Home Zona Giovani Luigi Friotto questa sera con lo spettacolo “Mirecah, faro senza oscurità” a...

Luigi Friotto questa sera con lo spettacolo “Mirecah, faro senza oscurità” a Genova

Friotto questa sera con "Mirecah, faro senza oscurità" a Genova. Il titolo è una citazione di Mirecah che sarà nel prossimo disco dell'artista

465
0
SHARE
friotto
Voto Utenti
[Total: 0 Average: 0]

FRIOTTO E BANDAUTORE – Il viaggio di ritorno dalle ombre alle luci.

Il viaggio di ritorno dell’uomo contemporaneo dalle chimere, dai paesi della vana gloria, dalla ricerca spasmodica di approdi e lidi migliori, dall’illusorietà dei miti e dei loro fallimenti.

Il viaggio di ritorno dell’uomo contemporaneo alla coscienza di essere tempio e architrave di se stesso, alla sua essenza, nell’abbandono definitivo delle vacue luci.

Un viaggio di ritorno verso le luci, quelle reali, che sono anche l’anima del primo Ep di Friotto, Lucernario, e che si compie attraverso il richiamo autentico agli elementi naturali: dal fuoco alla terra, dall’aria all’acqua. Ed è proprio l’attenzione alle suggestioni date da particolari ambienti legati a questi elementi che è alla base degli spettacoli. Una ricerca costante dei luoghi non convenzionali che si integrano e si intrecciano all’armonia della musica e della danza. Ed ecco le grotte, i monasteri e i palazzi antichi dei concerti di Nerocandido. Ecco il mare e le rive dei Concerti sull’Acqua: nove musicisti a bordo di una piattaforma galleggiante e quattro danzatrici sul bagnasciuga danno vita a quello che è l’apice di questa particolare ricerca scenografica.

Il titolo dello spettacolo è una citazione del brano Mirecah (anagramma di Chimera) che sarà contenuto nel prossimo disco di Luigi Friotto in fase di produzione.

Mirecah, Faro senza Oscurità vuole essere insieme un ritorno ideale e un omaggio al punto di partenza della traversata musicale di Friotto sul mare della canzone d’autore e Genova, col suo faro e la sua vista sulle acque e sulla storia, diviene il porto migliore a cui approdare.

E partendo proprio dalla canzone d’autore, il viaggio proseguirà attraverso la musica classica e cinematografica, le sigle storiche della televisione di un tempo, la musica d’avanspettacolo, senza trascurare i brani della produzione discografica inedita di Friotto.

La bandautore:

Luigi Friotto piano e voce
Emanuele Zazzara basso e voce
Angela Di Giuseppe violino
Nicola Gaeta flauto
Francesco Mangifesta batteria e percussioni
Valentina Di Deo cori
Giorgia Bellomo cori
Mauro Cerritelli cori
Annalisa Cornacchia coreografie

SHARE
Previous articleAdriana Spuria esce oggi con il nuovo singolo “Senti (Joy)”
Next articleFIMI, i dati: cresce il mercato discografico in Italia grazie a streaming e vinile
Costantina Limosani
Nasce nel febbraio del ’67 in Germania. Cresciuta in Italia in un paese del Gargano, ha da sempre avuto una spiccata tendenza verso le arti in generale (disegno, canto, danza e musica). Diplomata in “ Arte Applicata” prosegue i suoi studi da Programmatore. Inizia un percorso di interesse musicale attraverso una radio libera di proprietà familiare, leggendo riviste del settore, anche straniere e ascoltando fino a notte fonda in AM, Radio Luxemburg di Londra curiosando tra le novità sonore che non passano in Italia o che arrivano dopo qualche tempo. Si trasferisce in Brianza, nel 1997, per la sua prima esperienza lavorativa. Incrocia per caso, lo sguardo di Battisti sulla strada per Molteno: da quel momento si accende una fiammella verso la profondità della musica cantautorale italiana. Nel 2009 apre la sua prima pagina Myspace arrivano i primi apprezzamenti, le prime amicizie importanti, gli artisti e le prime canzoni scritte e donate al web. Partecipa al Sanremo Autori nel 2010 e apre il blog di pensieri e poesie: Respiro … Vita, seguito da un altro blog contenitore di idee: Il terzo occhio e uno di fotografia. Apre infine il suo profilo facebook. Iscrizione SIAE nel 2012 come autrice di testi grazie al maestro di Bossa Nova: Riccardo D’Alterio che confeziona una base musicale per un suo testo. Sempre attenta allo scenario musicale italiano e internazionale, incontra per la prima volta la musica di Luigi Friotto che aprirà un concerto di Iskra Menarini, Enrico Bianchi, Ricky Portera, Teo Ciavarella e altri dedicato alla prematura scomparsa di Lucio Dalla. Inizierà un percorso di collaborazione attiva per questo artista che continua tutt’ora. Tra le prime a iscriversi al gruppo Muovi La Musica ideato da Alberto Salerno dando supporto a distanza, partecipando alla segnalazione di artisti emergenti. Nel giugno 2013 da un post Fb del già citato Salerno, incontra la musica di Jack Savoretti; pochi giorni dopo apre un gruppo a lui dedicato che si trasformerà poi nella pagina FB ancora oggi attiva: Jack Savoretti Fan Page Italia (seguita da più di 3000 persone) in collaborazione con l’amico Andrea Ariu che aggiorna notizie in rete, pubblica le traduzioni dei testi condivise da tanti nel web. Dal 2013 al 2015 sarà la principale portavoce del fanclub di Jack, il primo al mondo, Jack Savoretti Italian Fan Club e scriverà per un breve periodo anche per Fare Musica e Dintorni nella sezione dedicata. Partecipa come giurata e opinionista in contest locali. Seconda classificata nel 2014 al 23° premio poesia “ Donna e …” di Racalmuto, paese natale di Leonardo Sciascia. In questi anni ha incrociato la strada di numerosi artisti conosciuti e segue le vicende di quelli poco noti dedicando tutto il tempo a sua disposizione alla condivisione social di questi ultimi: una finestra sempre aperta sul mondo musicale italiano e straniero. Si occupa di booking e video editing amatoriale. Collabora saltuariamente ad alcune pagine social di artisti e addetti ai lavori.

Commento su Faremusic.it