Home Musica Recensioni Album Ben Harper & Charlie Musselwhite: “No Mercy In This Land”, uno spaccato...

Ben Harper & Charlie Musselwhite: “No Mercy In This Land”, uno spaccato blues con un tocco di modernità – RECENSIONE

Ben Harper e l'armonicista Charlie Musselwhite si ritrovano e propongono il prosieguo di una formidabile collaborazione che conduce all’album “No Mercy In This Land”

26
0
SHARE
Ben Harper
Voto Autore

Il chitarrista e cantante Ben Harper e l’armonicista Charlie Musselwhite si ritrovano e propongono il prosieguo di una formidabile collaborazione che conduce all’album “No Mercy In This Land”, un disco blues che unisce l’eccezionale abilità tecnica di Musselwhite – e la sua enorme conoscenza specifica – con la più moderna sensibilità di Harper; le melodie soul e la melanconica narrazione dell’album legano insieme questi due musicisti e trasportano gli ascoltatori verso il periodo d’oro della musica blues.

L’album è il 15° in studio per Harper e il 37° di Musselwhite… di certo l’esperienza non manca!

Charlie divenne famoso come armonicista blues elettrico negli anni ’60 insieme a Howling Wolf e Muddy Waters, ed è spesso considerato uno dei pochi musicisti a possedere il pedigree del musicista blues, status ambito e non facile da ottenere; non ci vuole una particolare preparazione tecnica per essere conquistati dalle sue modulazioni tematiche e dalla sua abilità palese, elementi che emergono chiaramente anche in questa occasione.

Ben Harper non è al contrario catalogabile in un genere preciso, e nel disco giustifica questo mio giudizio proponendo un intrigante mix di tecniche tradizionali e di suoni tendenti al pop e al folk.

Ben Harper

No Mercy In This Land” rappresenta l’immagine di uno spaccato blues con un tocco di modernità. I temi lirici sono tipici del genere: alcolismo, cuori spezzati e spiritualità.

La voce di Harper è a tratti “ruvida” e riporta alla tradizione di cantanti storici, tuttavia, come accade ad esempio in “When Love Is Not Enough” e “Nothing at All”, emerge la versatilità del suo “strumento” che sa essere dolce e regalare accenni di falsetto, andando a fondersi piacevolmente con le melodie di chitarra, mentre la qualità dell’armonica di Musselwhite sottolinea gli stilemi del blues – insieme ad una profondità e consistenza sonora.

Mi soffermo su “Movin ‘On”, un brano che fotografa il meglio che questo album ha da offrire, con una progressione blues classica ma sufficientemente coinvolgente e divertente, dove Musselwhite propone un assolo di armonica tecnicamente sbalorditivo.

No Mercy In This Land” si può collocare in uno spazio compreso tra i classici dischi blues di BB King e le melodie più popolari, un lavoro che può tranquillamente uscire dalla nicchia dei fruitori del genere, perché capace di donare un forte impatto emotivo che può colpire gli amanti della musica, tutti, senza distinzione alcuna.

Album da ascoltare.

Ben Harper

Trcklist Ben Harper & Charlie Musselwhite – “No Mercy In This Land”

  1. When I Go
  2. Bad Habits
  3. Love And Trust
  4. The Bottle Wins Again
  5. Found The One
  6. When Love Is Not Enough
  7. Trust You To Dig My Grave
  8. No Mercy In This Land
  9. Movin’ On
  10. Nothing At All
  11. The Bottle Wins Again (Live Machine Shop)
  12. Trust You To Dig My Grave (Live Machine Shop)
  13. No Mercy In This Land (Live Machine Shop)

    .Ben Harper

SHARE
Previous articleFabrizio Frizzi e il suo ritorno a Bassano Romano
Next articleSelvaggia Lucarelli: “Non ho nessuna dipendenza se non quella per la scrittura” – INTERVISTA
Athos Enrile
Da sempre immerso nella musica, coltiva la passione per la scrittura, con un’attenzione particolare alla descrizione dei concerti e alle interviste. Gestore di numerosi spazi in rete e collaboratore con diverse riviste specializzate, è coautore del libro “Cosa resterà di me” e dell’e-book “Le ali della musica”. Appassionato di strumenti - che utilizza in modo mediocre - ha avuto la possibilità di condividere pillole di palco con leggende del rock e di partecipare ad un album (in un brano) in qualità di mandolinista… elettrico! Presentatore in numerosi eventi, conduttore in molteplici presentazioni, condivide orgogliosamente con i compagni di viaggio di MusicArTeam (associazione di cui è presidente) il web magazine MAT2020.

Commento su Faremusic.it