Home Musica Sanremo 2018 : Tutte le schede e i brani dei 20 Big...

Sanremo 2018 : Tutte le schede e i brani dei 20 Big in gara – PAGELLE del direttore

Sanremo 2018 : Tutte le schede dei big, e delle loro canzoni, in gara al 68mo Festival di Sanremo. Le PAGELLE del direttore

71
0
SHARE
sanremo 2018
Crediti e Copiryght delle foto sono della Fotografa Marina Mazzoli per FareMusic - faremusic.it
Voto Utenti
[Total: 1 Average: 5]
di Mela Giannini
Sanremo 2018 ha rotto gli indugi e finalmente ha svelato melodie e testi di tutte le canzona in gara nella categoria Big. Qui le Pagelle di FareMusic.

.
Tanti e vari sono i generi musicali che abbiamo ascoltato dal palco dell’Ariston ieri sera, musica che spazia dal pop al Jazz, al folk e al “recitato”… e così via. Indubbiamente è stato, musicalmente, un festival per la maggior parte contraddistinto dal “classico”… e dal NON banale.
In questa edizione targata Baglioni non c’è posto per il RAP, il Trap o l’Hip Hop… e sinceramente chi scrive ha apprezzato molto la scelta del cantautore romano; ma non perchè a me non piaccia il genere… è solo che in Italia si contano sulle dita di una sola mano chi davvero lo sa fare. Tutto il resto è noia (cit. del buon Kaliffo).

Per quanto riguarda i testi dei brani in gara, sono tanti i temi toccati, partendo, ovviamente, dall’immancabile AMORE in tutte le sue forme e in tutte le salse. Ma c’è dell’altro quest’anno, soprattutto l’ironia (vedi gli Elii), i dialetti (vedi Barbarossa), le leggende (vedi Max Gazzè), i drammi e le paure epocali (vedi la bella canzone di Fabrizio Moro e Ermal Meta… che parrebbe un plagio, ma che forse in realtà non lo è). Ma più di tutti c’è un testo inedito di “LUI”, del grande Lucio Dalla (vedi brano di Ron), che fa riemergere emozioni e nostalgie che sembravano assopite… ma che un nodo in gola ha riportato a galla prendendoti l’anima senza indugi.

Comunque, tirando le somme della prima serata, si può tranquillamente dire che è stato un bel festival. Sinceramente mi aspettavo peggio, invece mi è piaciuto.
Fiorello un mito gigantesco, Favino stratosfericamente bravo… brava anche Michelle… e le canzoni son state dignitose.
Chapeau a Baglioni, che dimostra che anche con la sola musica si può far “spettacolo”.

sanremo 2018
Crediti e Copiryght delle foto sono della Fotografa Marina Mazzoli per FareMusic – faremusic.it

Sanremo 2018: SCHEDE dei big in gara e  PAGELLE delle canzoni

Roby Facchinetti e Riccardo Fogli con “Il segreto del tempo”

VOTO 5

Roby Facchinetti e Riccardo Fogli (i due facevano parte del formazione ufficiale nel 1966 dei Pooh) di nuovo insieme sul palco dell’Ariston. Nel 2016 i due ex Pooh erano già stati ospiti del Festival per festeggiare i 50 anni di carriera della band più longeva della musica Italiana: entrambi facevano parte del formazione ufficiale che nel 1966 diede vita ai Pooh.

Il due hanno pubblicato un album “Insieme”, l’anno scorso, nel 2017, progetto discografico composto da otto brani inediti e tre cover. Giusy Ferreri canterà insieme a loro nella serata dei duetti.

Ricordiamo inoltre che Roby Facchinetti, con i Pooh, ha vinto il Festival nel 1990 con “Uomini soli”. Invece, nel 1982, Riccardo Fogli aveva vinto con “Storie di tutti i giorni”.

sanremo 2018
Crediti e Copiryght delle foto sono della Fotografa Marina Mazzoli per FareMusic – faremusic.it

Nina Zilli con “Senza appartenere”

VOTO 6

Nina Zilli (all’anagrafe Maria Chiara Fraschetta), partecipa al Festival di Sanremo per la terza volta… e quest’anno lo fa con il brano “Senza appartenere”.

