17.8 C
Milano
domenica, Maggio 16, 2021

Ultimi post

Pronto socCORSO

Voto Autore

di Brunella Vedani

Ve lo ricordate il tanto vituperato Luca?
Il Luca protagonista indiscusso della canzone sanremese di Povia del 2009, il Luca che arrivò quando i bambini non avevano ancora smesso di fare Oh!, il Luca che ci parlava con il cuore in mano (e Dio sa cos’altro), che ci tranquillizzava dicendo di essere diventato un altro uomo, che confermava di essere guarito da quell’orribile malattia dell’esser gay perchè ora stava con lei?

lucaditolve - 03

Pensavate fosse solo una diabolica opera di fantasia dell’immaginoso e chimerico Povia (anche se lui smentisce che lo sia )?

Errore : quel Luca esiste ed ha persino un cognome , Di Tolve.

E’ un ex attivista dell’Arcigay che , dopo essere stato illuminato e redento dalla Madonna di Medjugorje (sì, la stessa che, incautamente, avrebbe incaricato Paolo Brosio di svelare i suoi segreti) ,ha abbandonato il boa di struzzo della Cage aux folles per tornare ad indossare la grisaglia tipica degli etero.

Da quel momento, Di Tolve ha fondato un gruppo , chiamato LOT , come il personaggio della Bibbia che riuscì a fuggire da Sodoma e Gomorra prima che Saviano ci scrivesse un libro, e offre corsi di cinque giorni per guarire dall’omosessualità.

Il prezzo è davvero alla portata di tutti (non solo dei soci del Gay Millionaires Club): 185 euro e puoi finalmente cambiare musica.

Basta Gloria Gaynor, basta Village People e Pet Shop Boys , stop! Dimentica pure per Tizianino Ferro e Ricky Martin: un breve corso con il nostro formidabile triplete (Luca, un frate e un padre passionista) e, nello stereo della tua macchina, potrai ascoltare a palla gli Iron Maiden e i Metallica con grugno da duro e stuzzicadenti tra i molari.

La collega di Vanity Fair, Giovanna Donini, ha tentato in tutti i modi di iscriversi al corso e non so se ci sia riuscita.

Chi ci è stato, però, (un giornalista di Libero), invece di guarire dall’omosessualità, pare abbia finalmente trovato il coraggio di fare coming out e raccontare alla propria famiglia la verità, interrompendo anni di sofferenze e di sotterfugi.

L’esatto contrario, insomma. Come se io mi iscrivessi ad un corso per guarire dal vizio del fumo e ne uscissi felice con una stecca di sigarette e un nuovo Zippo in mano. Rimango fumatrice ma felice di esserlo, insomma.

Luca, dammi retta, lascia perdere : ho tanti amici omosessuali felici e mi piacciono proprio così, non cercare di cambiarmeli.

Stai facendo la figura del peracottaro, non ne azzecchi una, brilli per incompetenza e cerchi di spillare soldi a chi, magari, sta vivendo un problema personale serio che non sarai certo tu, con il tuo corso da quattro soldi, a risolvergli.

Quei 185 euro a cranio che ti sei messo in tasca, usali tu per iscriverti a un corso di découpage: libera la tua creatività, gioca con la fantasia, fai pace con te stesso e lasciaci liberi di essere ciò che desideriamo.

Facebook Comments

Latest Posts

I piu' letti

Resta in contatto

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.

Facebook Comments