Home Musica Tour David Garrett, “il violinista del Diavolo”, primo concerto dell’anno in Italia

David Garrett, “il violinista del Diavolo”, primo concerto dell’anno in Italia

David Garrett, detto anche "Il violinista del diavolo", e Julien Quentin al pianoforte in concerto domenica 28 gennaio 2018, ore 17.00 al Teatro Regio di Parma. Eseguiranno Sonata per violino e pianoforte, in La maggiore.

120
0
SHARE
David Garrett
Voto Utenti
[Total: 7 Average: 3.9]

di Costantina Limosani

DAVID GARRETT “il violinista del Diavolo” in concerto al Teatro Regio di Parma.

Quando si nasce al centro di tre confini forse anche la propria anima naviga su tre destini. Bimbo prodigio della musica classica e sinfonica, adolescente ribelle e pronto a tutto pur di seguire il suo sogno pop/rock; adulto forte, consapevole e sensibile, pronto a mettersi in gioco con nuove e interessanti sfide musicali!”.

David Christian Bongartz, (in arte David Garrett dal cognome della madre) nasce ad Aquisgrana il 4 settembre 1980. A soli 4 anni impugna per la prima volta il violino regalato al fratello maggiore di cui era gelosissimo. Da quel momento lo considererà come il suo passatempo preferito, come lui stesso dice in una intervista: “Per me suonare tutto il giorno e raggiungere ogni volta una padronanza maggiore era come per i ragazzi di oggi raggiungere un livello nuovo in un videogame!”

Il suo approccio totale e forte volto a diventare sempre più bravo, lo avvicina al palcoscenico già nei primi cinque – sei anni di vita. Debutta a nove anni al festival “Kissinger Sommer”; a undici anni collabora con la Filarmonica di Amburgo e riceve poco dopo in dono dai suoi genitori un preziosissimo Stradivari del 1716 che ancora oggi è suo compagno inseparabile, insieme ad un Guadagnini del 1772.

David Garrett

A quindici anni, stipula un accordo con la Deutsche Grammophon per l’incisione di diverse opere come solista; escono infatti nel 1995 due cd: Concerto per violino K 218 e 271, sonata per violino e pianoforte in Si bemolle maggiore, K. 454  e Violin Sonata. Due anni dopo si cimenterà nei “capricci” di Paganini.

Esegue concerti e sonate di classica fino a quando, stanco delle pressioni familiari e intenzionato a frequentare il College (contro la volontà dei genitori che vedono per lui una carriera già delineata),  scappa di casa e si iscrive alla prestigiosa scuola d’arte Juillard di New York. Il giovane Garrett, tagliando i ponti con la famiglia, comincerà a fare i lavori più umili per mantenersi negli studi; in seguito, dato il suo aspetto sempre più curato e fiorente, farà il modello per riviste e sfilate. Con questo lavoro potrà permettersi non solo di riprendere a suonare dal vivo (cosa che non fece per quattro lunghi anni) ma potrà permettersi una casa più accogliente nel cuore di New York. Tra gli studenti più dotati si diplomerà nel 2004.

Inizia, con la sua esperienza americana, il cosiddetto viraggio definito da lui stesso: “crossover”, in cui comincia a delinearsi il suo desiderio di mescolare abilmente le melodie classiche con quelle pop e rock.

David Garrett

Nel 2013 debutta come attore cinematografico nel film Il violinista del diavolo, nel quale interpreta magistralmente il grande Niccolò Paganini. Il 25 ottobre dello stesso anno pubblicherà Garrett vs. Paganini, in cui Garrett, non solo esibisce una maestrìa nelle esecuzioni del celebre compositore genovese ma azzarda anche influenze rock.

David Garrett è noto in tutto il mondo proprio per aver incastonato nei brani classici anche canzoni moderne avvicinando una fetta di pubblico giovanile che, trasversalmente, ha avuto l’opportunità di conoscere molti brani di musica classica che puntualmente esegue in ogni live.

Nei suoi spettacoli, la band è spesso supportata da un’orchestra che, oltre a suonare i brani classici, riprende armonicamente le melodie di brani pop e rock rendendole uniche.

David ha l’abitudine di sorprendere il suo pubblico con brani nuovi ma anche con interazione diretta; non è inconsueto infatti vederlo iniziare il concerto in mezzo al pubblico oppure sospeso in aria legato ad un argano o su un trespolo altissimo. In ogni concerto, ama portare sul palco una donna del pubblico alla quale dedica con passione il brano Your Song di Elton John o altri brani simili, suscitando grandi emozioni, non solo per la fortunata protagonista ma, per se stesso e per il pubblico presente (guarda il video QUI).