La sua prima partecipazione alla Kermesse risale al 2010, nella categoria Nuova Proposte, con il brano “L’uomo che amava le donne”. Quell’anno Nina arrivò 3rza e vinse anche sia il Premio della Critica Mia Martini,  che quello della Sala Stampa Radio Tv, oltre ad un riconoscimento di Assomusica.

Nel 2012 si ripresentò a Sanremo  tra i Big con “Per sempre” e arrivò settima in classifica. Ma nonostante ciò fu scelta per  partecipare all’Eurovision Song Contest, dove cantò “L’amore è femmina”. L’ultima volta a Sanremo della Zilli è quella del 2015, quando arrivò nona con il brano “Sola”. Nella serata dei duetti Nina Zilli canterà con Sergio Cammariere. 

sanremo 2018
Crediti e Copiryght delle foto sono della Fotografa Marina Mazzoli per FareMusic – faremusic.it

The Kolors con “Frida (mai, mai, mai)” 

VOTO 7

Questa è la prima volta a Sanremo per i The Kolors, il trio napoletano composto da Antonio “Stash” Fiordispino, Alex Fiordispino e Daniele Mona.

Al Festival presentano il brano “Frida (mai, mai, mai)”loro prima canzone scritta completamente in italiano. Nella serata dei duetti la band suonerà insieme a Tullio De Piscopo ed Enrico Nigiotti.

Ricordiamo che la band si è formata nel 2010 e nel 2015 hanno vinto la 14ma edizione di “Amici” di Maria De Filippi. I The Kolors hanno all’attivo già tre album: “I want” (2014), “Out” (2015) e “You” (2017).

“Frida (mai, mai, mai)” è il brano che non ti aspetti, uno di quelli che ti fa dire “BELLO”. Il brano dei Kolors è stato il più “furbo” (radiofonicamente) e attuale sentito ieri sera. Bravi ai tre scugnizzi di patron Surace.

sanremo 2018
Crediti e Copiryght delle foto sono della Fotografa Marina Mazzoli per FareMusic – faremusic.it

Diodato e Roy Paci con “Adesso”

VOTO 7

L’inedita coppia composta dal giovane e bravissimo cantautore pugliese Diodato e il musicista jazz Roy Paci, portano all’Ariston il brano “Adesso”.

Diodato è stato a Sanremo già nel 2014, nella categoria Nuova Proposte, con il bellissimo brano “Babilonia”, arrivando al secondo posto.

Per il trombettista siciliano Roy Paci, invece, questa è la prima volta a Sanremo. Il duo si esibiranno all’Ariston insieme a due tamburi e tre ottoni. Il brano è stato scritto da Diodato, e gli arrangiamento dei fiati, invece, sono di Paci. Nella serata dei duetti con Roy Paci e Diodato si esibirà il rapper Ghemon.

La loro, ieri sera, è stata una performance che ha dato il meglio del confronto che può nascere tra due professionisti, tra due generazioni, e due generi musicali diversi. Di queste reciproche contaminazioni, in Italia, dovrebbero essercene di più, perchè questo è il modo più intelligente per crescere artisticamente in uno stagno triste qual è quello dell’attuale musica italiana. 

sanremo 2018
Crediti e Copiryght delle foto sono della Fotografa Marina Mazzoli per FareMusic – faremusic.it

Mario Biondi con “Rivederti” 

VOTO 7

Questa è la terza volta per il catanese Mario Biondi a Sanremo, ma le altre due volte come ospite in duetti con altri colleghi in gara:
nel 2007 con Amalia Gré in “Amami per sempre” e nel 2009 con Karima Ammar, nella categoria Nuove Proposte, con lo stupendo brano “Come in ogni ora”.

