all’indifferenza.

VINICIO CAPOSSELA – NEL PAESE DEI COPPOLONI“VINICIO CAPOSSELA – NEL PAESE DEI COPPOLONI” è un viaggio cinematografico – geografico, musicale e fantastico – narrato, cantato e vissuto in prima persona da Vinicio Capossela. Al cinema martedì 19 e mercoledì 20 gennaio 2016. Info e sale su http://www.nexodigital.it/1/id_437/Nel-paese-dei-coppoloni.asp #nelpaesedeicoppoloni #canzonidellacupa

Posted by Nexo Digital on Mercoledì 16 dicembre 2015

Latest Posts

MILEY CYRUS torna con un nuovo album, “PLASTIC HEARTS”, in uscita a novembre

MILEY CYRUS torna con un nuovo album "PLASTIC HEARTS", in uscita venerdì 27 novembre (RCA Records) e già disponibile in pre-order

Stop a cinema e teatro. È davvero così necessario fermare la cultura?

Ancora una volta a pagare il prezzo più alto nel nuovo Dpcm dello scorso 25 ottobre sono l'arte e la cultura. 

L’appello del maestro Muti per la cultura e la risposta del premier Conte

A seguito ultimi DPCM, Riccardo Muti lancia un appello al premier per riaprire teatri, cinema e luoghi di cultura. Conte risponde

Paolo Villaggio: esce “L’uguaglianza” – Siamo tutti Fantozzi in una società invivibile

A 3 anni dalla scomparsa di Paolo Villaggio arriva il libro "L'uguaglianza" a fornirci istruzioni per l'uso della complessità del vivere.

I piu' letti

Resta in contatto

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.