David Garrett

Quando si prepara per i concerti di musica classica invita spesso dei bambini, giovani violinisti che frequentano le scuole musicali del posto, ad assistere alle sue prove. Nel 2008 in uno di questi incontri esegue in una maniera velocissima “il volo del calabrone” di Nikolaj A. Rimiskij-Korsakov in 66.56 secondi entrando nel Guinness World Records come violinista più veloce nell’esecuzione di quel brano. Record migliorato dallo stesso Garrett qualche tempo dopo in 66.26 secondi tutt’ora imbattuto.

Nel settembre 2017 è uscito Rock Revolution (sequel di Rock Symphonies, l’album che ha venduto qualcosa come un milione e mezzo di copie consacrandolo a livello mondiale come l’artista più eclettico nel panorama crossover.

David Garrett

TRACKLIST

  1. In The Air Tonight
  2. Born In The USA
  3. Starway To Heaven
  4. Superstition
  5. Bitter Sweet Symphony
  6. Killing In The Name
  7. Purple Rain
  8. Eye Of The Tiger
  9. Fix You
  10. Concerto No. 1 ( in B Flat Minor, Op. 23 arr. For Violin And Band)
  11. The Well Depressed Guitar
  12. You’re The Inspiration
  13. The Guitar Vs Violin
  14. Bohemian Rhapsody
  15. Earth Song
  16. Baroque Reivention (Prelude And Fugue In C minor BWV 871 For Violin And Band
  17. One Moment In Time
  18. Nah Neh Nah

David Garrett

 

SHARE
Previous articleAlice Caioli con “Specchi Rotti” tra le Nuove Proposte a Sanremo – INTERVISTA
Next articleSanremo 2018 Ospiti: Pausini, Negramaro, Nannini, Morandi – Tutti gli ospiti dei duetti
Costantina Limosani
Nasce nel febbraio del ’67 in Germania. Cresciuta in Italia in un paese del Gargano, ha da sempre avuto una spiccata tendenza verso le arti in generale (disegno, canto, danza e musica). Diplomata in “ Arte Applicata” prosegue i suoi studi da Programmatore. Inizia un percorso di interesse musicale attraverso una radio libera di proprietà familiare, leggendo riviste del settore, anche straniere e ascoltando fino a notte fonda in AM, Radio Luxemburg di Londra curiosando tra le novità sonore che non passano in Italia o che arrivano dopo qualche tempo. Si trasferisce in Brianza, nel 1997, per la sua prima esperienza lavorativa. Incrocia per caso, lo sguardo di Battisti sulla strada per Molteno: da quel momento si accende una fiammella verso la profondità della musica cantautorale italiana. Nel 2009 apre la sua prima pagina Myspace arrivano i primi apprezzamenti, le prime amicizie importanti, gli artisti e le prime canzoni scritte e donate al web. Partecipa al Sanremo Autori nel 2010 e apre il blog di pensieri e poesie: Respiro … Vita, seguito da un altro blog contenitore di idee: Il terzo occhio e uno di fotografia. Apre infine il suo profilo facebook. Iscrizione SIAE nel 2012 come autrice di testi grazie al maestro di Bossa Nova: Riccardo D’Alterio che confeziona una base musicale per un suo testo. Sempre attenta allo scenario musicale italiano e internazionale, incontra per la prima volta la musica di Luigi Friotto che aprirà un concerto di Iskra Menarini, Enrico Bianchi, Ricky Portera, Teo Ciavarella e altri dedicato alla prematura scomparsa di Lucio Dalla. Inizierà un percorso di collaborazione attiva per questo artista che continua tutt’ora. Tra le prime a iscriversi al gruppo Muovi La Musica ideato da Alberto Salerno dando supporto a distanza, partecipando alla segnalazione di artisti emergenti. Nel giugno 2013 da un post Fb del già citato Salerno, incontra la musica di Jack Savoretti; pochi giorni dopo apre un gruppo a lui dedicato che si trasformerà poi nella pagina FB ancora oggi attiva: Jack Savoretti Fan Page Italia (seguita da più di 3000 persone) in collaborazione con l’amico Andrea Ariu che aggiorna notizie in rete, pubblica le traduzioni dei testi condivise da tanti nel web. Dal 2013 al 2015 sarà la principale portavoce del fanclub di Jack, il primo al mondo, Jack Savoretti Italian Fan Club e scriverà per un breve periodo anche per Fare Musica e Dintorni nella sezione dedicata. Partecipa come giurata e opinionista in contest locali. Seconda classificata nel 2014 al 23° premio poesia “ Donna e …” di Racalmuto, paese natale di Leonardo Sciascia. In questi anni ha incrociato la strada di numerosi artisti conosciuti e segue le vicende di quelli poco noti dedicando tutto il tempo a sua disposizione alla condivisione social di questi ultimi: una finestra sempre aperta sul mondo musicale italiano e straniero. Si occupa di booking e video editing amatoriale. Collabora saltuariamente ad alcune pagine social di artisti e addetti ai lavori.

Commento su FMD