Lui, il soul man italiano per eccellenza, dalla voce profonda ha quasi sempre cantato in inglese, visti i suoi trascorsi internazionali. Ma quest’anno porta all’Ariston una canzone in italiano. Nella serata dei duetti Biondi canterà con due grandi della musica Brasiliana, Ana Carolina e da Daniel Jobim, nipote del mitico Tom.

Sulla sua performance di ieri sera mi inchino. Nessuno come lui… ma proprio nessuno nessuno. Non oso immaginare cosa succederà nella sera dei duetti, quando la vellutata e calda voce di Mario si mescolerà con l’arte della bossa nova della grande Carolina e dell’erede di Tom, Jobim.

sanremo 2018
Crediti e Copiryght delle foto sono della Fotografa Marina Mazzoli per FareMusic – faremusic.it

Luca Barbarossa con “Passame er sale”

VOTO 6

Per il cantante romano e conduttore radiofonico su Radio Rai 2, Luca Barbarossa, il Festival di Sanremo è quasi la sua seconda casa:
Primo Festival il 1981 con “Roma spogliata”:
Secondo Festival il 1986 con “Via Margutta”;
Terzo Festival il 1987 con  “Come dentro un film”;
Quarto Festival nel 1988 “Lamore rubato”;
Quinto Festival nel 1992 con “Portami a ballare” con cui vinse;
Sesto Festival nel 1996 con “Il ragazzo con la chitarra”;
Settimo Festival nel 2003 con “Fortuna”;
Ottavo Festival nel 2011 con “Fino in fondo”.

Per la serata dei duetti Luca Barbarossa si esibirà con l’attrice Anna Foglietta.

sanremo 2018
Crediti e Copiryght delle foto sono della Fotografa Marina Mazzoli per FareMusic – faremusic.it

Lo Stato Sociale con “Una vita in vacanza”

VOTO 6

I ragazzi bolognesi della band indie Lo Stato Sociale ( Alberto “Albi” Cazzola, Francesco “Checco” Draicchio, Lodovico “Lodo” Guenzi, Alberto “Bebo” Guidetti ed Enrico “Carota” Roberto) partecipano per la prima volta a Sanremo. Il gruppo ha all’attivo già tre album.

Il brano che presentano a Sanremo è incluso nel loro nuovo, “Primati”, in uscita il 9 febbraio.
Nella sera dei duetti la band sarà accompagnata dal Piccolo Coro dell’Antoniano e da Paolo Rossi.

Loro, sul palco dell’Ariston, ieri sera, in una serata davvero vestita, artisticamente, di classico a manetta, sono stati gli unici a far qualcosa di diverso…
La loro è stata una sorta di “Vita spericolata” targata 2018, fuori dagli schemi. Certo, il paragone con Vasco è impraticabile… lui spericolato lo era e lo è davvero, dentro ogni nota e dentro ogni respiro. I ragazzi bolognesi cercano di “differenziarsi” da tutto quanto il resto… e se ci son riusciti, solo il tempo saprà dirlo.

sanremo 2018
Crediti e Copiryght delle foto sono della Fotografa Marina Mazzoli per FareMusic – faremusic.it

Annalisa con “Il mondo prima di te”

VOTO 7

Per Annalisa questo è il suo 4rto Festival, nella categoria Big:
Nel 2013 con “Non so ballare”;
Nel 2015 con “Una finestra tra le stelle”:
Nel 2016 con “Il diluvio universale”.

Annalisa e la sua raffinatissima voce fanno parte della scuderia dei talenti di Maria De Filippi e attualmente è proprio una dei tutor di Amici 17.

Il brano che presenta a questa edizione del festival fa parte dell’album Bye Bye, in vendita dal 16 febbraio.

