11.2 C
Milano
martedì, Ottobre 26, 2021

Ultimi post

A CINECITTA’ WORLD L’OLOGRAFIA MADE IN ITALY

Voto Utenti
[Total: 1 Average: 3]

Il 29 agosto a Cinecittà World a Roma, dalle ore 20.00 in poi, si terrà a battesimo il primo concerto olografico prodotto in Italia: “Il Brigante” tratto dall’omonimo concept album dei Deshedus, prodotto da Mauro Paoluzzi, già lungimirante produttore di Gianna Nannini e Bluvertigo.
.

Paoluzzi ha un gran fiuto per i veri talenti e altrettanta competenza nel lanciarli. Dopo la produzione dell’album di debutto dei Deshedus, che ha richiesto un anno e mezzo di lavoro, ha coinvolto nel progetto la società Naumachia Network, leader in Italia, Svizzera e Francia nella produzione olografica. La regia è stata affidata a Roberto Manfredi già produttore discografico, autore televisivo e regista di film, documentari e spettacoli di lunga esperienza.

Negli studi milanesi di Naumachia sono state prodotte tutte le scene e le immagini che accompagneranno il concerto live dei Deshedus. Praticamente un film rock di assoluta innovazione per l’Italia, a modello dei rock movie degli anni settanta ma con l’ausilio di inedite tecnologie, come l’holonet, una rete di sottilissime lamine metalliche trasparenti, lunga 15 metri  e alta sette.

Praticamente uno schermo invisibile dove le immagini “porteranno” la band e gli spettatori in un mondo tridimensionale ad altissima definizione. Un concerto-evento ideale per Cinecittà World che dispone di un teatro meraviglioso con una capienza attuale di 700 posti.

Al termine del concerto evento dei Deshedus, si terrà un secondo concerto con la partecipazione di Morgan e Andy dei Bluvertigo, seconda novità assoluta dell’estate 2020.

L’album “Il Brigante” con musiche composte dallo stesso Paoluzzi e i testi scritti da Elio Aldrighetti rappresenta una fusione tra la vecchia e la nuova generazione rock-prog. Contenuti attualissimi e sonorità dimenticate nel tempo.

I Deshedus raccontano il caos mondiale, attraverso temi quali il degrado ambientale, il femminicidio, il mito infranto della vecchia America ma che ancora oggi rappresenta il nuovo ordine mondiale, il futuro di un’umanità impreparata e smarrita nella civiltà tecnologica e artificiale.

Temi e visioni che ricordano alcune suggestioni di Roger Waters ma proposte da musicisti giovanissimi (il bassista è ancora minorenne) dotati di una grande energia. In particolare il front man Alessio Mieli è un vero animale da palcoscenico. Roberto Manfredi, che ha curato e diretto tutta la produzione olografica con la supervisione di Francesco Sicolo, è stato catturato dall’album al primo ascolto.

“ Il Brigante è un album assolutamente visionario anche se descrive la realtà attuale con una lucidità impressionante, oltretutto suonato e cantato da giovani di vent’anni o poco più. Nel panorama italiano, I Deshedus sembrano provenire da un altro pianeta e da un’altra epoca. Omaggiano Franco Battiato, anche se sono cresciuti con i Muse, irridono i potenti come Trump e citano Shakespeare. Sono veramente onorato di lavorare con loro e con un grande artista visionario ma concreto come Mauro Paoluzzi, uno che ancora stampa i vinili degli artisti che produce e al contempo ammira l’olografia. Sono un esempio artistico straordinario”.

Appuntamento a Cinecittà World il 29 agosto. Inizio concerto ore 20.00. Comunque vada sarà un concerto storico: il primo assoluto concerto olografico italiano.

Facebook Comments

Latest Posts

I piu' letti

Resta in contatto

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.