Home Musica ST.VINCENT ESCE CON IL NUOVO ALBUM “MASSEDUCTION” 

ST.VINCENT ESCE CON IL NUOVO ALBUM “MASSEDUCTION” 

553
0
SHARE
st.vincent
Voto Utenti
[Total: 1 Average: 4]

di Simone Cescon

St.Vincent è uscita pochi giorni fa con il quinto album della sua carriera. Il disco si intitola “Masseduction” (Loma Vista Recordings) – di cui pubblicheremo la recensione prossimamente –  ed è prodotto dalla stessa Annie Clark (nome anagrafico di St.Vincent) assieme a Jack Antonoff, già al lavoro con Lorde (nel suo acclamato secondo album “Melodrama”) e Taylor Swift.

Nelle varie interviste concesse a magazine e giornali negli ultimi mesi questo nuovo lavoro è stato definito dalla cantautrice un album tutto su “sesso, droga e tristezza“; sono presenti anche contributi di altri importanti musicisti tra i quali Kamasi Washington ed anche Tuck & Patti Andress, zii della stessa Clark.

st.vincent

Dopo la pubblicazione della ballad “New York” (e del relativo videoclip) è stata la volta di “Los Ageless“, canzone molto diversa, molto più energica ed accomunata dal riferimento ad una città anche se in modo meno diretto: il relativo video musicale è una parodia dei modi di vivere di un certo tipo di società losangelina, fatti di sedute dal chirurgo estetico, appuntamenti dal parrucchiere e corsi di yoga.

st.vincent

Queste due sono le uniche nuove canzoni suonate nella prima data del “Fear The Future Tour” in supporto al nuovo album, svoltosi a Tokyo lo scorso 19 Agosto: una particolarità di quel concerto è stata la presenza della sola St.Vincent sul palco, senza la consueta band ad accompagnarla. Sarà interessante vedere se ci saranno novità in tal senso in occasione della prossime apparizioni televisive o live. Dalla seconda metà del mese continuerà il tour con alcune date europee.

st.vincent
Crediti Foto: Nedda Afsari

Album tracklist:

01 Hang on Me
02 Pills
03 Masseduction
04 Sugarboy
05 Los Ageless
06 Happy Birthday, Johnny
07 Savior
08 New York
09 Fear the Future
10 Young Lover
11 Dancing With a Ghost
12 Slow Disco
13 Smoking Section

Commento su Faremusic.it