Nella serata dei duetti Annalisa canterà insieme a Michele Bravi, che l’anno scorso partecipò a Sanremo con la bellissima canzone “Il diario degli errori”.

“Il mondo prima di te” è un brano che mi ha preso all’istante… mi ha catturata. Ho apprezzato l’eleganza con cui è stata interpretata la canzone, ma più di tutti lo stupendo arrangiamento, soprattutto nella partitura degli archi. Brava Annalisa.

sanremo 2018
Crediti e Copiryght delle foto sono della Fotografa Marina Mazzoli per FareMusic – faremusic.it

Giovanni Caccamo con “Eterno”

VOTO 5

Per il giovane cantautore siciliano della scuderia Sugar Records, Giovanni Caccamo, questa è la sua terza partecipazione al Festival:
Nel 2015 ha vinto nella categoria Nuove Proposte con “Ritornerò da te”, oltre ad aver vinto sia il premio della critica Mia Martini, che il premio Emanuele Luzzati, che quello della Sala stampa:
Nel 2016, tra i Big, ha cantato in coppia con Deborah Iurato con il brano “Via da qui”, arrivato terzo in classifica.

Per la sera dei duetti Caccamo canterà con la new entry in casa Sugar, la bravissima Arisa, una che il Festival lo ha vinto due volte, partecipandovi per ben cinque volte, oltre ad averlo anche  condotto nel 2015 con Carlo Conti ed Emma Marrone.

“Eterno” è un brano ambiguo, uno di quelli che sai che è bello, ma che non ti prende… 
Eppure Giovanni ce la mette tutta, lui è bravo senza dubbi. Ma sembra non riesca a trovare una sua dimensione, non lo si riesce ad inquadrare artisticamente… e forse il suo modo di cantare (non proprio perfetto) non aiuta. Sono curiosa di risentire il brano cantato da Arisa, perchè son convinta che sarà tutta un’altra storia.

sanremo 2018
Crediti e Copiryght delle foto sono della Fotografa Marina Mazzoli per FareMusic – faremusic.it

Enzo Avitabile e Peppe Servillo con “Il coraggio di ogni giorno”

VOTO 7

Per Enzo Avitabile questa è la sua prima volta al Festival di Sanremo, insieme a Peppe Servillo, in una sorta di dialogo, più che un duetto, con un testo autobiografico.

Il brano è uno dei due inediti della raccolta di 28 canzoni, “Pelle differente”, che racconta la carriera del cantautore napoletano.

Con gli Avion Travel Peppe Servillo vinse il Festival nel 2000 con il brano “Sentimento”.

Nella serata dei duetti proprio gli Avion Travel duetteranno con il duo Servillo e Avitabile. Con loro ci sarà anche il musicista senegalese Daby Touré.

“Il coraggio di ogni giorno” è sicuramente, nella sua mediterraneità e nel suo contenuto lirico, una delle migliori canzoni di questa edizione sanremese.

sanremo 2018
Crediti e Copiryght delle foto sono della Fotografa Marina Mazzoli per FareMusic – faremusic.it

Ornella Vanoni, Bungaro e Pacifico con “Imparare ad amarsi”

VOTO 7

Un trio davvero inedito quello costituito da Ornella Vanoni, Bungaro e Pacifico, che insieme cantano “Imparare ad amarsi”, brano che porta la firma di Cesare Chiodo e Antonio Fresa.

Questa particolare collaborazione trova i natali da un’idea del produttore Mario Lavezzi, e il supporto di Claudio Baglioni che ha proposto il pezzo presentato da Bungaro alla Vanoni. Pacifico ha firmato il testo del brano.

Per la Vanoni questo festival è il suo ottavo, per Bungaro è il suo quarto e per Pacifico è il suo secondo.

