24 C
Milano
lunedì, Maggio 16, 2022
No menu items!

Ultimi post

La leva ispiratrice della classe 69

di Giuseppe Santoro
Quando si può parlare realmente di plagio? Ci sono tante risposte tecniche che si potrebbero dare, ma non sempre sono ufficiali o realmente attendibili.

 

 

 

 

Alcuni affermano che un esempio si può avere quando vengono superate le sette note consecutive somiglianti tra due brani. Altri dicono che contemporaneamente alle note, anche il ritmo deve essere identico, perché questo, gioca un ruolo fondamentale nella definizione di plagio.

L’ispirazione invece è un’altra cosa.

Immaginate Francesco De Gregori nel pieno della sua carriera ed intento a scrivere uno dei pezzi che hanno segnato la storia della musica italiana: “La leva calcistica della classe ’68 ”.

[youtube id=”O6KCfRnPbtM”]

Brano fantastico nel quale si raccontano le vicissitudini di un giovanissimo calciatore che vuole provare con tutte le forze a diventare un campione e di come tanti potenziali campioni si siano bruciati, rincorrendo insieme al pallone anche amori non sinceri, finendo la loro carriera a ridere dentro un bar.

Insomma un grandissimo racconto di vita, nel quale la melodia lega perfettamente col testo. Ma questa melodia, quando parte l’inciso, è innegabilmente molto simile a quella di “The Greatest Discovery” di Elton John.

[youtube id=”QEw9SB8NMfs”]

La canzone di De Gregori è del 1982, quella del singer britannico del 1969. Quest’ultima parla anch’essa di un bambino, ma qui la grande scoperta non è un pallone che finisce in rete o un rigore che si può sbagliare, ma la nascita di un fratello e di come quell’emozione anche col passare degli anni, resti irripetibile.

La somiglianza tra le due canzoni pare evidente, ma si ferma soltanto a quelle note del ritornello.

In realtà c’è di più, provate infatti ad ascoltare il bridge musicale di “Vento nel vento” di Lucio Battisti, dall’album del 1972 “Il mio canto libero”, così libero da volare nello spartito de “La leva calcistica”, scritta otto anni dopo.

[youtube id=”Xy9O-0b86Ho”]

Mettetelo infatti a confronto con la parte di organo al centro della canzone di De Gregori, vi accorgerete che sono troppo simili.
Un giocatore si vede […] dalla fantasia”?
Diciamo che in questo caso, il cantastorie romano, alla fantasia ha preferito l’ispirazione per altri due grandissimi artisti.

Vi invitiamo ad ascoltare le canzoni citate e poi dirci cosa ne pensate.

Facebook Comments

Latest Posts

I piu' letti

Resta in contatto

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.