Home Musica PRINCE News: Chiusa l’inchiesta sulla sua morte. A fine anno biografia ufficiale....

PRINCE News: Chiusa l’inchiesta sulla sua morte. A fine anno biografia ufficiale. Fuori “Nothing Compares 2 U” in vinile – FOTO Inedite

Prince: Nessun responsabile per la morte di Prince. Dopo due anni si chiude l'indagine per mancanza di prove. Rese note le immagini del corpo senza vita dell'artista. A fine anno l'uscita della biografia ufficiale. Uscito "Nothing Compares 2 U" in vinile. All'interno dell'articolo FOTO Inedite

46
0
SHARE
prince
Crediti del FotoMontaggio Immagini ©FareMusic - FMD Copyright

Voto Utenti
[Total: 1 Average: 5]

Prince è uno di quei personaggi entrati ormai nella leggenda, figure che nemmeno la morte ha offuscato e fermato, nomi che continuano a far parlare di se nonostante tutto.

In questi giorni, in prossimità del secondo anniversario della sua morte, sopraggiunta tragicamente il 21 aprile 2016, sono arrivate alcune interessanti news sull’artista di Minneapolis, notizie sia relative alla sua morte, che all’uscita di un suo “classico” in versione vinile, oltre alla conferma della prossima pubblicazione di una biografia ufficiale.

Ma andiamo per gradi.

Credit Photo Steve Parke from Book signing and Q&A for his “Picturing Prince.”

INCHIESTA SULLA MORTE DI PRINCE

Cominciamo con il parlare dell’inchiesta aperta due anni fa sulla morte dell’artista, indagini che avevano il fine di trovare un responsabile per quella tragica morte.

In queste ore, il titolare di questa inchiesta, il procuratore della contea di Carver in Minnesota, Mark Metz, fa sapere di aver chiuso le indagini sul decesso non avendo trovato responsabili per la morte di Prince Roger Nelson. Il giudice afferma che non ci sono prove per determinare chi materialmente possa aver procurato al musicista gli antidolorifici oppiacei sotto forma di Percocet falso, sostanze che hanno poi determinato la morte.

Immagini di qualche ora prima della morte mentre l’artista entra nella clinica del suo medico.

Ricordiamo che l’autopsia del cadavere, nello specifico, indicava che il decesso era da attribuirsi agli altissimi livelli di Fentanyl nel sangue, un analgesico sintetico molto più potente della morfina.

L’annuncio del procuratore sulla chiusura del caso è arrivata poche ore dopo la scoperta che il medico di Prince, Michael Todd Schulenberg, inizialmente accusato di aver prescritto illegalmente degli oppiacei (oxycodone) per Prince, intestando la ricetta a una bodyguard dell’artista, ha accettato di pagare 30 mila dollari come risarcimento. Stando alle indagini e alle perquisizioni avvenute nella casa di Prince, nessuno dei farmaci trovati era stato prescritto a suo nome. Alcuni erano addirittura sotto il nome del tuo ex batterista e amico Kirk Johnson, mentre altri farmaci erano in contenitori di vitamine o in buste da lettera.

Credit Photo Steve Parke from Book signing and Q&A for his “Picturing Prince.”

Il legale del dottor Schulenburg, Amy S. Conners, ha comunque precisato che l’accordo è stato fatto per evitare esisti imprevisti in un processo. Il medico, inoltre, non ha fatto alcuna ammissione di fatti e ha negato ogni responsabilità, compresa quella di aver prescritto oppiacei a pazienti con l’intenzione di destinarli all’artista scomparso.

Rimane comunque il dubbio se Prince pensasse stesse davvero ingerendo Vicodin e non Fentanyl (molto più potente) le ore prima della sua morte: “Prince – ha dichiarato il procuratore Metz – non aveva idea che stesse prendendo una pillola falsa che lo avrebbe ucciso. Le prove mostrano che Prince pensava di prendere Vicodin, non Fentanyl, ma non ci sono prove che alcuna delle persone a lui associate fosse a conoscenza del fatto che in suo possesso aveva pillole false contenenti Fentanyl“. Motivo per cui non si è potuto procedere con delle incriminazioni.

Per cui, in sintesi, il genio di Minneapolis è morto a causa di un’overdose accidentale di fentanyl causata da pillole contraffatte.

Intanto l‘ufficio dello sceriffo di Carver County ha pubblicato le immagini del corpo senza vita di Prince che giace davanti all’ascensore della sua residenza di Paisley Park, a Minneapolis.

USCITA DI “NOTHING COMPARES 2 U” IN VINILE

La 1ma versione di “Nothing Compares 2 U”, scritta, arrangiata, interpretata e prodotta dallo stesso Prince, è stata diffusa dalla Prince Estate, in collaborazione con Warner Music.
Il brano, disponibile ora in vinile 7’’ (sia picture disc che nero), fu registrato nel 1984 da Susan Rogers al Flying Cloud Drive “Warehouse” di Eden Prairie, in Minnesota. All’interno si trovano sia il sassofono di Eric Leeds che i cori di Susannah Melvoin e Paul “St. Paul” Peterson. Il singolo uscì nel 1985, ma divenne davvero famoso nel 1990, con la versione di Sinéad O’Connor.

La famiglia dell’artista scomparso ha inoltre pubblicato un video, a corredo dell’uscita del vinile, all’interno del quale vi sono le immagini delle prove di “Nothing Compares 2 U” nell’estate del 1984.

BIOGRAFIA UFFICIALE DI PRINCE

Entro la fine dell’anno uscirà la biografia ufficiale di Prince (sarebbe dovuta uscire lo scorso autunno), “The beautiful ones“. A renderlo noto è Esther Newberg, l’agente letterario che sta seguendo il progetto sin da quando l’artista lo annunciò pubblicamente, poco tempo prima di morire.

Il libro è stato scritto a quattro mani da Prince e il  giornalista Dan Piepenbring.
Un mese prima di morire, durante un concerto, Prince disse di Piepenbring: “È un bravo critico, ciò di cui ho bisogno: non è uno ‘yes man‘”.
Si pensa che nel libro ci possano essere anche le circa 50 pagine manoscritte che Prince consegnò nelle mani dell’agente letterario poco prima di morire.

Credit Photo Steve Parke from Book signing and Q&A for his “Picturing Prince.”

Commento su Faremusic.it