E in merito all’esibizione di ieri sera, cosa si può dire se non che Ornella rimane, nonostante la sua età, una DEA che illumina tutto e tutti sul suo cammino?! … mentre Bungaro e Pacifico sembrano essere i suoi coristi, lì su, sul palco, al suo cospetto.
 

sanremo 2018
Crediti e Copiryght delle foto sono della Fotografa Marina Mazzoli per FareMusic – faremusic.it

Renzo Rubino con “Custodire”

VOTO 7

Il cantautore pugliese Renzo Rubino ritorna al Festival dove vinse il premio della critica nel 2013 nella categoria Nuove Proposte, mentre nel 2014 si classificò terzo  tra i big.
Il brano che Rubino presenta a Sanremo, “Custodire”, scritta da lui e prodotta da Giuliano Sangiorgi dei Negramaro.

“Custodire” è uno dei due inediti della riedizione dell’album “Il gelato dopo il mare”.

La canzone ha un testo stupendo, intimo e tra i più belli ascoltati a questo festival. Poi Renzo è uno dei più interessanti e capaci giovani artisti del cantautorato italiano… e questo gli deve essere riconosciuto.

sanremo 2018
Crediti e Copiryght delle foto sono della Fotografa Marina Mazzoli per FareMusic – faremusic.it

Noemi con “Non smettere mai di cercarmi” 

VOTO 6

A due anni di distanza dalla sua ultima partecipazione, Noemi torna al Festival di Sanremo con una canzone che lei stessa definisce una sorta di “spin-off” di “Sono solo parole”, con cui si classificò terza nel 2012.

Ora la rossa cantante torna a Sanremo con “Non smettere mai di cercarmi”, brano che fa parte del nuovo album “La Luna”, un progetto discografico composto da 13 inediti che verrà presentato con due eventi live il 27 maggio a Roma e il 29 maggio a Milano.

sanremo 2018
Crediti e Copiryght delle foto sono della Fotografa Marina Mazzoli per FareMusic – faremusic.it 

Ermal Meta e Fabrizio Moro con “Non mi avete fatto niente”

VOTO 7

Sia Ermal Meta che Fabrizio Moro tornano per la seconda volta consecutiva al Festival, ma non da “solisti” questa volta, ma da “duo”, con il brano “Non mi avete fatto niente”, canzone contro il terrorismo che ricorda l’attentato al concerto di Ariana Grande di Manchester.

Su questa canzone si è alzato un polverone che ha insinuato ad un Plagio di un’altra canzone sanremese del 2016 (Nuove Proposte), “Silenzio”. Ma plagio in realtà NON lo è, perchè uno dei tre autori è lo stesso del brano “Silenzio” che, nel brano del duo Moro-Ermal, ha riproposto la stessa linea melodica di un suo brano e da lì hanno cominciato la stesura del nuovo brano, e la cosa, tra le altre, era stata già detta pubblicamente dai soggetti in causa, in tempi non sospetti. Di fatto, comunque, a prescindere da tutto, “Non mi avete fatto niente” è una gran bella canzone.

sanremo 2018
Crediti e Copiryght delle foto sono della Fotografa Marina Mazzoli per FareMusic – faremusic.it

Le Vibrazioni con “Così sbagliato”

VOTO 5

Dopo la reunion, Le Vibrazioni insieme a Francesco Sarcina, tornano a Sanremo, con Il brano “Così sbagliato”, contenuto nel nuovo album “V”, il 5nto in studio, composto da una tracklist di  di 10 inediti.

Sul palco dell’Ariston, durante la performance, ad un tratto Le Vibrazioni “NON hanno vibrato”… e sono sembrati una rivisitazione, in chiave forse un po’ più credibile, dei Modà. Ma cosa avrà portato a questa singolare metamorfosi di una band dai trascorsi così pregevoli? Ah Sarcinaaaa… arripijeteeee.

sanremo 2018
Crediti e Copiryght delle foto sono della Fotografa Marina Mazzoli per FareMusic – faremusic.it

Ron con “Almeno pensami”

VOTO 8

Ron porta con se a Sanremo il ricordo del suo sodale grande amico Lucio Dalla, autore della canzone inedita che il cantautore di Dorno porta quest’anno sul palco dell’Ariston, “Almeno pensami”.

Inevitabile l’emozione e la commozione ascoltando il brano… sembra quasi sentirlo Lucio, sembra quasi sia lì, presente… mentre l’emozione, piano piano, diventa straripante.
Per chi scrive, in un mondo giusto e perfetto, questo brano dovrebbe essere il vincitore di questa edizione sanremese.

Per Ron, intanto, è l’8va volta alla Kermesse sanremese.

sanremo 2018
Crediti e Copiryght delle foto sono della Fotografa Marina Mazzoli per FareMusic – faremusic.it

Max Gazzè con “La leggenda di Cristalda e Pizzomunno”

VOTO 7

Anche Max Gazzè ritorna a Sanremo dopo 5 anni di assenza. L’ultima sua partecipazione risale al 2013 con “Sotto casa”. Mentre nel 2008 cantò “Il solito sesso. Nel 1999 partecipò nella categoria e nel 2000 arrivò vicinissimo al podio con “Il timido ubriaco”.

Il cantautore romano porta a Sanremo “La leggenda di Cristalda e Pizzomunno”, una sorta di favola che racconta della famosa spiaggia di Vieste, sul Gargano, su cui si trova una grande roccia bianca che, secondo la leggenda, sarebbe Pizzomunno, il ragazzo che sirene gelose del suo amore per Cristalda, trasformarono in pietra.

sanremo 2018
Crediti e Copiryght delle foto sono della Fotografa Marina Mazzoli per FareMusic – faremusic.it

Decibel con “Lettera dal Duca”

VOTO 6

I Decibel di Enrico Ruggeri, qualche mese fa, dopo tanti anni, si sono riuniti. Hanno realizzato un disco, “L’Anticristo” in uscita il 16 febbraio, e sono andati anche in tour in tutta Italia. Il brano che la band porta a Sanremo è “Lettera dal Duca”, una canzone che come il titolo evoca, omaggia David Bowie.

Certo, non sono più i Decibel dell’inizio carriera… ora sembrano solo l’ombra di quel che furono, con una canzone che dà la sensazione di “forzatura” nel suo essere cult e nel trattare un “personaggio cult”.
Ma Ruggeri rimane comunque un grande della musica Italiana e a lui gli si può perdonare tutto. 

sanremo 2018
Crediti e Copiryght delle foto sono della Fotografa Marina Mazzoli per FareMusic – faremusic.it

Red Canzian con “Ognuno ha il suo racconto”

VOTO 5

Un altro pezzo dei Pooh a questo Sanremo è rappresentato da quello di Red Canzian che porta sul palco dell’Ariston “Ognuno ha il suo racconto”. I 16 febbraio esce il primo album da solista di Red, “Testimone del tempo” e a maggio partirà il tour nei teatri.

sanremo 2018
Crediti e Copiryght delle foto sono della Fotografa Marina Mazzoli per FareMusic – faremusic.it 

Elio e le Storie Tese con “Arrivedorci”

VOTO 5

E’ la quarta volta per gli Elii a Sanremo, che scelgono il palco dell’Ariston per celebrare il loro scioglimento dopo il tour che seguirà dopo la Kermesse.

La band è in gara con un brano dal titolo che li rappresenta in toto in quanto ad ironia, “Arrivedorci”.

A volerli fortemente al 68mo Festival della canzone Italiana è stato lo stesso Claudio Baglioni.

Questa certamente non è stato il loro miglior festival… ci avevano abituato a ben altre cose in passato. Ma il brano è un “ArriveDORCI”, e da qui un grazie di essere esistiti, agli Elii, ci sta tutto… e per il resto, ecchiseneeeee…

sanremo 2018
Crediti e Copiryght delle foto sono della Fotografa Marina Mazzoli per FareMusic – faremusic.it

Commento su FMD